Tramvia, apre la Linea 2: primo viaggio con Mattarella e Toninelli

Le corse per i passeggeri dalle 14.30. Per due settimane viaggi gratuiti e dal 24 febbraio scattano le modiche dei bus Ataf


Le prime corse per i cittadini, che viaggeranno gratis per due settimane, inizieranno alle 14.30. Alle 12 la cerimonia inaugurale all’Aeroporto Vespucci alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, del sindaco Nardella, del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e della commissaria europea per la politica regionale Corina Cretu.

Con l’apertura della T2 la rete tranviaria fiorentina arriva a 16,8 chilometri con 37 fermate e 36 fermate in circolazione negli orari di punta. Gest garantirà 900 corse al giorno, dalle 5 a mezzanotte e mezzo che il venerdì e sabato saranno prolungate fino alle 2 di notte. Come per la T1 anche nella T2 ci sarà una corsa ogni 4 minuti e 20 secondi nelle ore di punta.

La cerimonia di inaugurazione si è svolta all’aeroporto, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, del sindaco Dario Nardella, del presidente della Regione Enrico Rossi e della commissaria europea per la politica regionale Corina Cretu.

“Il mio primo grazie va ai fiorentini per la pazienza e la tenacia: non sono mancate le difficoltà, i momenti di scoramento, di incertezza, ma alla fine ci siamo riusciti, e il successo è di tutti – ha dichiarato il sindaco –. Accompagnare la trasformazione di una città è una sfida difficile, che non si può affrontare senza il coinvolgimento attivo dell'intera comunità dei cittadini", fondamentale perché "la costruzione della fiducia in una comunità è il vero antidoto contro l'odio sociale e lo smarrimento del senso civico". Il sindaco Nardella ha ricordato che “con la nuova linea l'intero sistema tramviario trasporterà 37 milioni di passeggeri all'anno, 27 milioni dei quali lasceranno il mezzo privato per quello pubblico, con una riduzione del 10% traffico privato, per 14 tonnellate di CO2 e 4,2 tonnellate di PM10 in meno ogni anno”. Alla cerimonia all’aeroporto sono intervenuti anche Pasquale Bellezza, operaio che ha lavorato alla nuova linea T2 della tramvia di Firenze, e Ines Rosario Clemente Gaztelumendi, autista peruviana neoassunta. Tra i presenti anche Fabrizio Palermo, ad della Cassa depositi e prestiti la quale ha contribuito con 136 milioni di euro sui 166 milioni complessivi di project financing per la realizzazione della tramvia.

Al termine della cerimonia il Presidente Mattarella insieme al sindaco Nardella e alle altre autorità è salito sul tram alla volta della stazione di Santa Maria Novella, da dove è partito per il rientro a Roma, con uno stop speciale alla fermata di Ponte all’Asse dove il Capo dello Stato ha salutato i bambini della classe 5 sezione A della primaria Rodari.

La festa per la tramvia è continuata in piazza dell’Unità Italiana con una piccola cerimonia informale durante la quale il sindaco Nardella ha ricordato l’impegno di tutte le istituzioni e degli altri soggetti coinvolti per raggiungere questo importante risultato. "Un progetto ambizioso, alla fine ce l'abbiamo fatta - ha dichiarato –. Questo è un esempio nazionale, c'è dietro tanto lavoro: abbiamo l'ambizione di andare avanti. E' un momento difficile per l'economia del nostro paese, c'è bisogno di ottimismo e di fiducia: realizzare queste opere sicuramente significa dare una bella iniezione di positività alle persone". Il sindaco poi insieme all’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, all’assessore regionale alla viabilità e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, all’ad di Gest Jean Luc Laugaa, il presidente di Confindustria Firenze Luigi Salvadori, il presidente della Camera di commercio di Firenze Leonardo Bassilichi, il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani e i rappresentanti dei soggetti che a vario titolo hanno lavorato alla realizzazione del progetto come Tram Spa, Cmb, Alstom, Hitachi, Fondo Meridiam solo per citarne alcuni. A fare da sottofondo la musica della Nuova Pippolese che per l’occasione ha riarrangiato il brano scritto 140 anni fa per l’inaugurazione del tramvai “Peretola-Firenze” utilizzato anche per gli spot radio e tv sull’avvio della T2. Il sindaco Nardella ha poi fatto un breve viaggio sul primo convoglio in partenza da piazza dell’Unità insieme a tanti cittadini che, incuriositi ed entusiasti, hanno voluto provare la nuova linea tranviaria.

