Rubrica — Spettacolo

I grandi eventi in Toscana nel 2020

Presentati oggi alla Bit. Da gennaio a dicembre la Toscana si trasforma in un grande palcoscenico, ospitando festival musicali, manifestazioni culturali e artistiche, kermesse gastronomiche. Una straordinaria alternanza di eventi, tutti da segnare in calendario


Presentati al pubblico della Bit di Milano i grandi eventi della Toscana contemporanea, crocevia di espressioni artistiche, appuntamenti che si snodano attraverso percorsi tematici, luoghi suggestivi ed unici che, sulle fondamenta di un inestimabile patrimonio, rendono la Regione polo d’attrazione della cultura contemporanea.

Sono intervenuti Stefano Ciuoffo assessore regionale al turismo; Francesco Palumbo direttore di Toscana Promozione Turistica; Fabrizio Brancoli direttore de Il Tirreno per “Un’Altra Estate 2020 incontriamoci nei borghi”; Riccardo Lami responsabile comunicazione per la Fondazione Palazzo Strozzi; Enrico D’Alessandro Lucca Summer Festival; Alessandro Bellucci Firenze Rocks; Angelica Lucibello Musart; Maria Laura Simonetti presidente Fondazione Festival Pucciniano e Franco Moretti direttore del Festival Pucciniano; Filippo Guarini direttore del Museo del Tessuto di Prato; Diego Casali de La Nazione per “Arcobaleno d’Estate”.

I protagonisti, nello stand della Regione Toscana animato da cosplayers della Festa dell’Unicorno, si sono alternati presentando l’offerta del 2020: da gennaio a dicembre la Toscana si trasforma in un grande palcoscenico ospitando festival musicali, manifestazioni culturali e artistiche, kermesse gastronomiche.

MUSICA: artisti nazionali ed internazionali protagonisti dell’estate toscana
È una delle manifestazioni più importanti dell’estate musicale italiana, tra le più attese dai music lovers. Si tratta del Lucca Summer Festival che, dal 1998, propone un ricco programma di serate che portano nella città toscana vere e proprie leggende musicali nazionali ed internazionali.
Per due mesi, tra giugno e luglio, Lucca si declina in musica. Nel suggestivo scenario di Piazza Napoleone, nel centro storico della città, e dell’ex Campo Balilla, circondato da Mura Rinascimentali, l’edizione 2020 della celebre kermesse toscana si preannuncia evento cult, costellato da nomi di fama mondiale, tra cui Paul McCartney (13 giugno), Liam Gallagher (28 giugno), Ben Harper & The Innocent Criminals (17 luglio) e Celine Dion (25 luglio, unica data italiana).

Per chi ama la musica rock l’evento da non perdere è il Firenze Rocks che, dal 2017, si tiene tutti gli anni nel capoluogo toscano e ospita grandi star del panorama musicale internazionale e italiano. Dal 10 al 13 giugno prossimi, la Visarno Arena ospiterà ancora una volta celebri artisti, tra cui Vasco, i Green Day, i Guns ‘n Roses e i Red Hot Chilli Peppers.

Altro appuntamento consolidato dell’estate fiorentina è il MusArt Festival, rassegna musicale giunta alla sua quinta edizione che si svolge quest’anno dal 15 al 27 luglio, nella suggestiva Piazza della Santissima Annunziata di Firenze, gioiello del Rinascimento.
Un evento che raccoglie e sintetizza tutte le forme d’arte, dalla musica alla cultura, con visite ad ingresso libero di giardini, luoghi di culto e palazzi adiacenti alla piazza, oltre a mostre fotografiche dedicate ai grandi concerti fiorentini degli anni 80/90. Tra i protagonisti di questa quinta edizione, Paul Weller (27 luglio), Roberto Bolle e LP.

Tra i più importanti festival lirici d’Italia è il Festival Puccini di Torre del Lago, l’unico al mondo dedicato al compositore Giacomo Puccini, che quest’anno si terrà dal 17 luglio al 23 agosto, proprio nei luoghi che ispirarono al maestro le sue immortali opere.
Dalla sua nascita, nel 1930, questo festival è oggi un appuntamento prestigioso capace di richiamare migliaia di spettatori provenienti da tutto il mondo per la presenza di grandi stelle della lirica, sotto la direzione di importanti direttori d’orchestra. Particolarmente suggestiva la location del festival: un grande teatro all’aperto, in riva al lago di Massaciuccoli, proprio davanti alla Casa Museo del maestro. Nel corso della 66° edizione sono previsti 16 appuntamenti con star internazionali che interpreteranno le opere del celebre compositore, tra cui Tosca, Turandot, La Bohème, Madama Butterfly e Manon Lescaut.

