"Candelora" palindroma: domenica 02 02 2020

Il 2 febbraio il calendario offre una curiosità: una data che si legge indifferentemente da sinistra a destra e viceversa. Non solo numeri: a Firenze in Battistero esiste una misteriosa scritta palindroma riferita al sole ma la più famosa è il "Quadrato magico"


Il 2020, anno bisestile, propone tra le curiosità del calendario una data palindroma che si avvicina a grandi passi, il 2 febbraio, giorno che popolarmente è detto della "Candelora": 02 02 2020. La data palindroma è quella che si può leggere indifferentemente da destra a sinistra: erano stati palindromi, ad esempio, anche il 1 febbraio 2010 (01 02 2010) e il 21 febbraio 2012 (21 02 2012).

Il 02 02 2020 sarà una domenica e religiosamente si festeggiano la Presentazione di Gesù al Tempio e la Purificazione di Maria Vergine, appunto la "Candelora" così detta perché tradizionalmente, in questo momento che avvicina alla fine dell'inverno, si accendono candele che rappresentano Cristo "la Luce del mondo".

Si tratta di una data molto importante anche dal punto di vista agricolo, un vero e proprio spartiacque. Al riguardo c'è un proverbio, molto noto: "Per la santa Candelora se nevica o se plora dell'inverno siamo fora ma se l'è sole o solicello siamo sempre a mezzo inverno".

Il palindromo non è solo numerico, è anche alfabetico e rivela una frase che resta la stessa se letta da sinistra a destra o viceversa. A Firenze in Battistero ce n'è uno, riferito all'astronomia: en giro torte sol ciclos et rotor igne che letteralmente potrebbe essere "(io) sole con il fuoco faccio girare i cerchi in modo torto e giro anch'io".

Per la cronaca, forse la più famosa antica scritta palindroma è il "Quadrato magico", che si trova ad esempio nel Duomo di Siena: sator arepo tenet opera rotas, sul cui esatto significato non ci sono certezze.

Antonio Patruno