Rubrica — LifeStyle

Pitti Uomo 95: a Firenze i grandi nomi del fashion design

Focus sulla ricerca a tutto campo, in Fortezza, con un editing sempre più accurato della sua geografia, con nuovi layout e inedite modalità di presentazione. Agenzia ICE e Pitti Immagine di nuovo insieme. Le anticipazioni di 1.230 marchi di cui 542 esteri su una superficie espositiva 60.000 metri quadrati per 36.000 visitatori in totale del salone (oltre 25.000 i compratori all’ultima edizione invernale, dei quali 9.200 i buyer dall’estero)


FOTOGRAFIE — Pitti Immagine Uomo, la manifestazione di riferimento a livello globale per il menswear e il lifestyle contemporaneo è a Firenze dall’8 all’11 gennaio 2019. Un mondo che di edizione in edizione si evolve, per rappresentare i movimenti più attuali della moda attraverso progetti dallo stile unico. Una geografia degli spazi sempre più precisa, che riflette da una parte il lavoro accurato di definizione delle sue sezioni, dall’altra lo studio di nuove modalità di presentazione. Con display e progetti di allestimento concepiti per raccontare al meglio brand mix inediti, ma anche nuove identità della moda uomo. A questa edizione, un focus sulle sezioni che declinano la ricerca nel menswear oggi e sulle aree più forward-thinking: progetti che coniugano passione outdoor e attitudine fashion, raccontano le nuove anime del guardaroba athletic-minded e svelano la creatività di giovani artigiani globali. Accanto alla nuova generazione di talenti dal Nord Europa e dal Far East, lo streetstyle di alta gamma e le punte del design più cutting-edge. Tutto questo senza dimenticare il cuore della tradizione di Pitti Uomo, l’eccellenza delle aziende del nuovo classico, insieme ai brand che incarnano la modernità dello sportswear. Con l’atmosfera unica della Pitti Experience, che a gennaio sarà ulteriormente valorizzata sul fronte digitale da e-PITTI.com, con il go live dei brand anticipato ai giorni del salone.

IL CONTRIBUTO STRAORDINARIO DI MISE E AGENZIA ICE

Questa edizione di Pitti Immagine Uomo beneficia del contributo straordinario del Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia ICE, nell'ambito del Piano Speciale 2018-2019 a sostegno delle fiere del Made in Italy. Il contributo è dedicato al potenziamento delle attività di ospitalità, media relations e pubblicità. Dal 2014, l’importante lavoro di squadra ha beneficiato anche del supporto dell’Agenzia ai grandi eventi fieristici italiani, destinato inizialmente a Pitti Uomo e successivamente esteso agli altri eventi organizzati da Pitti Immagine: Pitti Bimbo, Pitti Filati e Super. Anche quest’anno, il contributo dell’Agenzia ICE consentirà di sostenere le manifestazioni fieristiche fiorentine - che si svolgeranno da gennaio 2019 – con la realizzazione di missioni di incoming per buyers e giornalisti esteri e nell’organizzazione di eventi ed attività di comunicazione ad ampio respiro. L’Agenzia ICE interviene con il fine di sostenere il rafforzamento dell'offerta e dell'immagine del Made in Italy nel mondo attraverso l'aumento del grado di internazionalizzazione dei buyers (oltre 200) e l'innalzamento della qualità degli espositori in termini di contenuti moda, ricerca e innovazione. L’allargamento a nuove aree geo-economiche ha consentito di invitare rappresentanti di paesi dell’Europa e dell’Europa dell’Est, del Sud-Est asiatico e dell’Asia continentale, del Medio Oriente, dell’Africa, dell’Oceania, del Sud America e Nord America, per un totale di oltre 25 paesi coinvolti. Da segnalare, le iniziative di promozione e valorizzazione tematiche che, quest’anno saranno dedicati ad Aldo Maria Camillo per il Pitti Italics Special Event, al progetto streetstyle e arte di Slam Jam e alla sfilata degli allievi del Master in “Maglieria, Creative Knitwear Design” di Accademia Costume & Moda di Roma.

Gli eventi speciali di questa edizione:

Y/PROJECT, MENSWEAR GUEST DESIGNER PITTI UOMO 95

Il designer belga Glenn Martens, direttore creativo di Y/PROJECT, fashion brand basato a Parigi, presenterà la nuova collezione uomo Y/PROJECT 2019/2020 a Firenze, con un evento speciale in occasione di Pitti Uomo. Vincitore lo scorso anno del prestigioso Andam Fashion Award, Y/PROJECT è considerato una delle voci più originali della scena fashion contemporanea.

ALDO MARIA CAMILLO, PITTI ITALICS SPECIAL EVENT di PITTI UOMO 95

Pitti Uomo invita Aldo Maria Camillo per l’esordio assoluto del brand che porta il suo nome: ALDOMARIACAMILLO. Dopo un percorso professionale ricco di prestigiose collaborazioni - da Ermenegildo Zegna a Valentino, da Cerruti a Berluti - il designer italiano presenta, attraverso un evento speciale allo Spazio Alcatraz della Stazione Leopolda, la sua prima collezione, concepita come un ideale guardaroba dell’uomo moderno.

