Vino ad Arte: il 9-11-12-13 dicembre in 22 musei della Toscana

22 musei in tutta la Toscana apriranno gratuitamente le loro porte in occasione di Vignaioli & Vignerons. Una occasione unica per visitare e scoprire luoghi insoliti e poco conosciuti


Firenze, 5 dicembre - Nei giorni del 9-11-12 e 13 dicembre sarà possibile degustare un calice di ottimo vino aggirandosi tra le opere di grandi artisti di livello internazionale e di tutte le epoche. In compagnia di direttori e curatori delle collezioni, con ingresso gratuito, si potrà ammirare un kantharoi etrusco ed un’anfora romana, oppure preziosi tessuti degli Zar; scoprire la vigna che forniva il vino a Galileo; le damigiane impagliate dai mezzadri e i vetri preziosi e leggiadri che contenevano nettari pregiati. Questo e molto altro ancora succede a “Vino ad Arte”, la kermesse che propone degustazioni esclusive e visite speciali in 22 musei della Toscana per “Vignaioli & Vignerons” l’evento dedicato al mondo della vite e del vino promosso da Regione Toscana, Slow Food, Fondazione Sistema Toscana e Arsia.


Sono 22 eventi nel segno del vino e dell’arte ambientati nei musei della Toscana, dove si conservano le tracce di una memoria e di una cultura in grado di accrescere il piacere di degustare i grandi vini toscani.

Un calice di Chianti Classico, nel segno della tradizione, accompagnerà così la visita al Castello di Ama per l’Arte Contemporanea di Gaiole in Chianti (Firenze), mentre il Carmignano Docg si abbinerà alle opere di artisti contemporanei di livello internazionale al Centro Luigi Pecci di Prato. E se il Brunello accoglierà i visitatori al Museo del Vetro e della Bottiglia di Castello Banfi a Montalcino (Siena), il Museo della Vernaccia a San Gimignano (Siena) proporrà degustazioni esclusive del suo storico vino bianco Docg, i profumi e il gusto del Chianti Colli Fiorentini Docg si potranno ritrovare al Museo Archeologico Nazionale a Firenze e quelli dell'Orcia Doc al Museo Santa Maria della Scala di Siena. Ma in occasione di “Vignaioli & Vignerons”, saranno davvero tanti i musei che apriranno le loro porte ai grandi vini toscani: dal Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona al Museo di Storia Naturale della Maremma a Grosseto; dal Museo Ardengo Soffici a Poggio a Caiano, al Frantoio Consortile della Valbisenzio di Vaiano, fino al Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino, il Museo della Vite e del Vino del Chianti Rufina a Rufina, il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo a Livorno, il Museo Archeologico del Territorio di Populonia di Piombino, insieme al Lucca Center of Contemporary Art, il Museo del Castello Malaspina a Massa, Palazzo Fabroni a Pistoia, il Museo della Mezzadria di Buonconvento, il Museo del Tartufo a S. Giovanni d'Asso. Infine a Firenze dal Museo Casa Siviero alla Sinagoga e al Museo di Arte e Storia Ebraica di Firenze, dove si celebrerà simbolicamente un connubio tra i vini Kosher e le grandi denominazioni toscane.

Da non perdere i due appuntamenti al Museo del Tessuto di Prato dove ammirando i tessuti degli Zar attualmente in mostra, mercoledì 9 dicembre alle ore 21.00 si potranno degustare acqueviti, abbinate a cioccolato mentre venerdì 11 dicembre alle ore 19.00 vini toscani abbinati a formaggi, come ai tempi delle ambascerie russe.


“Vignaioli & Vignerons”, dieci giorni di eventi in Toscana dedicati al mondo della vite e del vino: dal 4 al 13 dicembre, palazzi, cantine, musei e piazze di oltre 60 comuni toscani, ospiteranno incontri, convegni, laboratori, degustazioni, mostre, wine talks e mercati, che animeranno la prima manifestazione in Italia dedicata alla cultura del vino nelle sue molteplici espressioni, promossa da Regione Toscana, Slow Food, Fondazione Sistema Toscana e Arsia (info e programma completo).


Ester Di Leo

Redazione Nove da Firenze