Grey Cat Jazz Festival, al via la 39/ma edizione

Grey Cat Jazz Festival 2019

Dal 21 luglio al 13 agosto una maratona musicale di oltre 20 giorni spaziando nella Maremma Toscana tra grandi e piccoli centri, teatri, piazze, castelli, ex spazi industriali, in una full immersion tra musica, natura e territorio


Protagonista assoluto il jazz, in tutte le sue sfaccettature, declinazioni, contaminazioni e territori contigui, in una dimensione tale che fanno di Grey Cat il più importante festival di jazz della Toscana ed uno dei più noti in Italia. Ospite di eccezione per questa 39° edizione Archie Shepp, carismatico musicista e autentico fuoriclasse, capace di battaglie artistiche e sociali che hanno davvero cambiato il corso degli eventi nel ventesimo secolo. La scena internazionale sarà completata da una intensa partecipazione al progetto “tributo a Michel Petrucciani” con una sorta di “gemellaggio” italo francese che vedrà in scena, in nome del grande pianista scomparso, musicisti quali Philippe Petrucciani, Nathalie Blanc, Manhu Roche, Dominque di Piazza ed anche Stefano Cantini e Flavio Boltro.

Molti i protagonisti del jazz italiano invitati a questa 39° edizione, da Paolo Fresu (con il suo progetto dedicato a Chet Baker), a Roberto Gatto, Ares Tavolazzi, Francesco Maccianti, Francesco Cafiso, Fabrizio Bosso e tutti gli altri. Importante la presenza di voci conosciute al grande pubblico come Antonella Ruggiero e Sergio Cammariere, il conduttore radiofonico e vocalist Nick the Nightfly. Ampio infine lo spazio dedicato ai nuovi talenti come Michelangelo Scandroglio, la vocalist Romina Capitani, la Silent Big Band.

L’inaugurazione del Festival avverrà ancora nel suggestivo scenario della Rocca di Frassinello, domenica 21 luglio, mentre tutto il Festival si svolgerà in vari luoghi di rilevanza culturale e naturalistica, integrerà i concerti con vari eventi, visite guidate, aperitivi e degustazioni che regaleranno al pubblico un legame diretto fra l’arte, la musica e il territorio. La visita ai luoghi del festival sarà affidata a guide professionali mentre le aziende del territorio saranno presenti con i loro prodotti grazie alla collaborazione di Tipico Cia.

Per iniziativa del Comitato Cantiere Cultura e Associazione Real Giallu e con la collaborazione di Grey Cat, il 25 e 26 luglio, le strade di Follonica (dal Quartiere Senzuno al centro cittadino) saranno coinvolte da un vasto programma di eventi, concerti e performance, mercatino, degustazioni e cibi, fotografia ed arti: si tratta della terza edizione di Street Club, l’effervescente iniziativa che si snoda per le vie e le piazze del borgo dei pescatori con la presenza della Fantomatik Orchestra diretta da Stefano Scalzi e di altri gruppi musicali. La musica si unirà alle arti circensi degli spettacoli della compagnia Mantica e al teatro con il laboratorio dello Spettacolo Multiverso Arte insieme a Chiara Migliorini e mimo scenico

E siamo quindi alla grande star di questa edizione 2019: assente da lungo tempo in Toscana e protagonista di apparizioni musicali meno frequenti il 27 luglio sarà in concerto Archie Shepp con il suo quartetto americano composto da musicisti del calibro di Carl Henri Morisset al pianoforte, Matyas Szandai al basso, Steve McCraven alla batteria. Sassofonista, compositore, pianista, cantante, Archie Shepp è una vera leggenda del jazz, grazie alla sua partecipazione in innovazioni collettive culturali e musicali che hanno dato il via a generi come il “Free Jazz”, “Avant-Garde Jazz” e hanno portato all’avvicinamento di molti afro-americani al mondo jazz. Carismatico, intensissimo, capace di battaglie artistiche e sociali che hanno davvero cambiato il corso degli eventi nel ventesimo secolo, ancora oggi Shepp, dopo aver diviso i palchi con John Coltrane e Cecil Taylor, si presenta come un autentico fuoriclasse.

