Rubrica — LifeStyle

Yoga, Shiatsu e trattamenti gratuiti a Firenze

Conferenze e workshop presso l'Accademia Italiana Shiatsu. Wanderlust, l'evento mondiale di fitness, cibo salutare al Parco delle Cascine il 22 settembre. Vegan brunch e arti marziali al parco dell’Anconella Garden con la Festa del Benessere del Quartiere 3


L’Accademia Italiana Shiatsu Do, la più importante e diffusa scuola di Shiatsu italiana, presenta il Mese dello Shiatsu Do. Dal 15 settembre al 15 ottobre, all’Accademia Italiana Shiatsu Do di via F. Martini, 4/a sarà possibile provare gratuitamente i benefici dello Shiatsu e seguire una serie di eventi, sempre a ingresso libero, dedicati alla disciplina: sarà possibile ricevere trattamenti dalle mani esperte di Operatori ed Insegnanti, imparare le tecniche base in workshop dedicati, partecipare a lezioni aperte e alle serate di pratica per allievi dei Percorsi Professionali. Lo Shiatsu è una passione per 600 mila persone che in Italia lo praticano abitualmente. Tra le discipline del benessere è il rimedio antistress preferito dagli italiani e adatto a tutti, adulti e bambini, anziani e adolescenti, anche donne in gravidanza. Questa pratica manuale Giapponese fin dalla sua nascita, risalente al periodo tra le due guerre mondiali, si è caratterizzata per la staticità della pressione che viene portata perpendicolarmente alla superficie del corpo, comodamente vestito. Nella disciplina non esistono sfregamenti, manipolazioni, utilizzo di oli o altro. Le pressioni entrano in profondità senza scivolare sulla pelle e producono uno stimolo a cui l’organismo della persona trattata “risponde”, recuperando e manifestando dal profondo le proprie risorse vitali. L’Accademia Italiana Shiatsu Do con 20 sedi, 2000 associati e oltre 40 istruttori professionisti è la principale scuola di Shiatsu italiana ed europea. Fondata nel 1985 da operatori e istruttori professionali ha lo scopo di diffondere lo Shiatsu attraverso la formazione e la pratica, nel rispetto della tradizione giapponese, proponendo un percorso didattico che accompagna l’allievo in un apprendimento della disciplina molto graduale. Il metodo di insegnamento, collaudato in oltre 1000 corsi amatoriali e 700 corsi professionali, è basato sul “fare”, cioè sulla proposta concreta di acquisire abilità reali in un training di esperienze pratiche incentrate sui Kata (forme di trattamento “ottimale” codificate nella pratica collettiva di anni) che accompagnano l’allievo in tutte le fasi dell’apprendimento.

Wanderlust, leader globale dello yoga lifestyle ha annunciato le date italiane 2019 di Wanderlust 108, l’unico Mindful Triathlon al mondo, prodotto, per l’Italia, in partnership con Adidas. Il primo appuntamento sarà a Firenze, nel Parco delle Cascine il 22 settembre. La manifestazione, è giunta alla sua terza edizione in Italia, ma Wanderlust già da 10 anni porta il Mindful Triathlon nei più importanti parchi del Mondo. 5 km di corsa o camminata guidata dagli adidas runner, 90 minuti di yoga e una meditazione guidata. L’esperienza che Wanderlust offre è un’esperienza immersiva di sfida e ispirazione, per trovare e riconoscere la versione migliore di ognuno. In un’unica giornata i partecipanti potranno anche rilassarsi con musica, cibo salutare, mercatini artigianali. Un lungo momento di evasione per prendersi cura di sé. Siamo tutti diversi, con esigenze e motivazioni diverse. È per questo che Wanderlust 108 prevede per la giornata anche workshop e attività di benessere esperienziale, grazie alle attività “The Uncommons”: aerial yoga, acro-yoga, hooping, meditazione con campane tibetane, lezioni di yoga con i migliori insegnanti a livello internazionale. Ci saranno inoltre diversi e interessanti speeches i cui temi saranno principalmente incentrati sul miglioramento di sé attraverso uno stile di vita sano e sostenibile, la meditazione e la pratica dello yoga, ma non solo. Durante gli eventi Wanderlust 108 di Milano e Roma, adidas, in qualità di main partner, organizzerà attività coinvolgenti e immersive, portando i partecipanti a fare il pieno di sport e benessere. I capi della collezione co-brandizzata Adidas x Wanderlust includono articoli prodotti con materiale “Parley Ocean Plastic™”, realizzati riciclando i rifiuti di plastica recuperati dagli oceani. I capi della collezione co-brandizzata adidas x Wanderlust includono articoli prodotti con materiale “Parley Ocean Plastic™”, realizzati riciclando i rifiuti di plastica recuperati dagli oceani. 

