Da domani in tutta la città divieto per i mezzi più inquinanti

I provvedimenti in vigore fino a martedì 24


PM10 — Altri quattro giorni di provvedimenti antismog, con il secondo modulo di misure contro le polveri sottili che scatterà a partire da domani fino a martedì 24 dicembre. Negli ultimi tre giorni consecutivi il Pm10 ha di nuovo superato il limite di legge (50 microgrammi al m3) e torna quindi in vigore per tutto il centro abitato il divieto di circolazione per i mezzi più inquinanti, dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30. Il divieto riguarda i motocicli a 2 tempi Euro 1; le autovetture a benzina Euro 1; le autovetture diesel Euro 2 e Euro 3; i veicoli per il trasporto merci diesel Euro 1. Restano anche gli altri provvedimenti, già in vigore dall'11 dicembre, che riguardano gli impianti di riscaldamento: la riduzione del periodo di funzionamento ad 8 ore giornaliere (salvo gli impianti a rete o condominiali gestiti con caldaia centralizzata, che possono usufruire di un periodo di 30 minuti di funzionamento preliminare per ogni fase di avvio ripetibile fino a tre volte nelle 24 ore); la riduzione della temperatura a 18° C negli edifici adibiti a civile abitazione e a 17° negli edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali ed assimilabili. Sono esclusi dalle limitazioni gli impianti installati negli edifici adibiti ad ospedali, cliniche o case di cura, scuole ed asili, oltre alle tipologie più moderne di impianti. Si ricorda infine che sono vigenti ormai da anni in modo permanente i divieti di circolazione in tutto il centro abitato per i veicoli più inquinanti: ciclomotori a 2 tempi Euro 0 e Euro 1; ciclomotori a 4 tempi Euro 0; motocicli a 2 tempi Euro 0; autovetture benzina e diesel Euro 0 e diesel Euro 1; i veicoli merci benzina e diesel Euro 0.

Il coordinamento dei comuni dell’agglomerato fiorentino - che oltre a Sesto comprende Firenze, Scandicci, Bagno a Ripoli, Signa, Lastra a Signa, Calenzano e Campi Bisenzio - ha stabilito che i blocchi del traffico scattino con apposita ordinanza e per una durata di quattro giorni ogni volta che le centraline dell’Arpat registreranno tre superamenti consecutivi dei livelli di Pm10.

A Sesto Fiorentino il vicesindaco Ivana Niccoli ha firmato questa mattina l’ordinanza che dispone il divieto di circolazione veicolare da domani, sabato 21 dicembre, a martedì 24 dicembre compreso. Il blocco è dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30 e riguarda ciclomotori e motocicli euro 1 a due tempi, autovetture a benzina euro 1, autovetture diesel euro 2 ed euro 3, veicoli per trasporto merci diesel euro 1 nell’intera area abitata della città. Rimarrà invece in vigore fino al 31 dicembre l’altro divieto, disposto nei giorni scorsi, che riguarda i medesimi veicoli con gli stessi orari ma limitatamente al centro cittadino e più precisamente nell’area compresa tra via Cafiero, viale della Repubblica, via I Settembre, viale I Maggio, viale dei Mille, viale Ariosto, via della Querciola, viale Giulio Cesare e via dell’Olmo. Sono previste le consuete deroghe per le autovetture con almeno tre persone a bordo, per i veicoli a metano, gpl o bifuel, i veicoli pubblici, di soccorso o al servizio delle persone invalide, nonché quelli utilizzati per il trasporto delle persone che si recano presso strutture sanitarie.

Redazione Nove da Firenze