Continuando il percorso tra i luoghi più significati della Maremma, Grey Cat incontra la produzione del Morellino di Scansano; il 28 luglio infatti lo scenario sarà quello della celebre azienda dei Vignaioli. Anche in occasione di questo concerto non mancherà l’aperitivo al tramonto e la degustazione dei vini. La proposta musicale è affidata ad uno dei giovani talenti più seguiti: il contrabbassista grossetano Michelangelo Scandroglio, recente vincitore del “Premio Tomorrow’s Jazz” con una nuova produzione originale del suo trio con artisti emergenti del calibro di Stefano Tamborrino alla batteria ed Emanuele Filippi al piano.

Composita e ricca la serata del 30 luglio a Follonica. In apertura il nuovo progetto del pianista fiorentino Francesco Maccianti, il classico trio di stampo jazzistico, accompagnato dal contrabbassista Ares Tavolazzi e dal batterista Roberto Gatto, una delle sezioni ritmiche più prestigiose d’Europa. A seguire una delle sorprese produttive per grande ensemble più interessanti: la Rainbow Jazz Orchestra guidata da Duccio Bertini. “Both Directions: the Music of John Coltrane” il titolo del concerto, dedicato ad un personaggio la cui influenza nella musica jazz è stata incalcolabile ed al suo ultimo album pubblicato dopo la sua morte. Compongono l’orchestra i più noti giovani e meno giovani musicisti toscani come Renzo Telloli, Michele Tino, Marco Bini, Guido Zorn, Andrea Beninati e tutti gli altri.

Nei giorni dal 31 luglio al 2 agosto prenderà vita il progetto originale più importante del festival: tre giorni interamente dedicati al genio ed al talento di Michel Petrucciani, a 20 anni dalla sua scomparsa. Legato a Stefano Cantini per un importante sodalizio musicale, ha lasciato una traccia indelebile per tutti gli appassionati di jazz. Ed è per questo che Grey Cat ha piacere di ricordarlo ancora con un progetto originale articolato. In apertura un dialogo sulla figura del pianista francese con il docente e musicologo Maurizio Franco e con Manhu Roche, suo storico musicista. A seguire la proiezione del docufilm “Non stop – Travels with Michel Petrucciani” realizzato da Roger Willemsen (Dreyfus Jazz Records) ed inedito per l’Italia. Il primo agosto sarà la volta del quartetto francese della cantante Nathalie Blanc con il chitarrista Philippe Petrucciani, fratello di Michel; con loro il celebre bassista Dominique Di Piazza. Nathalie e Philippe, insieme in diversi lavori discografici e numerosi concerti in tutta Europa, hanno definito un ritratto musicale di Michel Petrucciani, la cui personalità trova una nuova forma grazie al lavoro di chi gli è stato più vicino, dando voce alle sue composizioni. Ed infine, sempre a Follonica il 2 agosto il nuovo progetto Tributo a Michel Petrucciani a cura di un quintetto italo francese; insieme a Manhu Roche, Francois Gallix e Pierre de Bethmann parteciperanno alla produzione Stefano Cocco Cantini ed il trombettista Falvio Boltro. E’ un progetto che si presenta come l’omaggio ad un immenso artista. Un concerto che, con grande rispetto, nostalgia e stima, mantiene vivo il ricordo di un uomo straordinario, della sua gioia di vivere, della sua energia positiva e della sua musica.

Torna il 3 agosto a Grey Cat Paolo Fresu, uno dei più grandi artisti italiani e da sempre molto legato al festival maremmano, anche per la vicinanza temporale con il festival di Berchidda di cui Paolo è direttore artistico e che ha dato vita in questi anni a diversi ed interessanti coproduzioni. L’occasione per questo 2019 è il nuovissimo progetto di Fresu dedicato a Chet Baker che, dopo lo straordinario successo riscontrato nei principali teatri italiani, torna in versione solo musicale per questa estate. Paolo Fresu, Dino Rubino e Marco Bardoscia costituiscono un trio inedito che si confronta con le reciproche esperienze dirette e con i diversi stili che caratterizzano i singoli musicisti; diversi ma perfettamente assimilabili e complementari. E’ Antonella Ruggiero la protagonista del concerto del 4 agosto. Voce indimenticabile della musica popolare italiana si esibirà con Fabio Zeppetella alla chitarra e Ramberto Ciammarughi al pianoforte, due autorità del Jazz nazionale, in un repertorio che spazierà dagli Anni '30 agli Anni '50, attraversando il musical di Broadway, ma anche il fado portoghese, il repertorio cubano, la canzone francese, il tango argentino e il repertorio italiano.