Mostre, kermesse gastronomiche e attività culturali
Un ricco programma di mostre e attività culturali di alta qualità e di livello internazionale si susseguono nel corso dell’anno a Palazzo Strozzi, capolavoro dell’architettura rinascimentale. La Fondazione Palazzo Strozzi, nata nel 2006 come primo esempio di fondazione culturale pubblico-privata in Italia, produce e organizza mostre dall’arte antica al Rinascimento fino all’epoca moderna e all’arte contemporanea, negli spazi del Piano Nobile e della Strozzina e nello storico cortile rinascimentale. Un’area è riservata ad una mostra permanente dedicata a Palazzo Strozzi. La stagione 2020-2021 vedrà l’esposizione di grandi artisti contemporanei come Tomás Saraceno e Jeff Koons, in collaborazione con importanti istituzioni internazionali.

Il Museo del Tessuto di Prato, tra le maggiori istituzioni europee dedicate alla valorizzazione del tessuto antico e contemporaneo, ospiterà da aprile ad ottobre 2020 una mostra temporanea dal titolo “Turandot e l’Oriente di Puccini”, organizzata da Fondazione Museo del Tessuto di Prato e Sistema Museale di Ateneo / Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze. In visione oltre 250 opere tra reperti di arte orientale, dipinti e ceramiche, scenografie, costumi e documenti, tra cui alcuni straordinari costumi e gioielli di scena realizzati per la prima assoluta della Turandot di Giacomo Puccini, messa in scena al Teatro della Scala nell’aprile del 1926.

L’estate toscana vedrà anche lo svolgersi della 6° edizione di “Un’altra estate – incontriamoci nei borghi”, rassegna di eventi alla scoperta dei luoghi di particolare interesse della regione, per valorizzare la destinazione e i prodotti enogastronomici locali. Organizzata da Regione Toscana e dal quotidiano il Tirreno, con il supporto di Toscana Promozione Turistica e la collaborazione di Fondazione Sistema Toscana, Vetrina Toscana, FEISCT, la manifestazione itinerante toccherà diversi borghi-simbolo lungo la costa, ma i veri protagonisti di questa kermesse saranno le visite guidate, i piatti e i prodotti della tradizione locale.

E, ancora, l’8° edizione di Toscana Arcobaleno d’Estate dal 18 al 21 giugno 2020 che prevede appuntamenti di altissimo profilo culturale, ma anche concerti in località insolite e aperitivi gourmet a base di prodotti tipici. Promossa ogni anno dalla Regione Toscana e dal quotidiano La Nazione, con Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e Anci, la rassegna di quest’anno dallo slogan “La mia Toscana - #mytuscany” inizierà a Firenze con un evento cultural-gastronomico per proseguire il giorno successivo con due eventi consecutivi, un evento enogastronomico a Prato e un’apericena in musica all’interno di una cava di Marmo delle Alpi Apuane. Sabato 20 giugno sarà la volta di un concerto di un artista pop sulla costa e si concluderà domenica 21 giugno con una rassegna di ‘street food’. Arezzo sarà per il terzo anno consecutivo capitale dell’Arcobaleno.

Mondo fantasy e cinema
Dal 24 al 26 luglio, il centro storico di Vinci si trasformerà in un borgo da sogno in occasione della Festa dell’Unicorno. Partecipare a questa manifestazione significa entrare in un’altra dimensione, un universo parallelo dove la magia esiste. Proprio così: elfi, cavalieri, hobbit, orchi e maghi si riuniranno nuovamente a Vinci, in occasione della grandiosa manifestazione dedicata al mondo fantasy che prevede oltre 400 spettacoli, per tutte le età. Per l’edizione 2020 si riconferma l’area Steampunk con animazioni a tema, dirigibili, kraken, veicoli mirabolanti e spettacoli del mondo a vapore. Le altre aree saranno dedicate a fantascienza, horror, medioevo, fantasy, pirati, sogni, fumetti e bambini. Ogni area ospiterà un ricco programma di eventi, spettacoli, arte di strada, animazioni, laboratori e concerti. E per non farsi mancare niente, sarà possibile mangiare nella nave dei pirati, tra i vagoni di un treno Steampunk, in un accampamento medievale o di fronte a spettacoli di spade laser al cospetto di Jabba the Hutt.

Ricordiamo, inoltre, l’uscita al cinema lo scorso 19 dicembre di Pinocchio, in un nuovo adattamento firmato da Matteo Garrone, con il Premio Oscar Roberto Benigni nei panni di Geppetto e il piccolo Federico Ielapi in quelli del burattino più famoso della storia: un’avventura per tutta la famiglia che riporta sul grande schermo il capolavoro di Collodi e i suoi indimenticabili personaggi, dal Gatto e la Volpe al Grillo parlante, da Mangiafuoco alla Fata dai capelli turchini. Fino al 22 marzo mostra dei costumi del film al Museo del Tessuto di Prato.

Redazione Nove da Firenze