Rubrica — In cucina

Un veg-friendly menù all' Hard Rock Cafe

Per un mese si può mangiare vegetariano al ristorante fiorentino dell'HRC


FIRENZE- Il mercato è sempre in movimento e Hard Rock Café non resta fermo a guardare. In occasione del Mese della consapevolezza Vegetariana, indetto dal World Vegetarian Day, Hard Rock Cafe lancia una versione veg-friendly del proprio menù.

Oggi giornalisti e blogger sono stati invitati ad assaggiare un veggie lunch al ristorante in Via dei Brunelleschi. Le nuove proposte, sia vegetariane sia vegane (a richiesta) si potranno gustare fino al 13 novembre, a meno che l'entusiasmo del pubblico non spinga la catena internazionale a inserirle stabilmente nel menù dell'HRC Firenze.

Si tratta di una selezione di piatti e cocktail, della tradizione USA rielaborati in versione vegetariana dagli chef di concerto con il centro di sviluppo di Londra per essere proposti in tutta Europa e in America. “I nostri studi di fattibilità -spiega a Nove da Firenze la kitchen manager Vanessa Fusco- hanno analizzato i nuovi orientamenti del pubblico verso gli stili alimentari vegetariano e vegan. Ora attendiamo i feedback dei nostri clienti. Naturalmente Hard Rock Cafe non abbandona la tradizione USA delle carni, ma nel menù americano non è mai mancato l'uso di vegetali. Comunque anche sulle proposte vegetariane manterremo la nostra consueta impronta, caratterizzata da tanti ingredienti, gusti stuzzicanti e delicate salse”.

A Firenze la cucina dell'HRC è sempre stata disponibile a soddisfare le esigenze personali di ogni consumatore, adattando a richiesta il menù per vegetariani, vegani, o celiaci. Per un mese queste esigenze troveranno risposta direttamente nel menù, grazie a una attenta selezione degli ingredienti, che in futuro potrebbe arrivare a certificare il gluten-free. Questa limited edition si stima possa soddisfare i gusti del 10, 15% degli avventori. Ma non è detto. Anche il burger di Chianina entrò nel menù come un offerta temporanea e non ne è più uscito.

Veniamo ai nuovi piatti. Ecco le curiose Cauliflower “Wings”, sorta di “alette” di cavolfiore servite in stile “Buffalo” come le ali di pollo, ma impanate e fritte per essere servite con salsa piccante e blue cheese. Ecco il Grilled Ratatouille Wrap, una ratatouille di verdure grigliate servite con maionese Sriracha. Ma da assaggiare sono anche l'insalata di quinoa, con succo di lime e coriandolo tritato, mescolati con rucola e cavoletti di Bruxelles, noci pecan e formaggio feta, e la Beet & Orange Salad, a base di barbabietola arrosto, finocchi croccanti, arancia fresca, menta in vinagrette. Curiosissimo il burger fatto ci cavolfiore, con aglio, uova, formaggio di capra, condito con zucchine, succa, formaggio Monterey Jack, rucola, pomodori e aioli, in pan brioche toscato.

Il tutto accompagnato da drink vegetariani come il Very Veggie ‘Tini, un frullato di verdura fresca, o lo Greek Yogurt and Tito’s Handmade Vodka un cocktail in versione veg-free.

Chi proprio non può fare a meno della carne non si senta in colpa, anzi. Dal 19 settembre negli Hard Rock Cafe italiani l'Amatriciana Burger è un modo per reinterpretare la ricetta tradizionale in solidarietà all'Appennino squassato ad agosto dal sisma. Per ogni burger venduto Hard Rock Cafe devolve € 2,00 alla Croce Rossa Italiana come contributo a sostegno delle popolazioni terremotate del Centro Italia.

In cucina — rubrica a cura di Nicola Novelli

Nicola Novelli

Nicola Novelli — Fondatore e Direttore responsabile di Nove da Firenze, dal 1997 il primo giornale on line fiorentino. Laureato in Scienze Politiche è giornalista pubblicista dal 1989. Dal1999 presiede Comunicazione Democratica, associazione di promozione sociale che edita www.nove.firenze.it. Per 5 anni consigliere regionale dell'Ordine dei Giornalisti della Toscana, attualmente è tesoriere della Fondazione OdG Toscana

E-mail: direttore@nove.firenze.it