Spostamenti e attività in Toscana, c'è una nuova ordinanza

Disposizioni Covid, il presidente Giani riapre le toelettes per animali, permette laboratori e stage in presenza nei corsi di formazione professionale e consente maggiore libertà di movimento tra Comuni per alcune tipologie. Si può raggiungere le seconde case


Nell'ambito delle disposizioni in periodo Coronavirus, il presidente della Toscana Eugenio Giani ha firmato una nuova ordinanza che regolamenta gli spostamenti e le attività. 

Eccola nella sintesi fornita stamattina dallo stesso Giani. 

"✅Sono consentiti gli spostamenti in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione: 

🔸 Per raggiungere seconde case, camper o roulotte, imbarcazioni di proprietà per manutenzione e riparazione in tutta la Regione;

🔸 In comuni limitrofi per prodotti necessari alle proprie esigenze o per maggiore convenienza economica;

🔸 Per andare a trovare figli presso l’altro genitore;

🔸 Per coltivare il terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo;

🔸 Per l’attività di raccolta tartufi, funghi e pesca esclusivamente a titolo professionale fuori dal comune di residenza;

🔸 Per accudire gli animali allevati.


🟢 È consentito lo svolgimento dell’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali.


🟪 Nei corsi di formazione professionale sono consentite in presenza le attività di laboratorio e gli stage. Tutte le altre attività si svolgono a distanza. L’attività di scuole di musica, di pittura, di fotografia, di teatro, di lingue straniere e altri corsi, compresi gli eventuali esami, è svolta a distanza se collettiva o in presenza se individuale.
🔷 Gli spostamenti devono essere autocertificati indicando tutti gli elementi necessari per la relativa verifica".

La Toscana, lo ricordiamo, tornerà zona arancione dalla seconda metà della prossima settimana, precisamente secondo quanto indicato da Giani da venerdì 4 dicembre. 

Il presidente della Regione nella diretta Facebook di ieri sera ha anche fatto balenare la possibilità di un ritorno veloce in zona gialla, se i termini indicati nel prossimo Dpcm del premier Conte saranno diversi dal precedente, in particolare per quanto riguarda i tempi di passaggio da una zona all'altra che finora sono stati 14 giorni. 

Antonio Patruno