A venti anni dalla comparsa ufficiale della band sulla scena musicale italiana, il quartetto romagnolo Quintorigo presenta il nuovo Opposites, rivisitazione di classici, cover, brani originali, con la massima libertà artistica, un nuovo importante lavoro discografico e uno spettacolo live originale. Il tutto il 5 agosto a Monterotondo Marittimo, preceduto da una visita guidata al Mubia, il nuovo museo delle Biancane. Il Cassero Senese di Grosseto è la location del concerto del 6 agosto; ne sono protagonisti Alkaline Jazz (Di Puccio, Marsico, Fabbri) a distanza di venti anni di nuovo insieme per dare di nuovo vita a quel particolare sound imbevuto di soul, bebop, blues e mainstream. Al loro fianco, la partecipazione di un artista di fama mondiale: lo straordinario sassofonista statunitense Scott Hamilton.

Ancora un progetto originale vede protagonisti, il 7 agosto, tre musicisti molto attivi in maremma: BAD (di Tizio, Alberti, Buccella): un viaggio sonoro attraverso le più belle melodie internazionali rivisitate in chiave jazz: dall’Argentina con il nuevo tango, la milonga di Astor Piazzolla, le influenze jazz di Richard Galliano, attraverso la musica Latino Americana, la saudade brasiliana per arrivare a Napoli.

Nel concerto che Sergio Cammariere propone l’8 agosto alla Cava di Roselle si raccoglie tutto il suo mondo musicale, quello di cantautore e pianista: rispecchia l'animo e l'approccio musicale unici dell'artista, la combinazione tra momenti di poesia, atmosfere jazz e coinvolgenti ritmi latini. Con i suoi brani più amati e nuove creazioni. La formula live scelta dall’artista è quella del quartetto: con lui Luca Bulgarelli al contrabbasso, Amedeo Ariano alla batteria, Daniele Tiuttarelli al sax.

E’ ancora firmato da Stefano Cantini il concerto del 9 di agosto. Considerato uno dei più grandi interpreti mondiali del sax soprano, Stefano Cocco Cantini presenta la sua nuova produzione “straight life”; il pianista Lugi Martinale, il giovane batterista e violoncellista Andrea Beninati, il contrabbassista Guido Zorn lo accompagnano in questo originale progetto. Ongno di essi vanta collaborazioni con molti artisti italiani ed internazionali e un grande numero di concerti su alcuni dei palchi più importanti della scena musicale italiana e internazionale. Nick The Nightfly è un artista poliedrico, generatore di nuove mode e gusti musicali. Conosciuto nel panorama radiofonico italiano per “Monte Carlo Night” attraverso il quale ha portato in Italia la musica new age, la fusion, la world music, la musica brasiliana, il jazz e l’acid jazz e negli ultimi anni anche i suoni del nujazz, il lounge e la chill out. Presenta il 10 agosto il suo quartetto (con Claudio Colasazza, Amedeo Ariano, Francesco Puglisi, Jerry Popolo) con cui è presente nei più importanti festival. Dopo qualche anno di assenza torna a Grey Cat uno dei protagonisti del jazz italiano: il trombettista Fabrizio Bosso (11 agosto). Per l’occasione presenta Tandem, un duo che rappresenta l’approdo naturale di un rapporto artistico già rodato con il pianista Julian Oliver Mazzariello. I musicisti si incontrano nella primissima formazione degli High Five. Da quel giorno li lega un’amicizia complice che li fa mettere naturalmente a disposizione della stessa passione per la musica e della sperimentazione fra generi.

Il 12 agosto lo spazio è riservato ai giovani talenti. La Silent King Big Band - nata nell'aprile 2018 da una idea del musicista Alberto Solari nell’ambito di un progetto promosso dalla Regione Toscana coinvolgendo licei musicali e conservatori, si presenta con l'organico di una vera e propria big band con repertorio che spazia dal jazz, rhythm’n bues, pop-rock arrangiato per le grandi orchestre degli anni '70. Dopo oltre venti giorni di grande musica il 13 agosto chiude Grey Cat Festival. Protagonista dell’ultimo evento il Francesco Cafiso con il suo quartetto ed un nuovo progetto che affonda le proprie radici nel jazz: lo swing, il blues. Il repertorio, fresco e variegato, è interamente composto da brani originali scritti da Cafiso per questo organico, al fine di ottenere un robusto e potente impatto sonoro.

