Toscana: nasce portale su Ict, vetrina per investimenti dall'estero


Nasce un nuovo portale dedicato agli investitori internazionali interessati ad investire nel settore toscano dell'Ict. Il sito fornisce informazioni sul settore, sui progetti toscani d'eccellenza, sulle opportunità di investimento. Oltre 100 laboratori, circa 15 centri di ricerca qualificati, 7 dipartimenti universitari attivi nella ricerca, 7800 ricercatori, quasi 12000 impiegati in ricerca e sviluppo: sono alcuni dei numeri del sistema toscano dell'Ict, che trova in Pisa (Universita', Scuola Sant'Anna,Scuola Normale Cnr), Firenze (Universita', CNIT- National Inter-university Consortium for telecommunications e MICC - Media Integration and Communications Center) e Siena (Universita') le realtà più significative. I laureati in discipline tecniche e scientifiche negli atenei toscani sono circa il 40,8%. A Navacchio, Pontedera Peccioli e Livorno si trovano i più importanti parchi e centri scientifici e tecnologici. Le società attive nell'Ict sono circa 1150. Yahoo!, Microsoft, Alcatel-Lucent, Marconi-Ericsson, Ibm, Nokia, Hitachi e Siemens sono alcune delle aziende che già hanno investito o che stanno portando le loro attivita' in Toscana.

Redazione Nove da Firenze