Violenza sulle donne: sapere dire basta

Tante iniziative per sensibilizzare in contemporanea in varie città. A Firenze un focus nel Consiglio comunale di lunedì. A Careggi installazioni artistiche segnalano punti informativi. Panchine rosse in Mugello e Chianti


FOTOGRAFIE — Combattere la violenza di genere attraverso l’educazione, la conoscenza e la consapevolezza: a partire dalla più tenera età. Perché la violenza sulle donne si può e si deve contrastare attraverso la prevenzione. La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne si celebra il 25 novembre. In occasione del XX anniversario il Consiglio comunale di Firenze tratterà, a partire dalle 16 un focus su “La violenza sulle donne nella cultura mafiosa. Rossella Casini e le Altre”.

“Un incontro di particolare importanza perché andremo a ricordare una giovane studentessa fiorentina, estranea alla cultura mafiosa, che fu vittima della 'Ndrangheta. Rossella Casini – spiega il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – è divenuta un'icona della lotta alla malavita e ha scatenato un moto di ribellione in tante persone. Avremo una testimonianza importante direttamente da Palmi e renderemo omaggio ad una ragazza che dopo la morte è stata dimenticata per tanto tempo e sulla cui vicenda non è mai stata fatta pienamente chiarezza”.

Dopo i saluti del presidente del Consiglio comunale e della vice sindaca Cristina Giachi verrà proiettato un breve filmato su Rossella Casini di Emanuela Gasbarroni. Interverranno il Prefetto di Firenze Laura Lega, l'assessora ai diritti e pari opportunità Sara Funaro, la presidente del Tribunale di Firenze Marilena Rizzo. Dopo il “reading” a cura di F.a.R.M. col progetto teatrale di F. Negri e G. Salis seguiranno gli interventi del referente provinciale del coordinamento provinciale dell'associazione Libera Giovanni Esposito, un parente di Rossella Casini, Sauro Ranfagni, il fondatore del Comitato Rossella Casini e membro del presidio di Libera di Palmi Enzo Infantino ed il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Firenze Giuseppe Creazzo.

La Commissione politiche sociali e la Commissione politiche giovanili e sport del quartiere 3, con la Biblioteca di Villa Bandini, hanno organizzato alcune iniziative in occasione della Giornata mondiale contro la violenza delle donne. Lunedì 25 novembre, alla biblioteca di Villa Bandini in via del Paradiso, 5 alle 16 si terrà Lezione di storia della filosofia “Speciale 25 novembre contro la violenza” a cura di S. Tassinari. Alle 17,30 inaugurazione della mostra di pittura di Paola Alberti Noli in collaborazione con l'associazione Artemia e lo Sportello InformaDonna del Comune di Firenze. Interverranno la presidente della Commissione sociale del quartiere 3 Raffaella Peluso ed il presidente della Commissione giovani e sport Tommaso Coppolaro. Nel corso dell'incontro sarà rivolta particolare attenzione agli studenti universitari presenti in biblioteca. Dai componenti della Commissione politiche giovanili e sport e della Commissione politiche sociali verrà distribuito un questionario per raccogliere punti di vista e offrire informazioni su come il Comune di Firenze si sta muovendo sul fronte “genere” insieme ad un rappresentante dello sportello InformaDonna.

Venerdì 29 novembre, sempre alla biblioteca di Villa Bandini in via del Paradiso, 5 alle 17 si svolgerà la presentazione del libro “Io, Michela...”. Sarà presente l'autrice Paola Alberti Noli. Lettura di brani tratti dal libro a cura di Elena D'Anna.