Per questa edizione 2019 Grey Cat Festival rafforza il suo impegno nella direzione formativa proponendo quattro importanti workshop in collaborazione con la Scuola di musica di Follonica; infatti nei giorni 1 e 2 agosto, presso la Sala Leopoldina di Follonica, si terranno quattro incontri, il primo dedicato al basso elettrico con Dominique di Piazza, il secondo dedicato alla voce con la cantante Nathalie Blanc, il terzo dedicato alla batteria con Manhu Roche ed infine Stefano Cantini terrà un suo personale workshop dedicato al sax dopo il successo conseguito lo scorso anno con una partecipata masterclass.

Grey Cat Festival è promossa da ben nove amministrazioni comunali della Provincia di Grosseto, Pisa e Livorno (Follonica, Scarlino, Grosseto, Roccastrada, Monterotondo Marittimo, Gavorrano, Castelnuovo Val di Cecina, Castiglione della Pescaia, Suvereto). L’organizzazione e la gestione del festival è curata dalla Associazione Music Pool, la direzione artistica da Stefano “Cocco” Cantini. Tra i contributi più importanti ricordiamo il Mibac e la Regione Toscana e le collaborazioni di Parco Nazionale delle Colline Metallifere Toscane, Pro Loco e Scuola di Musica di Follonica e tanti altri soggetti.

PROGRAMMA

Domenica 21 luglio,
Rocca di Frassinello, Località Giuncarico

18:30 - “Grey Cat 2019 si presenta”

calendario, protagonisti, curiosità della XXXIX edizione, incontro stampa aperto al pubblico

20:30 - visita guidata, concerto, aperitivo

ROMINA CAPITANI

Romina Capitani: voce
Riccardo Galardini: chitarra
Giacomo Rossi: contrabbasso

La cantante e autrice Romina Capitani presenta il suo progetto in trio. Con lei figurano musicisti di grande esperienza e sensibilità, come Riccardo Galardini, chitarrista poliedrico che può vantare collaborazioni con importanti nomi del jazz e della musica leggera italiana ed il contrabbassista Giacomo Rossi, co-autore di numerosi brani di questo progetto, eclettico e versatile strumentista. La musica si ispira sia alla tradizione jazzistica, che alle derivazioni contemporanee della scrittura e del cantautorato più intimo ed espressivo.

Ingresso € 20 + d.p.

Giovedì 25 e venerdì 26 luglio, dal pomeriggio

Quartiere Senzuno, Follonica

GREY CAT STREET CLUB

Torna Grey Cat Street Club. Per iniziativa del Comitato Cantiere Cultura e Associazione Real Giallu, il 25 e 26 luglio, teatro e musica e spettacoli tornano a coinvolgere le strade, la spiaggia e altre location di Follonica (Quartiere Senzuno, zona via della Repubblica, parte di Spiaggia di Levante) con un vasto programma di eventi. Giovedi 25 dalle ore 18.30 e venerdi 26 dalle ore 17, undici gruppi e altrettante sfumature di stile e genere musicale. Fra questi, torna al Grey Cat Festival la Fantomatik Orchestra diretta da Stefano Scalzi. La musica si unirà alle arti circensi degli spettacoli della compagnia Mantica e al teatro con il laboratorio dello Spettacolo Multiverso Arte insieme a Chiara Migliorini e mimo scenico.

Sabato 27 luglio, ore 21:30
Teatro all’aperto Le Ferriere, Follonica
ARCHIE SHEPP QUARTET

Archie Shepp: sax, voce
Carl Henri Morisset: pianoforte
Matyas Szandai: contrabbasso

Steve McCraven: batteria

Uno dei veri giganti del jazz. Carismatico, intensissimo, capace di battaglie artistiche e sociali che hanno davvero cambiato il corso degli eventi nel ventesimo secolo, ancora oggi è un autentico fuoriclasse. D’altro canto aver condiviso palchi, idee e suggestioni con molti dei più grandi jazzisti di sempre (a partire da John Coltrane e Cecil Taylor) ed essersi ritrovato leader di varie formazioni fin dagli anni ’60 gli ha donato un’aura e uno spessore che pochi musicisti viventi – non solo nel jazz – possono vantare.

