UE: professore di Pisa guida gli esperti per la riforma dei sistemi agricoli

"Resilience and Transformation" è il titolo del rapporto appena pubblicato che infleuzerà politiche e finanziamenti UE dei prossimi anni


Il professore Gianluca Brunori dell’Università di Pisa ha presieduto il gruppo internazionale di esperti che ha stilato le nuove linee guida europee per la riforma dei sistemi alimentari e agricoli messi alla prova dall’attuale pandemia. "Resilience and Transformation" è il titolo del rapporto appena pubblicato e redatto dai 14 saggi nominati dal Comitato permanente per la ricerca agricola dell'UE.


“Durante il 2020, abbiamo visto tutti come la pandemia abbia creato una "tempesta perfetta" di problemi alimentari globali – spiega Brunori – basti solo pensare che dopo le interruzioni iniziali e localizzate dell'approvvigionamento alimentare, i prezzi hanno iniziato a salire, dal 2 al 5% in Europa per i prodotti chiave, sino al 15% in Argentina e a quasi il 20% in alcune località del Sud-est asiatico”.

Secondo gli esperti europei il Covid-19 ha inciso su una situazione già grave, fra problemi di cattiva alimentazione, disuguaglianza sociale e metodi agricoli che emettono carbonio. Il rapporto descrive in dettaglio cosa deve cambiare a lungo termine se vogliamo "ricostruire meglio", sia dal punto di vista della produzione che del consumo alimentare.

Sulla base dell'Agenda 2030 dello Sviluppo Sostenibile sono 11 i target individuati: radicale riduzione dei pesticidi del 75%, dei fertilizzanti di circa l'80% e dei gas serra dell'81%, ripristino della biodiversità ai livelli del 2000, la riparazione degli ecosistemi degradati in 2/3 della superficie agricola a livello europeo, consumi di acqua non superiori a quelli attuali, diete salutari e sostenibili per tutta la popolazione, reddito adeguato per tutti gli agricoltori, standard avanzati di benessere animale, parità di genere in agricoltura e copertura con la banda larga al 100% delle aree rurali.

“Abbiamo raggiunto un consenso non scontato su obiettivi molto ambiziosi – conclude Brunori - essendo poi condiviso da tutti gli Stati Membri il rapporto è destinato ad influenzare in modo notevole il programma di lavoro di Horizon Europe e di tutti i programmi di ricerca nazionali e co-finanziati per ciò che riguarda il settore dell'agricoltura e dell'alimentazione”.

Gianluca Brunori è docente Economia ed Estimo Rurale al Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali, insieme a lui fanno parte del gruppo di esperti Richard L. Hudson (Rapporteur), Andràs Baldí (Ungheria) , Stefano Bisoffi (Italia), Kerstin Cuhls (Germania), Johanna Kohl (Finlandia), Sébastien Treyer (Francia), Lilia Ahrné (Danimarca), Jessica Aschemann Witzel (Danimarca), Fabrice De Clerck (Francia), Jessica Duncan (Olanda), Henning Otte Hansen (Danimarca), Begoña Ruiz (Spagna) Grzegorz Siebielec (Polonia).

Redazione Nove da Firenze