Lunedì l’Azienda Careggi di Firenze attiva tre punti informativi per la distribuzione di opuscoli della Polizia di Stato e dell’Ospedale: all’Ingresso del Pronto Soccorso Padiglione 12 DEAS, all’Accettazione della Maternità padiglione 7 e nella hall del Nuovo Ingresso in Largo Brambilla. A Careggi l'attività congiunta con la Polizia di Stato ha formato nel 2019 più di 100 dipendenti fra medici e personale sanitario sul percorso Codice rosa. Dal 1 gennaio al 30 settembre 2019 sono stati assistiti in Ospedale dal Codice rosa 162 casi di violenza di genere. I punti informativi sono individuati dall’installazione artistica di biciclette schizzate di rosso e dal ritratto di un profilo femminile ispirato alla grafica della campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere della Polizia di Stato. L’immagine del dipinto segnalerà le aree assistenziali di Careggi e le iniziative culturali dedicate alla violenza di genere in Ospedale. L’opera intitolata "Vola via dalla violenza" è stata realizzata dalla dottoressa Rosa Liotto della Neuroanestesia e rianimazione del CTO di Careggi con una tecnica pittorica particolare che unisce l’olio su tavola di legno riciclato, l’acquarello giapponese e le foglie d’oro.

Alle ore 19, nel Cinema Teatro 'La Compagnia' di Firenze, sarà rappresentato 'Le voci di Eva', di Donatella Alamprese, con ingresso libero. L'evento, promosso dal Comune e dalla Città Metropolitana di Firenze, vuole essere un omaggio all'Arte femminile, un no ad ogni forma di violenza ed ingiustizia, contro le discriminazioni e le diseguaglianze di genere. Un concerto spettacolo poliglotta che si snoda attraverso un intreccio di lingue e culture. Un viaggio attraverso i luoghi dell'anima, oltre spazio, tempo e confini geografici, passando per Mare Nostrum all'Europa, dal Giappone all'Armenia, fino alle Americhe per cantare e raccontare la voce delle donne. Artista con all'attivo un percorso professionale di tutto rilievo, Donatella Alamprese è una cantante eclettica di formazione classica ma con esperienze in vari ambiti musicali. Canta in otto lingue proponendo un repertorio intensamente emotivo ed avvolgente, colto e raffinato. Insieme al chitarrista Marco Giacomini ha calcato palcoscenici e teatri in tutta Europa ed ha effettuato tourneè di successo in Argentina, Cile, Giappone dove, tra gli altri, ha rappresentato l'Italia con dei concerti presso le prestigiose sale degli Istituti di Cultura di Tokyo, Osaka, Kyoto, Buenos Aires, Santiago del Cile.

Sempre a Firenze la Asd Scuola dello Sport e la Fijlkam Toscana, Federazione judo lotta karate e arti marziali, organizzano un corso di difesa personale destinato proprio alle donne. Il primo incontro, che servirà anche per la preiscrizione al corso, si terrà sabato 30 novembre alle 15.30 presso la palestra della scuola comunale Mameli di via Corsali 3. Un pomeriggio nel quale sarà spiegato il Metodo globale di autodifesa, con dimostrazioni pratiche commentate dagli istruttori federali. Requisito per la prova è solo la maggiore età, mentre non ci sono limiti di età e non è richiesta preparazione fisica. Il Metodo globale di autodifesa è un sistema personalizzato, pensato e realizzato da Fijlkam e dedica particolare attenzione alle situazioni di violenza fisica e psicologica al fine di consentire alle vittime di sottrarsi alle aggressioni e, nelle circostanze estreme, contrastare le violenze prima dell’intervento della forza pubblica. Il corso viene svolto anche a fine di contribuire allo sviluppo della cultura del rispetto verso le persone, con particolare attenzione alle donne.

