Rubrica — LifeStyle

Ponte di Ognissanti 2019: Firenze tra le mete top degli italiani

Cosa fare in città durante il ponte di Halloween. Con cinque località (ci sono anche Lucca, Pisa, Viareggio e Siena), la Toscana è la regione più presente in graduatoria di HomeToGo, il meta-motore di ricerca di case e appartamenti vacanza.


Il Ponte dei Santi è una delle occasioni più gettonate per staccare dalla routine quotidiana e visitare nuovi o vecchi posti per un fine settimana lungo. HomeToGo, il più grande meta-motore di ricerca al mondo per case e appartamenti vacanza, ha analizzato quali sono le destinazioni di viaggio più gettonate dagli italiani per il Ponte di Ognissanti nel 2019, verificando prezzi, durata di soggiorno e numero di viaggiatori per ciascuna località. La regione italiana più rappresentata è la Toscana, con ben 5 località in classifica: l'evento annuale per eccellenza dedicato a fumetti e videogiochi, fa di Lucca la metà più gettonata per il secondo anno di seguito, seguono Firenze (ottava, in discesa), Pisa (12^, in salita), e Viareggio e Siena, nuove entrate. I vacanzieri del Ponte dei Santi decidono di pernottare per lo più per tre notti. Fanno eccezione al ribasso due località toscane: la “capolista” Lucca e il capoluogo.

Cosa fare a Firenze durante il ponte di Halloween

Alla Fortezza da Basso dal 31 ottobre al 3 novembre la tredicesima edizione di Florence Creativity. Fatto a mano in Italia, manifestazione che ospita aziende specializzate e creativi e artisti che stagionalmente presentano novità in diversi settori della manualità. Oltre all’area espositiva vengono proposti anche diversi corsi e laboratori creativi.

Il 1° novembre piazza dei Ciompi ospita come ogni venerdì la Fiera promozionale di piante e fiori, a cura della Società Toscana di Orticoltura che dal 1854 promuove mostre mercato di piante e fiori tra le più belle d’Italia.

Nella stessa Piazza dei Ciompi il 2 novembre si fa spazio, come tutti i primi sabati del mese, ad Artefacendo: mostra mercato dell’artigianato artistico. Tra oro, ceramica, vetro, pelle, scagliola, carta e legno, maestri artigiani, makers e artisti di strada esibiranno il proprio talento, presentando al pubblico le loro tecniche per trasformare la materia prima in pezzi unici con un’anima.

Il 2 e 3 novembre in piazza S.S. Annunziata viene organizzata la Fierucola delle lane di S.Martino, rievocando la fiera del Trecento dedicata alle lane e ai panni tinti e tessuti entro le mura della città. La Fiera di San Martino è dedicata alle lane locali, ai lavori tessili, alla sartoria artigianale, ai laboratori familiari. In piazza esporranno tessitori, cardatori, filatori, feltrai da tutta Italia e dalle Alpi francesi.

E come sempre in autunno, l’offerta di Firenze in tema di mostre è ricca e sofisticata. Palazzo Strozzi ospita fino al 12 gennaio 2020: “Natalia Goncharova – Una donna e le avanguardie tra Gauguin, Matisse e Picasso”. La mostra, attraverso 130 opere, è un viaggio tra la campagna russa, Mosca e Parigi, scoprendo la biografia anticonformista di una donna che ha vissuto per l’arte, con un esempio unico di sperimentazione tra stili e generi artistici, dal Neoprimitivismo al Raggismo, dalla pittura e la grafica al lavoro per il teatro.

Palazzo Vecchio in occasione delle celebrazioni del quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci, offre ai visitatori del museo un itinerario speciale dedicato alla Battaglia di Anghiari, la più celebre opera incompiuta del genio: “Leonardo da Vinci. Sulle tracce della Battaglia di Anghiari”. Fino al 12 gennaio 2020.

Redazione Nove da Firenze