Videominuto 2012: dal 13 al 15 settembre al Centro Pecci

Vale la pena vivere in Italia? Talk show con gli autori e il pubblico, venerdì 14 (ore 20.30) all'auditorium dell'Istituto Stensen


FIRENZE — Dal 13 al 15 settembre si svolgerà a Prato e a Firenze, la ventesima edizione di Videominuto, il festival internazionale di video da 60 sec. Quest’anno sono stati lanciati due bandi di concorso, il tradizionale “1000 euro per 1 minuto” a tema libero, dove l’unico vincolo sono i 60 sec. di durata, ed un secondo dal titolo “Italy: love it or leave it”, ispirato all’omonimo film documentario realizzato da Gustav Hofer e Luca Ragazzi. Selezionato in numerosi festival e vincitore di importanti premi, il film ruota intorno all’interrogativo se valga la pena o meno per un giovane, ma non solo, vivere in Italia. “L'alto costo della vita, l’assenza di prospettive, la crisi del mercato del lavoro, il mancato rispetto di alcuni diritti fondamentali, riescono a contrastare la bellezza del paesaggio, il patrimonio storico culturale e artistico, la cultura eno-gastronomica, la passionalità, l’entusiasmo e l’energia che si trovano in Italia?”. Sulla scia del film Videominuto, che da sempre fa da antenna di “umori” diffusi, lo ha chiesto a tutti coloro che volevano esprimere la loro opinione. I video finalisti, assieme ai migliori selezionati del concorso a tema libero, si potranno vedere durante La Notte del Minuto, sabato 15 settembre alle 21.00 nell’anfiteatro del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci (viale della Repubblica, 277 - Prato - ingresso 10 euro). Durante la serata, la proiezione One World One Minute, una selezione dei migliori video provenienti dalla rete dei festival del Minuto di tutto il mondo, curata da Georg Breusch, e VideoMinuto 20 Anni - I Vincitori, il concorso fra i vincitori delle 19 edizioni. La serata che si preannuncia dunque ricca di contenuti, sarà presentata da Nonna Mirana, la protagonista del sequel ideato da Giuliano Marrucci (autore delle Good News del programma “Report” di RAI 3), che non è nuovo agli spettatori delle passate edizioni di Videominuto. Nonna Mirana e l’autore saranno accompagnati da Tony Topazio, storico conduttore di Controradio. La premiazione dei vincitori dei due concorsi che avverrà durante la serata di sabato sarà presieduta da Gustav Hofer e Luca Ragazzi, in qualità di Presidenti di Giuria.

L’inaugurazione di Videominuto avverrà giovedì 13 settembre alle 21.30 (sale espositive Centro Pecci, ingresso libero; venerdì 14 settembre: ore 19.00 - 23.00) con il progetto “Italia Si/Italia No”. Il progetto, nato dalla collaborazione con la classe di “progettazione di eventi culturali” dello IED - Istituto Europeo di Design di Firenze, parafrasando la nota canzone di Elio e Le Storie Tese, prevedeva che si registrasse un commento di 1 minuto sul tema “vale la pena restare in Italia ?”, all’interno di una Fiat 500 d’epoca, proprio il tipo di auto che i registi del docu-film hanno usato per le loro riprese, trasformata per l’occasione in una sala riprese. L’allestimento, in una delle sale del Centro Pecci, prevede la ricostruzione in scala di un campo da tennis con la rete al centro, che ricrea una partita immaginaria in cui i video, pro e contro, si sfideranno. Sempre nelle sale espositive (aperte anche il 14 - 15 settembre con orario 19.00 - 23.00 - ingresso libero) si potranno vedere One World One Minut in versione estesa, una selezione dei dieci anni di One Minute Suite (“piccole suite per occhi e orecchie”), una produzione originale Videominuto curata da Andrea Mi, e una retrospettiva del video-autore Marco Puccini. Sempre giovedì 13 alle 23.00 (anfiteatro del Centro Pecci - ingresso libero) in collaborazione con Pecci Bar, il live dei FRANK SENT US. Da Roma un esplosivo mash-up audiovisivo elettronico fra citazioni cinematografiche mixate dal vivo, videogame e cultura pop

Venerdì 14 settembre alle 20.30 all’Istituto Stensen (viale Don Minzoni 25 - Firenze - ingresso libero), sarà proiettato il documentario “Italy: love it or leave it” di Gustav Hofer e Luca Ragazzi, a seguire, alle 22.00 un talk show sul tema, curato da Raffaele Palumbo, con gli autori e Alessandro Rosina, docente dell’Università Cattolica di Milano e co-autore del libro “L’Italia non è un paese per giovani”. A seguire la proiezione di una selezione dei video del progetto “Italia SI/Italia NO”.

Redazione Nove da Firenze