Rubrica — In cucina

Rassegna enologica & Mostra Mercato al Castello Malaspina (Ms)

Dal 27 aprile al 1 maggio 2018 Vino, degustazioni, eventi all’aria aperta e cultura


Gli amici del Candia dei Colli Apuani Doc al Castello Malaspina. Sono i vermentini di Sardegna, Bolgheri, Maremma e della vicina Liguria i protagonisti di Candia & Friends, il ciclo di aperitivi-degustazioni nell’ambito di Spino Fiorito. La rassegna enologia e mostra mercato biennale in programma da venerdì 27 aprile a martedì 1 maggio(apertura dalle 10.00 alle 20.00) organizzata dal Comune di Massa in collaborazione con Coldiretti e l’Istituto di Valorizzazione dei Castelli apre una curiosa finestra sui celebri vermentini italiani con un percorso emozionale a cura dell’Emotional Food Designer, Massimo Biagioni e il poeta Andrea Grillotti, Associazione Italiani Cuochi Massa Carrara, Associazione Italiana Sommelier e Consorzio del Candia dei Colli Apuani che unisce il piacere del calice con quello del piatto attraverso cinque originali abbinamenti e la recitazione con le poesie a tema vino. Tre gli appuntamenti ogni giorno nella Sala Camerini dentro il ventre del Castello: alle 12.30 con il pranzo-gourmet a base di abbinamenti di terra e pesce a miglio zero della Cooperativa Mare Nostrum, alle 16.00 e alle 18.00 con il quintetto di degustazioni di vermentini combinati ai prodotti della norcineria apuana e dei caseifici a km zero. 30 i posti disponibili per ogni appuntamento gourmet: per prenotazioni contattare il 320.3307843.

Il brindisi

 Nel segno della novità il brindisi inaugurale in alta quota con gli immancabili Tecchiaoli delle Apuane in agenda venerdì 27 aprile (dalle 10.00) anticipata dalla suggestiva sfilata storica e dai giochi di bandiera dell’Associazione Ducato di Massa insieme agli alunni della Scuola elementare delle Grazie di Massa, Scuola elementare di Turano, Scuola materna di Camponelli), Liceo Scientifico Sportivo “E. Fermi” di Massa ed del Liceo Musicale Palma di Massa: la star della prima giornata è il candiaito, una rivisitazione totale del celebre mojito tanto amato da Ernest Hemingway: vermentino di Candia al posto del Rum, Miele di Castagno della Lunigiana Dop al posto dello zucchero di canna, limoni 4 stagioni di Massa al posto del lime, e la menta selvatica al posto della piperita. Ed ancora il risotto ai 12 vermentini per quel tocco di stravaganza che sposa perfettamente lo spirito della tradizione con quello dell’innovazione.

Gli eventi

 Confermati tutti i principali appuntamenti che hanno caratterizzato il successo di Spino Fiorito: dalla presenza dei gruppi storici con sfilate, sbandieratori, gonfaloni e spettacoli d’altri tempi, agli incontri tematici fino al premio per il “Miglior vino dello Spino Fiorito” promosso dal Comitato Spino Fiorito in collaborazione con l’Università di Pisa. Coinvolto anche il centro storico, in particolare Piazza Mercurio, con il mercato dei produttori di Campagna Amica, lo street-food salutare per degustare concentrati ed estratti a km zero di frutta e ortaggi, e la presenza del mercatino delle città gemellate di Poggio Mirteto, Bad Kissingen e Vernon.

#instaspinofiorito

 Un contest fotografico su Instagram per Spino Fiorito realizzato da Il Tirreno, Coldiretti e Comune di Massa. Tre premi in palio: un abbonamento digitale di un anno con il quotidiano Il Tirreno, una fornitura di acqua Fonteviva da 100 litri e una visita guidata con degustazione in cantina alla Tenuta Mariani di Massarosa. E’ una delle curiose novità social della rassegna enologica. Spino Fiorito fa un passo avanti deciso nei confronti degli instagramer con la prima edizione di “Instaspinofiorito”. Partecipare è semplice. Prima di tutto essere presenti ad uno dei cinque giorni dell’amatissima kermesse enogastronomica, avere uno smartphone a portata di mano, scattare una foto creativa e taggarla con l’hashtag #instaspinofiorito e #spinofiorito2018. Le foto più belle saranno visionate da una apposita commissione formata da giornalisti, fotografi e da rappresentanti di Coldiretti che sceglierà i tre scatti social che meglio dipingono lo spirito e le atmosfere di Spino Fiorito. Basta un clic.

Bus Navetta: previsto, come ogni edizione, il servizio di bus navetta gratuito tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00 (ogni 15 minuti) con punti di ritrovo da Palazzo Comunale (lato via Francesco Petrarca: area verde) alla piazzetta di via Rocca e vice versa.

Biglietti

 Prosegue la prevendita e la vendita dei biglietti per la cinque giorni più attesa. Due le opzioni per acquistare i biglietti: i residenti della Provincia di Massa Carrara possono farlo direttamente recandosi presso la biglietteria di Palazzo Ducale che resterà aperta fino a martedì 24 aprile con orario 15.30-18.30 ed ovviamente aperta anche durante i giorni della rassegna dalle 9.00 alle 18.00 mentre il 1 maggio dalle 9.00 alle 17.00. I non residenti della Provincia di Massa Carrara possono ancora prenotare contattando dal lunedì al venerdì il numero 0585.816524 con orario 9.30-13.30. Si ricorda che Il ritiro dei biglietti prenotati on line si effettua solamente nella biglietteria a Palazzo Ducale. I biglietti prenotati vanno ritirati tutti insieme durante la prevendita o durante la manifestazione entro le 12.00 del giorno scelto o nel caso si siano prenotati biglietti per più giorni entro le 12.00 del primo giorno scelto. In caso contrario i biglietti verranno rimessi in vendita. Non è più possibile prenotare via mail. Tre le biglietterie a disposizione nei giorni della manifestazione: la biglietteria allestita al piano terra (lato mare) del Comune di Massa (via Porta Fabbrica) che sarà aperta dal 27 aprile al 30 aprile dalle ore 9.00 alle 18.00 ed il 1 maggio dalle 9.00 alle 17.00, la biglietteria di Palazzo Nizza (Piazza Mercurio) che sarà aperta dal 27 al 30 aprile dalle ore 9.00 alle ore 18.00 ed il 1 maggio dalle 9.00 alle 17.00 e Palazzo Ducale dal 27 aprile al 30 aprile dalle 9.00 alle 18.00 ed il 1 maggio dalle 9.00 alle 17.00. Non è prevista nessuna biglietteria all’ingresso del Castello. Per informazioni è possibile contattare l’Istituto di Valorizzazione Castelli al 0585.816524.

Redazione Nove da Firenze