Rubrica — Spettacolo

France Odeon compie 10 anni

Per la speciale ricorrenza, il festival del cinema francese a Firenze propone cinque giorni di grande cinema nei tre luoghi che l’hanno reso famoso: il cinema La Compagnia (31 ottobre - 2 novembre), l’Institut Français (convegno, 2 novembre) e il Cinema Odeon (3 e 4 novembre).


Dieci anni del festival del cinema francese a Firenze. Dieci anni di crescita di una rassegna di grande qualità. I film in programma sono, infatti, una selezione della migliore produzione francese contemporanea e saranno presentati in sala dai registi, produttori o dai principali interpreti. E' davvero un’edizione ricca e variegata, con dodici film in concorso e quattro fuori concorso tra cui l’omaggio a Pascal Thomas, À cause des filles… et des garçons!? La selezione può contare su molti titoli assolutamente inediti e concessi in esclusiva a France Odeon da Movies Inspired (Première année di Thomas Lilti e La dernière folie de Claire Darling di Julie Bertuccelli con Catherine Deneuve e Chiara Mastroianni), BIM Distribuzione (Un homme pressé di Hervé Mimran con Fabrice Luchini) ed Eagle Pictures, oltre che su alcuni titoli che potrebbero, con l’occasione del Festival, trovare un distributore italiano. È questo il caso per Sauver ou périr, di Frédéric Tellier, presentato sabato 3 novembre alle 16:30 in anteprima mondiale alla presenza dell’attrice protagonista Anaïs Demoustier e di una nutrita delegazione del corpo dei Vigili del Fuoco di Firenze. Il film, infatti, racconta della vicenda di un giovane vigile del fuoco parigino.(Pierre Niney), che deve ricostruire la sua vita dopo un grave incidente sul lavoro. Altro inedito assoluto, Comme des garçons di Julien Hallard, presentato in occasione dell’evento “Groupama per il Cinema e lo Sport”, che racconta com’è nata la prima squadra di calcio femminile in Francia. Ad accogliere la protagonista femminile Vanessa Guide, saranno le calciatrici della squadra di calcio Fiorentina Women’s FC. Infine, di Philippe Le Guay, regista di Molière in bicicletta, venerdì 2 novembre alle 22.30, sarà proiettato, alla sua presenza, Normandie nue, commedia con François Cluzet e Toby Jones.

Dei titoli provenienti da Venezia, il primo novembre alle 22:15, Frères ennemis di David Oelhoffen, tra poco nelle sale italiane per i tipi di Europictures, e Les estivants di Valeria Bruni Tedeschi (Lucky Red), sabato 3 alle 22:00 al cinema Odeon. In quest’occasione, Valeria Bruni Tedeschi riceverà il premio Foglia d’Oro d’onore. Grande serata di chiusura domenica 4, a partire dalle 17:00 con Guy di Alex Lutz alla presenza del regista. A partire dalla storia del cantautore francese Guy

Jamet, dopo la consegna dei Premi Foglia d’Oro Manetti Battiloro, l’autore della colonna sonora del film, Vincent Blanchard, suonerà dal vivo, insieme ad Alex Lutz, Romain Greffe e alle coriste Alyssa Landry e Camille FavreBulle, alcuni brani del film di chiusura di France Odeon 2018.

Al grande produttore francese di origini toscane, Jean-Louis Livi, saranno consegnate le Chiavi della Città dal Sindaco Nardella sabato 3 novembre (ore 10:00) a Palazzo Vecchio. La famiglia Livi, originaria di Monsummano, fu costretta a lasciare la Toscana per sfuggire alla violenza delle squadre fasciste e si trasferì a Marsiglia, dove nacquero il padre di Jean-Louis e suo zio, Yves Montand. Alla vita del produttore di Alain Resnais è dedicato Rien n’est jamais gagné, documentario diretto da Philippe Le Guay (sabato 3 novembre, ore 10:00, cinema Odeon).

Nell’ambito dei consueti incontri di France Odeon, venerdì 2 novembre, ore 10:00 all’Institut Français si svolgerà il simposio “Italia, Francia: immaginario comune”, che si pone come obiettivo di indagare su come registi, scrittori, attori, musicisti, artisti e couturiers italiani e francesi si siano ispirati a un immaginario comune per la propria opera. Tra i partecipanti, Marc Lazar (Sciences Po-Parigi),Italo Rota (architetto e designer), Serge Brunshwig (AD Fendi), Cinzia Pasquali (storica dell’arte), Gloria Satta (Messaggero), Gian Luca Farinelli (Cineteca di Bologna) e Clet (street artist).Tra le iniziative editoriali, la pubblicazione del libro France Odeon: dieci anni di cinema francese a Firenze, curato da Valentina Grazzini e edito dalla Lorenzo de’ Medici Press. Inoltre, in collaborazione con la libreria Feltrinelli, in via de’ Cerretani 40, sabato 3 novembre alle 17:30 si terrà la presentazione del libro di Laura Morante Brividi Immorali (edizioni La Nave di Teseo).

Come ogni anno, il festival è organizzato con il sostegno di Regione Toscana, Comune di Firenze, Mibact, Institut Français di Firenze, Fondazione Sistema Toscana, Ambasciata di Francia in Italia, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Salvatore Ferragamo Parfums, Groupama, BNL. Con il patrocinio di Rai. Media partner: Rai Movie ed Elle.

Biglietti intero: euro 8, Ridotto: euro 7

Abbonamento a 5 spettacoli: euro 30

Abbonamento 10 spettacoli: euro 50

Biglietto evento di chiusura: euro 10

Spettacolo — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it