Un bollino sugli incarti per aiutare le donne in difficoltà ricordando il numero unico contro la violenza sulle donne 1522, lo stesso numero riportato sugli scontrini e parte del ricavato della vendita del pane di una giornata devoluto alle associazioni di volontariato. È l’iniziativa di Unicoop Firenze in occasione del 25 novembre 2019, che va in continuità con quanto fatto negli scorsi anni. La novità, rispetto agli incarti delle confezioni di pane con il numero antiviolenza e stalking, attivo 24 ore su 24, 1522 e agli scontrini, è la donazione di parte del ricavato della vendita del pane della giornata del 25 novembre alle associazioni che in Toscana sostengono le donne vittime di violenza. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Regione Toscana, il Coordinamento toscano centri antiviolenza Tosca e la Federazione antiviolenza Ginestra. Quanto verrà raccolto, sarà donato alle associazioni accreditate dalla Regione Toscana e raccolte nell’elenco regionale dei centri antiviolenza e delle case rifugio operanti nel territorio regionale. Il 1522 è il numero attivato da diversi anni dal Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri che si può utilizzare per accedere alla rete delle diverse associazioni ed in caso di necessità. Il servizio è gratuito e accessibile da tutta Italia, disponibile 24 ore su 24. Rispondono operatrici ed operatori qualificati che parlano in italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo, pronti ad ascoltare, dare informazioni utili e orientare la persona al centro di ascolto e di aiuto più vicino. Ma l’intervento di Unicoop Firenze non si ferma al 25 novembre, data che ogni anno riporta l’attenzione sul tema della violenza sulle donne. Dal 2017, primo anno della campagna di crowdfunding Pensati con il cuore, la Fondazione Il Cuore si scioglie, insieme a soci e cittadini sul territorio, ha sostenuto diversi progetti legati al sostegno delle donne vittime di violenza.

Si concentreranno nella serata di lunedì 25 novembre le iniziative promosse dal Comune di Lastra a Signa in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Due gli appuntamenti organizzati allo scopo di tenere alta l’attenzione sul tema del femminicidio e in generale della violenza sulle donne: alle 20.30 dal Centro Sociale partirà una fiaccolata silenziosa, a cui sono invitati a partecipare cittadini e associazioni locali, che passerà da via Togliatti, via Gramsci, via Dino Campana, via XXIV Maggio per terminare in via Matteotti. Sarà possibile partecipare alla fiaccolata indossando una spilla con un fiore rosso realizzato e distribuito dal Laboratorio Auser. La fiaccolata si concluderà davanti al Cinema Teatro delle Arti in via Matteotti dove, dalle 21.30, sarà proiettato il film “Zitta! ovvero 10 cortometraggi che affrontano il tema della violenza in tutte le sue sfaccettature, psicologica, fisica, sessuale.
Interverranno il sindaco Angela Bagni, Pier Paolo Dainelli coautore del lungometraggio e un rappresentante del Cam, Centro Ascolto Uomini Maltrattanti.

Il Comune di Montelupo ha scelto di proporre in collaborazione con il cinema Mignon un film che introduce una riflessione particolare sulla violenza. Mercoledì 27 novembre alle ore 21.30, presso il il Cinema Teatro Mignon, è prevista la proiezione del film “Il corpo della sposa” di Michela Occhipinti.
Film che pone l’attenzione su come il corpo delle donne venga piegato all’ubbidienza dei canoni maschili. La pellicola racconta la storia di Verida, ragazza mauritana al tutto moderna, dipendente di un salone di bellezza ed assidua frequentatrice di social media: viene costretta a mangiare a dismisura per divenire grassa dopo che i genitori hanno siglato un accordo matrimoniale con un uomo che lei non conosce. Una volta distrutta l'immagine che la ragazza ha di sé, ed una volta divenuta l'emblema di una estetica locale che la vuole sostanzialmente obesa, la giovane può essere ritenuta dalla società che la circonda un buon affare.

A Rufina alle 21 al Centro infanzia, adolescenza e famiglie con un un incontro sul tema “Uomini che parlano di donne: essere maschi di fronte alla violenza” al quale interverranno la Consigliera Regionale Fiammetta Capirossi, il Sindaco di Rufina Vito Maida, l’Assessore alle Pari Opportunità Stefania De Luise, Sara Marroncini Responsabile UO Servizi Socio Educativi e Culturali del Comune di Rufina, Tommaso Valleri Di Setriano Counselor e Segretario Generale di Assocounseling, Massimo Francini Presidente dell’Associazione Sportivo Audax Rufina. Prosegue fino al 30 novembre l’iniziativa “Un posto per te” durante la quale l’Amministrazione Comunale invita i commercianti a dedicare la vetrina dei propri negozi con un simbolo di colore rosso e di esporre un’apposita locandina. Inoltre per tutto il mese di novembre in Biblioteca Comunale è allestito uno scaffale tematico.