Primo settore numerato: € 28/26 + d.p.
Secondo settore numerato: € 24/22 + d.p.

Domenica 28 luglio,

ore 19:30 aperitivo e visita guidata

ore 21.30 concerto

Cantina Vignaioli del Morellino, Scansano Loc. Saragiolo

MICHELANGELO SCANDROGLIO trio

Emanuele Filippi: piano

Michelangelo Scandroglio: contrabbasso

Stefano Tamborrino: batteria

Michelangelo Scandroglio, “Premio Tomorrow’s Jazz 2018“, nonostante la giovane età è già stato definito come :“un compositore dalle qualità rare, che sa spaziare e fondere i vari generi” (VenetoJazz). Per questa edizione del Grey Cat ci guiderà nel suo universo musicale attraverso composizioni originali, rivisitazioni della tradizione jazzistica ed improvvisazioni estemporanee. Accompagnato dal pianista e compositore friulano Emanuele Filippi e da uno dei musicisti più personali ed innovativi della scena jazz europea degli ultimi vent’anni: il batterista e compositore Stefano Tamborrino.

Posto unico € 15,00 + d.p. – incluso aperitivo ore 19,30

€ 10,00 – solo concerto ore 21:00


Martedì 30 luglio, ore 21:30
Teatro all’aperto Le Ferriere, Follonica
FRANCESCO MACCIANTI TRIO

Francesco Maccianti: pianoforte
Ares Tavolazzi: contrabbasso
Roberto Gatto: batteria

Francesco Maccianti Trio è l’ultima, entusiasmante incarnazione del trio jazz per eccellenza, pianoforte, contrabbasso e batteria. Francesco Maccianti è un pianista dall’ispirazione lirica e dall’esecuzione asciutta, un tesoro ben nascosto del jazz italiano fin dagli anni Novanta, con eccellenti puntate oltreoceano come quella del trio americano insieme a Essiet Essiet e Joe Chambers. Per il suo ultimo lavoro ha scelto di accompagnarsi al contrabbassista Ares Tavolazzi e al batterista Roberto Gatto, una delle sezioni ritmiche più prestigiose d’Europa.


RAINBOW JAZZ ORCHESTRA

“Both Directions: the Music of John Coltrane”

Direzione ed arrangiamenti: Duccio Bertini

Sassofoni: Renzo Telloli, Michele Tino, Marco Bini, Giovanni Pecchioli, Claudio Ingletti

Trombe: Maurizio Pasqui, Mirco Rabitti, Nicola Cellai, Valerio Mazzoni

Tromboni: Paolo Acquaviva, Jacopo Caramagno, Andrea Angeloni

Chitarra: Dino Plasmati

Contrabbasso: Guido Zorn

Pianoforte: Francesco Maccianti

Batteria: Andrea Beninanti

John Coltrane è considerato uno dei maestri del jazz, essenziale figura di collegamento tra il jazz moderno post-bop e la musica free e la cui influenza nella musica jazz è stata incalcolabile. Per celebrare la riscoperta di "Both Directions at Once: The Lost Album", registrato il 6 marzo del 1963 e “rintracciato” dagli eredi di Coltrane solo pochi mesi dopo, il repertorio del concerto verrà dedicato interamente alla sua musica. L’orchestra jazz fiorentina formata da giovani talenti del jazz italiano, Rainbow Jazz Orchestra, e gli arrangiamenti del direttore Duccio Bertini, ci portano in una nuova e originale dimensione attraverso un linguaggio orchestrale ricco di colori e varietà.
Posto unico € 12/10 +d.p.

