Rubrica — Editoria Toscana

Crusca: "L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti"

In occasione della XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo l’Accademia fiorentina e goWare diffondono gratuitamente un e-book


In occasione della XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo l’Accademia della Crusca e goWare diffondono gratuitamente l’e-book:

L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti a cura di Claudio Ciociola e Paolo D’Achille
dal 19 al 25 ottobre sarà possibile scaricare gratuitamente l’e-book collegandosi all’indirizzo:https://www.goware-apps.com/litaliano-tra-parola-e-immagine-graffiti-illustrazioni-fumetti-claudio-ciociola-paolo-dachille-a-cura-di/


L’Accademia della Crusca, fondata del 1583 e casa editrice fin dalle sue origini, è presente ormai stabilmente anche nell’editoria elettronica. La scelta del formato elettronico per questa pubblicazione è volta a dare la massima diffusione alla Settimana della lingua italiana, iniziativa ideata dall’Accademia della Crusca e organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, con la sua rete di Uffici all’estero (Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura).
L’e-book e il libro a stampa sono realizzati e distribuiti sui più importanti canali digitali dalla casa editrice fiorentina goWare che lavora con autori e case editrici per realizzare prodotti editoriali di qualità e consentirne la più ampia diffusione sulle piattaforme internazionali: Apple iBookstore, Amazon Kindle Store, Google Play Libri e molte altre librerie italiane e internazionali.
In Italia e nel mondo l’Accademia della Crusca è uno dei principali punti di riferimento per le ricerche sulla lingua italiana e la sua promozione nel mondo. Sostiene l’attività scientifica e la formazione di ricercatori nel campo della lessicografia e della linguistica; diffonde la conoscenza storica della lingua e la coscienza critica della sua evoluzione; collabora con le istituzioni governative ed estere a favore del plurilinguismo.
I lettori e gli studiosi interessati avranno così modo di scaricare da tutte le piattaforme presenti in ogni Paese il contenuto del libro in un formato adatto al proprio dispositivo. La distribuzione dell’e-book sarà gratuita durante la Settimana della Lingua Italiana nel Mondo (19 - 25 ottobre) e solo in seguito a pagamento. 

Come detto dal 19 al 25 ottobre sarà possibile scaricare gratuitamente l’e-book collegandosi all’indirizzo:https://www.goware-apps.com/litaliano-tra-parola-e-immagine-graffiti-illustrazioni-fumetti-claudio-ciociola-paolo-dachille-a-cura-di/
dal 26 ottobre il volume sarà in vendita al prezzo di 15 euro nella versione e-book e 35,99 euro in quella cartacea

APPROFONDIMENTO

L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti a cura di Claudio Ciociola e Paolo D’Achille
In occasione della XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, l’Accademia della Crusca ha allestito, come di consueto, un libro commissionato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Il titolo di quest’anno, che corrisponde anche al tema generale della Settimana, è L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti. Il volume, a cura degli accademici Claudio Ciociola e Paolo D’Achille, raccoglie i contributi di alcuni dei maggiori specialisti sull’argomento.

Codice verbale e codice figurativo sono distinti, ma spesso anche complementari. Parlare di graffiti, immagini e fumetti in rapporto all’italiano è un modo per ripercorrere l’intera storia linguistica nazionale, aperta dal graffito della catacomba di Commodilla a Roma, uno dei più antichi testi in volgare dell’intero mondo romanzo.
I saggi che aprono e chiudono il volume sono dedicati alle “scritture esposte” del presente e del passato, affidate non al libro cartaceo, ma ad altri materiali, per una lettura in spazi aperti, spesso pubblici. Si va dall’antico e noto esempio pittorico di una basilica romana a un bassorilievo trecentesco napoletano; da varie scritte umbre medievali e moderne al “visibile parlare” della grande pittura toscana tre-quattrocentesca, che ha in Dante un imprescindibile punto di riferimento; dalle scritte medievali destinate a usi religiosi o magici agli ex voto popolari dei secoli XVI-XIX, fino a forme contemporanee di scritte di carattere effimero, come gli striscioni di protesta, quelli esposti negli stadi, i graffiti metropolitani.

Le illustrazioni sono qui rappresentate dai manoscritti di Leonardo, dalle immagini con cui Manzoni corredò l’edizione definitiva dei Promessi sposi, dalle figure contenute in un fascicoletto del 1919, che costituisce una parodia del Vocabolario della Crusca. L’Accademia è presente anche con le sue famose “pale”, contenenti un’immagine, lo pseudonimo dell’accademico e un motto, chiave di lettura dell’immagine e del nome. Quanto ai fumetti, tre saggi documentano come vignettisti, “fumettari” e giornalisti italiani abbiano saputo declinare questa particolare tipologia di immagini a stampa in nuovi generi testuali, che coniugano testo e figura nelle forme più varie.

Indice del volume
Premessa; Pietro Trifone, Un antico fumetto in volgare: l’Iscrizione di San Clemente; Claudio Ciociola, Dante nella “poesia per pittura” del Tre-Quattrocento; Elisa De Roberto, Oltre le scritture esposte: le iscrizioni effimere e per uso privato nel Medioevo; Nicola De Blasi, Lingue in città: iscrizioni in volgare nella Napoli medievale; Enzo Mattesini, Scritture “esposte” in volgare dall’Umbria tra XIV e XVIII secolo; Andrea Felici, Tra figurare e descrivere. Un percorso tra parole e immagini nei manoscritti di Leonardo; Paolo D’Achille, Varietà di italiano (e non solo) nelle scritte degli ex voto; Domenico De Martino, «Unione d’un corpo figurato, e d’un motto, per significare qualche concetto». Le “pale” degli antichi Accademici della Crusca; Francesca Malagnini, L’irruzione dell’immagine nella parola de «I Promessi sposi»; Claudio Marazzini, Una Crusca «per far farina»: il Vocabolario e il Prestito Nazionale del 1919; Silvia Morgana, Avventure dell’italiano a fumetti; Daniela Pietrini, Verso l’italiano contemporaneo in compagnia di Topolino; Giuseppe Sergio, Giù dalle nuvole. La realtà raccontata dal giornalismo a fumetti; Domenico Proietti, Il dissenso esposto: gli striscioni dai teatri alle strade, ai balconi; Luca Ciancabilla, L’Italia sui muri. Nuove forme di scrittura-pittura fra vandalismo grafico e Graffiti-Writing; Kevin De Vecchis, Parole e immagini sugli spalti. Note linguistiche e semiotiche su striscioni e coreografie calcistiche; Referenze iconografiche.


I Curatori

Claudio Ciociola è professore onorario di Filologia italiana alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha dedicato numerosi contributi al tema delle scritture esposte, a partire dal saggio «Visibile parlare»: agenda (Cassino, Università degli Studi, 1992: già uscito, in rivista, nel 1989). Nel 1992 ha organizzato il convegno: Visibile parlare. Le scritture esposte nei volgari italiani dal Medioevo al Rinascimento (Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1997).

Paolo D’Achille è professore ordinario di Linguistica italiana all’Università Roma Tre. Ha dedicato vari studi alla lingua delle scritture esposte, sia antiche sia moderne, molti dei quali raccolti nel volume Parole: al muro e in scena. L’italiano esposto e rappresentato (Firenze, Cesati, 2012).

Redazione Nove da Firenze