Evento pubblico promosso da Comune, Spi Cgil Pontassieve-Pelago e l’Associazione Donne in Cammino dal titolo “Oltre la violenza, percorsi virtuosi in rete” martedì 26 novembre alle ore 21 al Circolo Arci di Pelago. L’incontro, aperto a tutti, sarà utile per conoscere come si attiva il tessuto sociale dopo un episodio di violenza insieme alle istituzioni, ai professionisti e alle associazioni di riferimento. Parteciperanno all’iniziativa: Valeria Dubini, Responsabile aziendale del Codice Rosa della ASL Toscana Centro; 
Teresa Bruno, Presidentessa di Artemisia Centro Antiviolenza, Psicologa e Psicoterapeuta; 
Francesco Innocenti, Psicologo del Centro Ascolto Uomini Maltrattanti; Anna Corallo, Avvocatessa e Presidentessa di Donne in Cammino; Angiolo Brogi, Responsabile Auser Pontassieve.

 Durante la serata a cura di Donne in Cammino saranno fatte letture sul tema.

A Barberino di Mugello, lunedì 25 novembre, alle ore 18.00 in piazza Cavour, proprio davanti alla Biblioteca comunale, si terrà il flash-mob “Insieme contro la violenza” grazie alla disponibilità della scuola di danza “Latin project dance Accademy” con la collaborazione del Comune di Barberino, Catalyst e della sezione soci Coop.

Una panchina rossa simbolo contro la violenza sulle donne verrà inaugurata lunedì 25 novembre alle 14.30 a Borgo San Lorenzo nei giardini di Piazza Dante. Una panchina rossa nata dalla collaborazione con la Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni della Casa di Borgo, che ha visto impegnate le classi a tempo prolungato, Spi-Cgil, Teresa Bruno e Petra Filistrucchi Presidente e Vicepresidente Artemisia. L’iniziativa rientra nel calendario degli eventi che la Consigliera con delega alle Pari Opportunità di Borgo San Lorenzo Stefania Cardi ha organizzato in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Il pomeriggio proseguirà con la lettura di poesie a cura del Teatro Idea. Alle 15.30 appuntamento poi al Centro d’Incontro con “Tutta questione d’equilibrio”, la presentazione dell’installazione realizzata dai ragazzi del “Different Art Group” grazie al progetto Green Youth finanziato e sostenuto da Fondazione CR Firenze, Il Cuore si Scioglie, Angeli del Bello, Aleteia e Istituto di Formazione APAB. A chiudere la Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne sarà Lo Scrittoio con lo spettacolo “10 campanelli” in programma alle 21.00 al Circolo La Terrazza di Ronta. Il calendario di eventi di “Lezioni di Rispetto” si concluderà il 30 novembre all’auditorium dell’Istituto Giotto Ulivi con la mattinata di incontri a partire dalle 9.00.

Tanti gli spazi pubblici che nel Chianti e nella Valdelsa si vestiranno di rosso per ricordare la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Sarà un pennello intinto in un barattolo di vernice a macchiare di rosso una panchina pubblica, con i tocchi, i colpi di mano di tante persone, gesti delicati e silenziosi, distribuiti nelle direzioni più diverse. Per dire no al femminicidio, a chiunque si renda colpevole di sopraffazioni, annulli e mortifichi identità e dignità alle donne. A Barberino Tavarnelle è una comunità intera, fatta di associazioni, cittadini, attori e compagnie locali, ad aderire alla campagna di sensibilizzazione promossa da Artemisia Centro Antiviolenza #Tu da che parte stai? Il Comune di Barberino Tavarnelle nell'Unione comunale del Chianti Fiorentino, in collaborazione con Auser, ha organizzato per domenica 1 dicembre alle ore 11:30 un evento collettivo in piazza della Repubblica a Tavarnelle. Protagonisti le cittadine e i cittadini di ogni età, invitati a dipingere simbolicamente di rosso una panchina pubblica nell'area centrale del paese. Non un colore come un altro. Ma un rosso fuoco, come il sangue delle donne che ogni anno, a migliaia, cadono vittime di violenza. Una panchina, posta al centro di piazza della Repubblica e promossa da Auser, si bagnerà metaforicamente del sangue di tutte le vittime del mondo, di quelle vite che non ce l'hanno fatta a restare su questa terra e di quelle 'fantasma' che, consapevoli e inconsapevoli, subiscono in silenzio, schiave di isolamento, emarginazione, colonizzate strategicamente nella mente, recluse nell'indifferenza di chi le circonda. Donne che ogni giorno sono costrette a vivere nell'inferno di vessazioni fisiche e psicologiche e non ce la fanno ad uscire dal tunnel.