Mercoledì 31 luglio, dalle 21:00

Chiostro della Fonderia Leopolda, Follonica

VENT’ANNI SENZA MICHEL

ne parliamo con Maurizio Franco (musicologo), Manhu Roche (musicista), Stefano Cantini (direttore artistico Grey Cat Festival) Philippe Petrucciani (musicista e fratello di Michel)

a seguire

NON STOP TRAVELS WITH MICHEL PETRUCCIANI Docufilm di Roger Willemsen (Dreyfus Jazz Records)

Giovedì 1, Venerdì 2 agosto

Sala della Fonderia Leopolda, Follonica

GREY CAT WORKSHOP

In collaborazione con scuola di musica AMF Follonica Dal 2018, una sezione dedicata alla formazione ed all’incontro con i protagonisti del jazz. Cogliendo l’occasione di questo originale omaggio a Michel Petrucciani, sarà possibile seguire ben 4 workshop dedicati al piano, alla voce, alla batteria ed al sax. Gli incontri si terranno dalle ore 17 presso la Sala Leopoldina (Teatro Fonderia) La partecipazione è gratuita con prenotazione ainfo@scuoladimusicaamf.it

Insegnanti: Nathalie Blanc, Philippe Petrucciani, Mahu Roche, Stefano “Cocco” Cantini

Giovedì 1 agosto

Tributo a Michel Petrucciani

ore 17:00 - workshop
Sala della Fonderia Leopolda, Follonica

VOCE con Nathalie Blanc e CONTRABBASSO con Dominque Di Piazza

ore 21:30
Chiostro della Fonderia Leopolda, Follonica

PHILIPPE PETRUCCIANI - NATHALIE BLANC

Philippe Petrucciani: chitarra
Nathalie Blanc: voce
Dominique Di Piazza: contrabbasso
Manhu Roche: batteria

La voce avvolgente di Nathalie Blanc e le composizioni dalle seducenti linee melodiche del chitarrista Philippe Petrucciani. Insieme a loro, il basso di Dominique Di Piazza e la batteria di Manhu Roche. Un quartetto che presenta in musica la propria libertà espressiva, preservando chiarezza e rigore espressivo. Swing unico e scrittura originale caratterizzano la chitarra di Petrucciani e si uniscono all’atmosfera seducente e intimista creata dalla voce di Nathalie Blanc, alla tecnica impeccabile del bassista Dominique Di Piazza e al ritmo di Manhu Roche che incornicia il tutto con destrezza e swing.

Posto unico € 12/10 + d.p.

Venerdì 2 agosto

Tributo a Michel Petrucciani

ore 17:00 - workshop
Sala della Fonderia Leopolda, Follonica

BATTERIA con Mahu Roche, SAX esposizione strumenti e lezione: Stefano Cantini

ore 21:30
Teatro all’aperto Le Ferriere, Follonica

MANHU ROCHE QUARTET feat. STEFANO CANTINI, FLAVIO BOLTRO

Pierre Bethmann: pianoforte
Stefano Cantini: sax

François Gallix: contrabbasso
Manhu Roche: batteria

featuring Flavio Boltro: tromba

“Tributo a Michel Petrucciani” è l’omaggio ad un immenso artista. Un concerto che, con grande rispetto, nostalgia e stima, mantiene vivo il ricordo di un uomo straordinario, della sua gioia di vivere, della sua energia positiva e della sua musica. Pierre Bethmann, Stefano Cantini, François Gallix, Manhu Roche, insieme al trombettista Flavio Boltro, celebrano, a venti anni dalla sua morte, la ricchezza della musica di Petrucciani, la sua bellezza e complessità, patrimonio indimenticato e fonte di ispirazione. Batterista francese, Manhu Roche è uno dei musicisti europei più talentuosi e originali.

Posto unico € 18/16 + d.p.

Sabato 3 agosto, ore 21:30
Teatro delle Rocce, Gavorrano

PAOLO FRESU trio
“tempo di Chet”

Paolo Fresu: tromba, filicorno, effetti
Dino Rubino: piano e filicorno

Marco Bardoscia: contrabbasso

C’è qualcosa di evocativo e quasi di spirituale in un trio che sfrutta la grande capacità empatica dei suoi componenti per comporre arte e comunicare vita. È quello che succede quando parliamo di Paolo Fresu, Dino Rubino e Marco Bardoscia. Un trio inedito che si confronta con le reciproche esperienze dirette e con i diversi stili che caratterizzano i singoli musicisti; diversi ma perfettamente assimilabili e complementari. Il trio è stato voluto in questa forma da Fresu per l’avventura teatrale del progetto “Tempo di Chet - La versione di Chet Baker” prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano diretto da Walter Zambaldi e per la regia di Leo Muscato.

