Rubrica — Agroalimentare

Unione Comuni Mugello: valorizzare latte, tutelare filiera e allevatori

In Consiglio due interrogazioni e un ordine del giorno approvato all'unanumità


La valorizzazione del latte di qualità prodotto nel Mugello e la tutela della filiera e degli allevatori locali. Due questioni legate l'una all'altra e su cui il territorio non deve mollare la presa. A riaffermarlo nella seduta del Consiglio dell'Unione dei Comuni, svoltasi in videconferenza ieri, sono stati il presidente Philip Gian Piero Moschetti e l'assessore all'Agricoltura Federico Ignesti. E delle due questioni ha discusso a lungo il Consiglio con le interrogazioni dei gruppi Dicomanocheverrà e Centrodestra Mugello-Alto Mugello e l'ordine del giorno presentato dal gruppo Centrosinistra per l'Unione Mugello-Democratici e Socialisti, che, con due emendamenti dei gruppi Mugello in Comune e Centrodestra, è stato approvato all'unanimità.

Il documento fissa una serie di impegni per l'Unione dei Comuni. Il primo: chiedere con forza al Comune di Firenze, Regione Toscana e Camera di Commercio (soci toscani di Cli) quale strategia politica intendono mettere in atto per tutelare l'intera filiera del latte del Mugello e di vigilare sull'operazione Newlat su Centrale del Latte Italia. Il secondo: richiedere agli allevatori e alle cooperative di conferimento di formalizzare un tavolo istituzionale con la proprietà della Centrale del Latte sulle prospettive di sviluppo del latte del Mugello come condizione da porre per l'accettazione del nuovo prezzo 1 aprile-31 dicembre 2020. Il terzo: monitorare e tutelare la corretta valorizzazione di base del latte ai conferitori per mantenere inalterata la qualità del prodotto resa dalle condizioni del territorio, tipologia di allevamento e professionalità degli allevatori di filiera, con un necessario valore di base più alto che la Cli dovrebbe riconoscere anche in considerazione del valore commerciale superiore del “Made in Toscana”. Il quarto: richiedere un tavolo di confronto con Mukki, allevatori, tutte le associazioni di categoria e tutti i soggetti coinvolti su nuove soluzioni strategiche e politiche d'investimento per valorizzare l'eccellenza della produzione locale del latte anche attraverso la trasformazione e prodotti lattiero-caseari.

Redazione Nove da Firenze