New Staz: inaugurato il nuovo centro polivalente di Ponte a Greve

Asilo nido, corsi di pittura, musica e yoga per tutte le età: inaugurato il nuovo centro polivalente di Ponte a Greve. Il taglio del nastro ieri con un aperitivo insieme ai cittadini del quartiere 4 e all’assessora Giachi


FIRENZE — Firenze, sabato 12 ottobre 2013 - Un asilo nido nuovo di zecca per i bambini da zero a tre anni. Lezioni di musica per imparare a suonare gli strumenti più disparati, corsi di danza e di yoga, e poi ancora, laboratori di pittura e fotografia per tutte le età.

Non mancheranno le cose da fare a New Staz Firenze, il nuovo centro polivalente di Ponte a Greve, situato nei locali della ex scuola media di via Attavante. Erede della vecchia Stazione di Confine, la struttura è stata inaugurata ufficialmente ieri sera, con una grande festa aperta ai cittadini a cui hanno preso parte anche l’assessora all’educazione e alle politiche giovanili Cristina Giachi e il presidente del Quartiere 4 Giuseppe D'Eugenio.

Il centro, di proprietà comunale, è stato dato in concessione per cinque anni al Consorzio Metropoli, capofila di una associazione di impresa che comprende anche la Cooperativa Athenaeum e la Scuola di Musica Landini. Saranno loro a curare gran parte delle attività, coordinate dalla Cooperativa Ulisse, cui è stata affidata la segreteria. Mentre l'asilo nido, dal nome “Rosso Canarino”, situato in un'ala dell'edificio al piano terreno e già attivo dal mese di settembre, è gestito dalla Cooperativa Arca.

Dopo alcuni interventi di restyling e di abbellimento della struttura, interamente a carico dei gestori e riguardanti anche l'ottimizzazione energetica dell'edificio, su cui a breve sarà installato un impianto fotovoltaico da 20 Kilowatt che al termine della concessione rimarrà nella disponibilità del Comune, il centro è pronto a ripartire.

«Sarà uno spazio in continuo fermento creativo, con proposte di qualità – ha sottolineato l’assessora Giachi – del quale tutta la città potrà godere. Mi auguro diventi un punto di riferimento per chi non rinuncia alla cultura e cerca proposte di qualità. Si tratta di una risorsa fondamentale per il quartiere e per la città, e vederla oggi rinnovata, colorata e animata di persone e di idee è una gioia vera per me. Fu uno dei primi centri giovani che ho visitato all'inizio del mandato e oggi possiamo dire grazie alla collaborazione di tutti, di aver fatto un buon lavoro».

«New Staz Firenze – spiega il presidente del Consorzio Metropoli, Gianni Autorino – ha l'obiettivo di rilanciare una struttura che per dieci anni è stata un solido punto di riferimento per l'offerta dei servizi e l'aggregazione nel Quartiere 4 e non solo. Per riuscirci, il Consorzio, la Scuola di Musica Landini e la Cooperativa Athenaeum stanno facendo un grande sforzo, sia umano che di risorse. Ma siamo convinti che oggi più che mai, con la crisi economica che non accenna a diminuire e che continua a logorare i rapporti umani, sia necessario non smettere di investire sugli spazi di socialità, con particolare attenzione alle fasce più giovani della popolazione».

Valentina Buti

Redazione Nove da Firenze