Posto unico € 22/20+ d.p.

Domenica 4 agosto, ore 21.30

Villa Ginori Conti, Castelnuovo Val di Cecina

ANTONELLA RUGGIERO trio

Antonella Ruggiero: voce
Ramberto Cimmarughi: pianoforte
Fabio Zeppetella: chitarra

Una raffinata interprete della canzone italiana: Antonella Ruggiero, voce indimenticabile che ha fondato e reso famosi i Matia Bazar in Italia e nel mondo. Insieme a lei, Fabio Zeppetella alla chitarra e Ramberto Ciammarughi al pianoforte, due autorità del Jazz nazionale, in un repertorio che spazierà dagli Anni '30 agli Anni '50, attraversando il musical di Broadway, ma anche il fado portoghese, il repertorio cubano, la canzone francese, il tango argentino e il repertorio italiano.

Ingresso libero

Lunedì 5 agosto, ore 21.30

Rocca degli Alberti, Monterotondo Marittimo

QUINTORIGO

Andrea Costa: violino

Gionata Costa: violoncello
Stefano Ricci: contrabbasso
Valentino Bianchi: sassofoni
Alessio Velliscig: voce
Gianluca Nanni: batteria

A venti anni dalla comparsa ufficiale della band sulla scena musicale italiana, il quartetto romagnolo presenta il nuovo OPPOSITES: rivisitazione di classici e dialogo con essi, in 10 cover e 11 brani originali, con la massima libertà artistica, un nuovo imponente lavoro discografico e uno spettacolo live originale e dirompente. Opposizione, giust-apposizione, contrapposizione di fenomeni artistici lontani nel tempo e nello spazio: quanto dista Duke Ellington da David Bowie? Qual è la strada più breve fra Ornette Coleman e i Rage Against the Machine? E spesso, cercano di dimostrare i Quintorigo, le distanze non sono poi così grandi e di conseguenza le opposizioni sono solo apparenti.

Ingresso libero

Martedì 6 agosto, ore 21.30

Cassero Senese, Grosseto

ALKALINE TRIO con SCOTT HAMILTON

Alessandro di Puccio, vibrafono
Alberto Marsico, tastiere
Alessandro Fabbri, batteria
Scott Hamilton: sassofono

A distanza di vent’anni dall’uscita del loro primo CD, Alkaline Jazz Trio formato dall’organo hammond di Alberto Marsico, dal vibrafono di Alessandro Di Puccio e dalla batteria di Alessandro Fabbri, si riunisce per dare di nuovo vita a quel particolare sound imbevuto di soul, bebop, blues e mainstream. Al loro fianco la partecipazione di un artista di fama mondiale: lo straordinario sassofonista statunitense Scott Hamilton.

Posto unico € 12/10 + d.p.

Mercoledì 7 agosto, ore 21:30

Piazza Solti, Castiglione della Pescaia

BAD trio

Rita di Tizio: fisarmonica

Marino Alberti: batteria

Alessio Buccella: tastiere

Un viaggio sonoro attraverso le più belle melodie internazionali rivisitate in chiave jazz: dall’Argentina con il nuevo tango, la milonga di Astor Piazzolla, le influenze jazz di Richard Galliano, attraverso la musica Latino Americana, la saudade brasiliana per arrivare a Napoli. Questo progetto vede come protagonisti la fisarmonicista Rita Di Tizio, il pianista Alessio Buccella e il batterista e percussionista Marino Alberti.

Ingresso libero

Giovedi 8 agosto, ore 21.30

Grosseto, Parco di Pietra di Roselle

SERGIO CAMMARIERE trio

Sergio Cammariere: voce/pianoforte

Luca Bulgarelli: contrabbasso

Amedeo Ariano: Batteria

Daniele Tittarelli: sax

Sergio Cammariere raccoglie in questo spettacolo tutto il suo mondo musicale, quello di cantautore e pianista: rispecchia l'animo e l'approccio musicale unici dell'artista, una perfetta combinazione tra intensi momenti di poesia, intrisi di suadenti atmosfere jazz e coinvolgenti ritmi latini che accendono il live con calde atmosfere bossanova. Nella scaletta ci sono i suoi brani più amati e nuove esaltanti creazioni, frutto di una ricerca musicale in continua evoluzione.