I tram in servizio sulla T2 saranno 13 e con la nuova linea Gest ha assunto e formato 80 nuovi dipendenti tra conducenti, regolatori e manutentori. Per info www.gestramvia.com e canali social (Facebook, Twitter, Telegram). 
Come già per la linea T1 Leonardo anche per la T2 Vespucci è previsto un periodo di gratuità di due settimane, ovvero da lunedì 11 a domenica 24 febbraio. Da lunedì 25 febbraio sarà necessario munirsi del biglietto da 1,5 euro oppure dell’abbonamento al Tpl urbano.

Domenica 24 febbraio, ultimo giorno di gratuità della T2 Vespucci, si completa la riorganizzazione delle linee Ataf, dopo la prima fase scattata in occasione dell’entrata in esercizio della T1 Leonardo. L’obiettivo è potenziare l’intera rete e facilitare l’integrazione gomma/ferro. Tra le principali novità la nascita di due nuove linee: la 16 che collega piazza Puccini a piazza Leopoldo attraversando San Iacopino e incontra la T2 Vespucci alla fermata Corsica e la T1 Leonardo alla fermata Leopoldo. E la 68, ovvero la circolare che da Brozzi, Peretola, Quaracchi arriva in viale Guidoni dove incontra la T2 Vespucci e dove c’è il nuovo parcheggio scambiatore.

Per quanto riguarda le linee modificate saranno otto (5, 7, 14, 23, 29, 30, 57, 66) mentre il 22 sarà sostituito dalla T2 Vespucci. La linea 29 toccherà via di Novoli e farà capolinea alla stazione di Rifredi e la linea 30 toccherà la fermata Guidoni della T2.

Ataf ha predisposto una campagna di comunicazione: la distribuzione della nuova mappa schematica della rete e la presenza in molte fermate di assistenti che aiuteranno le persone ad orientarsi.
Alle fermate si troveranno informazioni dettagliate sul servizio (locandine, poster, messaggi variabili ecc). inoltre si può contattare il call center aziendale, consultare il sito www.ataf.net (che avrà sezione aggiornata in tempo reale sulle modifiche della rete) oppure le pagine aziendali sui canali social (Facebook e Twitter). Come per la T1 sarà realizzata la landing page www.cambianoitempi.ataf.netdedicata alle modifiche dei percorsi.

Con le nuove T1 e T2 Firenze sarà più connessa sia con l’Aeroporto, che con la rete ferroviaria (ancora di più quando sarà pronta in futuro la fermata FS a Guidoni), oltre a essere più facilmente raggiungibile a chi arriva con la macchina che potrà parcheggiare a Villa Costanza per prendere la T1 Leonardo o a Guidoni per la T2 Vespucci.

La campagna, realizzata con il contributo del Por Creo – Fesr, sarà pianificata sui media regionali e sui social oltre che con affissioni in città. A ogni fermata ci saranno dei pannelli informativi che mostreranno la rete sia della T1 che della T2 e i relativi luoghi d’interesse come i parcheggi, le stazioni ferroviarie, gli ospedali, l’università, il palazzo di giustizia e la fortezza da basso, il polo fieristico della città.

Previsto l’invio a casa dei fiorentini di materiale informativo: arriverà a 193mila capifamiglia. Attivato l’alert system con un messaggio del sindaco Nardella sull’avvio del servizio della T2 e sul completamento della riorganizzazione dei bus Ataf dal 24 febbraio. Anche per invitare i cittadini a prestare attenzione alle intersezioni con la nuova linea tranviaria e agli attraversamenti pedonali.

Redazione Nove da Firenze