Yoga, arti marziali, discipline olistiche e un vegan brunch nel parco: è la Festa del Benessere del Quartiere 3, sabato 14 e domenica 15 settembre, protagonista degli appuntamenti della settimana di Anconella Garden, lo spazio estivo nel polmone verde di Firenze sud. Ad arricchire gli eventi dal 10 al 15 settembre, il monologo teatrale con Gaia Nanni, cinema e rugby, uno spettacolo sulle alluvioni di Firenze, il concerto dell’Associazione Musicale Fiorentina. Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Martedì 10 settembre alle ore 21 appuntamento con il monologo teatrale “Gli ultimi saranno gli ultimi” di Massimiliano Bruno, regia di Marco Contè e con Gaia Nanni. Storia di un’operaia incinta che si ritrova disoccupata alla vigilia del parto. La donna è disperata e la sua reazione è improvvisa: irrompe sul posto di lavoro e prende in ostaggio la responsabile del suo licenziamento. Una vicenda vissuta tutta in una notte, in cui si incrociano i destini di uomini e donne normalmente distanti tra loro. Una sola attrice in scena interpreta tutti i protagonisti di questa storia in un monologo esilarante e dissacrante. Mercoledì 11 settembre dalle ore 21, serata dedicata a cinema e sport a cura di Anemic, con la proiezione del film “Asini” di Antonello Grimaldi, con Claudio Bisio, Renato Carpentieri, Giovanna Mezzogiorno, Fabio De Luigi, Libero de Rienzo, Valerio Mastandrea, pellicola italiana dedicata al rugby, a seguire incontro con alcuni rappresentanti dell’A.S.D. Sesto Rugby. Giovedì 12 settembre alle 21.15, in collaborazione con l’Associazione musicale Fiorentina, concerto di Musica Insieme, dirige il maestro Gianni Pantaleo. Venerdì 13 alle ore 21.30 si terrà la seconda tappa di un percorso a cura del Teatro L’Affratellamento, tutto dedicato al fiume Arno e alle alluvioni che hanno segnato la storia di Firenze, questa volta la data protagonista sarà il 13 settembre 1557. “L’Alluvione” è un viaggio nella storia, una scritta appesa ad una bottega: “Oggi umido”. Ma anche un ritratto contemporaneo dell’evento catastrofico che ha colpito Firenze il 4 Novembre 1966, il frutto delle emozioni suscitate dalle sensazioni e i racconti degli abitanti della struttura socio-sanitaria RSA “Il Giglio”. O più semplicemente: L’Alluvione è uno spettacolo che racchiude l’esigenza di condividere e tramandare questo evento storico. A condurre il viaggio è Alessio Martinoli, in collaborazione con Anna Maria Ferrigno. Sabato 14 dalle ore 17 e domenica 15 settembre dalle ore 10, saranno tutti dedicati allo star bene con “La Festa del benessere” due giorni a cura del Quartiere 3, in cui associazioni e operatori impegnati nelle discipline olistiche, nelle arti marziali e nell’equilibrio psico- fisico, faranno conoscere le proprie attività attraverso incontri, dimostrazioni e prove pratiche. Domenica 15 in programma anche un vegan brunch e un incontro con il Dott. Vasco Merciadri, medico chirurgo espero in medicina naturale e omeopatica, che dalle ore 11, spiegherà le basi scientifiche ed etiche dell'alimentazione naturale. In occasione della Festa del Benessere di Firenze, Progetto Vivere Vegan sarà presente come anello di unione fra il tema del rispetto degli animali e il benessere delle persone umane. Alle ore 12 sarà possibile fare il brunch (al costo di €15), sarà possibile assaggiare: pancake e bis di formaggi vegani dell’azienda Pangea da abbinare a succo d’acero, marmellata di arance e frutta di stagione; lasagna con ragù vegetale; crostini con pomodorini sott’olio; toast e mousse di carote e barbabietola; fagottino con tofu e spinaci; cestini di fillo all'ortolana; cruditè di cavolo cappuccio e maionese. Il tutto da gustare accompagnato da caffè americano, orzo o tè. Per il brunch è necessario prenotarsi tramite mail a: info@viverevegan.org o tramite WhatsApp allo 3393755580.

Redazione Nove da Firenze