Posto unico € 25/22 + d.p.

Domenica 9 agosto, ore 21.30

Suvereto

STEFANO COCCO CANTINI QUARTET

‘Straight life’

Stefano Cocco Cantini: sax

Luigi Martinale: piano

Andrea Beninati: batteria

Guido Zorn: contrabbasso

Diventato ormai uno dei sassofonisti più rinomati della scena jazz italiana e non solo, Stefano Cantini ha collaborato con alcuni tra i più grandi jazzisti nazionali e internazionali, è bandleader di numerosi gruppi e sideman di altri prestigiosi musicisti. In questo nuovissimo quartetto sono con lui il pianista Luigi Martinale, il giovane batterista e violoncellista Andrea Beninati, il contrabbassista Guido Zorn. Hanno già condiviso il palco con Stefano Cantini, vantano collaborazioni con molti artisti italiani ed internazionali e un grande numero di concerti su alcuni dei palchi più importanti della scena musicale italiana e internazionale.

Ingresso libero

Sabato 10 agosto, ore 21:30

Castello di Scarlino (GR)

NICK THE NIGHTFLY

nick the nightfly: voce

claudio colasazza: piano

amedeo ariano: batteria

francesco puglisi: contrabbasso

jerry popolo: sax

Speaker radiofonico, cantante, musicista, compositore; talent scout. Nick The Nightfly è un artista poliedrico, generatore di nuove mode e gusti musicali. Conosciuto nel panorama radiofonico italiano per “Monte Carlo Night” attraverso il quale ha portato in Italia la musica new age, la fusion, la world music, la musica brasiliana, il jazz e l’acid jazz e negli ultimi anni anche i suoni del nujazz, il lounge e la chill out.

Posto unico € 15/13 + d.p.

Domenica 11 agosto, ore 21:30

Piazza Vatluna, Vetulonia (GR)

FABRIZIO BOSSO - JULIAN OLIVER MAZZARIELLO

Fabrizio Bosso: tromba

Julian Oliver Mazzariello: pianoforte

Ci sono due modi di fare le cose insieme: proseguire due strade parallele che portano alla stessa meta, oppure pedalare all’unisono. Quest’ultima è la scelta che hanno fatto Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello, e l’album “Tandem” è l’approdo naturale di un rapporto artistico già rodato, di un’unione iniziata sul palco ma che trascende le regole delle classiche collaborazioni. Un viaggio magico, una miscela di tensioni e distensioni, improvvisazioni magnifiche, lirismi ed energia pura che catturerà l’ascoltatore in un suono incantevole.

ingresso libero

Lunedì 12 agosto, ore 21:30

Parco di Fonte Vandro, Sassofortino

SILENT KING BIG BAND by Rete Musica Toscana

direzione e arrangiamento di Alberto Solari

La Silent King Big Band - nata nell'aprile 2018 da un progetto del musicista Alberto Solari che ne è il direttore - è una delle tre orchestre della Re.Mu.To. (Rete Musicale Toscana), promossa dalla Regione Toscana coinvolgendo licei musicali, conservatori e scuole di musica a indirizzo moderno. Si presenta con l'organico di una vera e propria big band e nasce come un laboratorio di esperienza di giovani talenti per un ensemble contemporaneo, affrontando nel repertorio varie componenti della musica moderna per grandi formazioni.

ingresso libero

Martedì 13 agosto, ore 21:30

Castello di Scarlino

FRANCESCO CAFISO 4TET

Francesco Cafiso: Sassofono Contralto

Mauro Schiavone: Pianoforte

Dario Deidda: Basso Elettrico

Marco Valeri: Batteria

Il Francesco Cafiso 4et, è un progetto entusiasmante che affonda le proprie radici nel jazz: lo swing, il blues e la creatività sono i veri protagonisti di questa musica. Ne fanno parte musicisti di notevole spessore artistico, dotati di particolari caratteristiche tecniche e timbriche che, oltre a generare un compatto suono di gruppo, godono di ampi spazi per improvvisare e dare il meglio di sé. Il repertorio, fresco e variegato, è interamente composto da brani originali scritti da Cafiso per questo organico, al fine di ottenere un robusto e potente impatto sonoro.

Posto unico € 15/13 + d.p.

Redazione Nove da Firenze