Lunedì 25 novembre alle ore 21 sarà il Teatro Regina Margherita di Marcialla ad ospitare una serata speciale con lo spettacolo “Sei bella” su testo di Licia Buracchi e Damiano Masini per la regia di Damiano Masini. All'iniziativa hanno aderito Auser insieme Barberino -Tavarnelle, Circolo ricreativo culturale La Rampa Tavarnelle, Circolo Mcl Tavarnelle, sezione soci Unicoop Tavarnelle, Spi-Cgil Tavarnelle, Barberino Tavarnelle Confraternita di Misericordia di Barberino Tavarnelle, Calcit Barberino Tavarnelle.

CittadinanzAttiva Toscana e il Centro per i Diritti del Malato insieme all’Azienda USL Toscana centro hanno promosso la Campagna “Il rispetto per le donne si insegna fin da piccoli” che prevede in questi giorni la diffusione nelle strutture sanitarie dell’area pratese di un volantino finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica a prestare più attenzione al “rispetto” inteso come consapevolezza dei diritti degli altri. Il volantino con lo slogan “Il rispetto per le donne si insegna fin da piccoli” è accompagnato da un testo che tramite gli adulti vuole veicolare il messaggio ai bambini quali futuri Cittadini – si legge nel volantino – “dell’importanza di non approvare ed accettare comportamenti violenti di qualsiasi genere”. Nel testo del messaggio dal titolo “Dove c’è rispetto, non c’è violenza” si ricorda che insegnare il rispetto è prima di tutto compito della famiglia, subito dopo diventa compito della scuola”.

serata promossa dallo SPI CGIL di Castelfiorentino mercoledì 27 novembre, alle ore 16.30, al Ridotto del Teatro del Popolo di Castelfiorentino (Piazza Gramsci). All’iniziativa, organizzata dal Coordinamento Donne dello SPI CGIL in collaborazione con la sezione soci Coop e il patrocinio del Comune di Castelfiorentino (con l’adesione di numerose associazioni), interverranno il Sindaco, Alessio Falorni, e la segretaria dello SPI CGIL di Castelfiorentino, Nadia Meacci. A seguire, l’intervento della dott.ssa Eleonora Pinzauti su “Educare alle parità”, strategie e metodi per prevenire la violenza di genere, un percorso formativo che la Pinzauti è impegnata a diffondere nelle scuole per accrescere la consapevolezza nelle nuove generazioni sui rischi e i “segnali” che è necessario cogliere allo scopo di combattere con strumenti più efficaci la violenza di genere. Conclusione della serata affidata alle letture di Luciano e Stefania Bertini, estrapolate in anteprima da un libro di Michela Goretti che uscirà a dicembre, dedicato a un caso toccante di pedofilia (la prima presentazione del volume è prevista all’inizio del 2020 nella sala sezione soci coop di Castelfiorentino).

Il coordinamento pari opportunità di Uil e Uil Pensionati, strutture di Carrara-Lunigiana, Massa-Versilia e Lucca, tramite le rappresentanti Roberta Guglielmini, Anna Mura, Sandra Picchi, Veronica Durante e Illia Lombardi, hanno organizzato una dimostrazione pubblica per il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Le iniziative, in pratica un flash mob di sensibilizzazione con cartelli e sagome femminili, si terranno in centro storico a Carrara, in via Regia a Viareggio e a Lucca, in via Barsanti e Matteucci, con inizio alle ore 10.30.

Redazione Nove da Firenze