SLAM JAM CELEBRA L’URBAN CULTURE A PITTI UOMO 95ASSIEME A CARHARTT WIP, NIKE E STUSSY: CONNECTING TRIBES OF LIKE-MINDED PEOPLE ACROSS THE WORLD FOR OVER THIRTY YEARS

Arte, moda, musica e sport saranno al centro dell’evento speciale e dell'esperienza multidisciplinare con cui Slam Jam celebra tre decadi di approccio unico allo stile e alla urban culture. Nei giorni di Pitti Uomo 95, Slam Jam collaborerà con alcuni dei suoi partner più consolidati - Carhartt WIP, Nike e Stussy – per una serie di interventi multidisclipinari all’interno dei suggestivi spazi del Museo Marino Marini, che dialogheranno con lo spazio museale e la collezione permanente. E ancora: un Museum Shop a cura di Slam Jam presenterà oggetti esclusivi e creati per l’evento. L’evento speciale di opening sarà martedì 8 gennaio, e nei giorni del 9 e 10 gennaio il progetto espositivo sarà aperto al pubblico.

Tra gli eventi speciali in occasione di Pitti Uomo:

IL GUCCI GARDEN PRESENTA IL NUOVO ALLESTIMENTO DI DUE SALE DELLA GALLERIA

Il prossimo 8 gennaio, in occasione di Pitti Uomo 95, Gucci presenta il nuovo allestimento espositivo delle Period Room del Gucci Garden, all'interno dello storico Palazzo della Mercanzia in Piazza della Signoria, che subentra all’omaggio a Bjork inaugurato a giugno. Sempre in questa occasione nuovi interventi murali occupano le zone di passaggio tra i vari piani del Gucci Garden: la storia della creazione di Jayde Fish e le frasi immaginifiche di Coco Capitán cedono il passo a una serie di walls inediti, realizzati da due artiste, capaci di coinvolgere il visitatore e di colloquiare con le finestre che si aprono su Piazza della Signoria, stabilendo un contatto tra gli spazi di transito del Gucci Garden e lo spazio brulicante della piazza. Inoltre, nella boutique del Gucci Garden, sarà presentata una selezione di oggetti e capi di abbigliamento con le immagini di un artista che per la prima volta collabora con la Maison.

Gli eventi al Dogana hub

Art-Meets-Fashion”: il progetto speciale firmato Haculla

Haculla, brand ispirato dal lavoro dell’artista di strada Harif Guzman e ideato dal direttore creativo Jon Koon, sarà protagonista di un progetto-evento capace di coniugare arte e moda negli spazi della Dogana. Un'installazione artistica dedicata alla continua evoluzione della street art newyorchese e alla sperimentazione di materiali innovativi. E poi il fashion show della collezione FW 2019 nella quale Koon riflette sull'evoluzione di Guzman come artista.

CONCEPT KOREA presenta la sfilata di Beyond Closet

Grazie a una nuova collaborazione con KOCCA - Korea Creative Content Agency, Fondazione Pitti Immagine Discovery torna ad accendere i riflettori sui più interessanti brand dalla Corea del Sud - da varie stagioni una delle realtà più dinamiche della ricerca fashion - con il progetto Concept Korea. A questa edizione, il 9 gennaio alla Dogana, sale in passerella la collezione di Beyond Closet.

THE PITTI BOX: tema guida di questa edizione

The Pitti Box è un tributo al carattere comune di tutti i saloni di Pitti Immagine: quello di essere delle Surprise Box, straordinari contenitori di idee e di novità da aprire e cambiare di stagione in stagione per raccontare le più nuove vibrazioni di moda e lifestyle. Il Piazzale Centrale della Fortezza da Basso diventa una grande arena coperta dedicata alla condivisione - tra cibo, idee e momenti relax - mentre altre “Box”, funzionali e divertenti, attraversano la geografia del salone e dei suoi padiglioni. Una di queste scatole sarà una speciale video-art gallery per offrire ai visitatori un’esperienza ad alto quoziente energetico-emotivo. Il tutto in un set design concepito e curato dal life-styler Sergio Colantuoni. The Pitti Box si collega con il nuovo digital art project della campagna pubblicitaria dei saloni. Regia e montaggio: Marco De Giorgi. Fotografia: Davide Gatti. Musica: Chapel One.

Inside / Outside

Si arricchiscono le modalità di presentazione delle aziende a Pitti Uomo, attraverso installazioni-evento o spazi dal layout sempre più interattivo e scenografico; ma anche scegliendo spazi-satellite esterni e vicini alla Fortezza, location ideali per il lancio di capsule e progetti specifici:

_ Tra passato e futuro, a 50 anni dallo sbarco di Armstrong sulla Luna, Moon Boot celebra i 50 anni del brand con un progetto-evento alla Stazione Leopolda e uno spazio indipendente in Fortezza;

_ Alla Sala Ottagonale, Woolrich presenta il suo nuovo corso, con un’estetica rinnovata dall’immagine al prodotto e invita a un’immersione nell’universo stilistico del brand; un’installazione evento, con un focus sul freddo e sulla performance, che è anche una modalità innovativa di interpretare lo spazio espositivo;

_ Diadora, brand affermato worldwide per le sue collezioni sport e lifestyle, rende omaggio ai suoi 70 anni attraverso l’arte contemporanea, con l’esposizione It Plays Something Else. La mostra si sviluppa intorno all’idea di velocità come elemento comune agli sport di cui il marchio è stato punto di riferimento negli ultimi settant’anni;

_ Ecoalf, azienda pioniera del fashion sostenibile, ritorna a Pitti Uomo per lanciare una capsule 100% made in Italy interamente creata con materiali sostenibili e riciclati da un lavoro a quattro mani della super stylist Ana Gimeno e l'eco-designer Tiziano Guardini. Con una doppia location: lo stand in Fortezza e la capsule alla Limonaia di Villa Strozzi.

Special highlights di Pitti Uomo: anteprime, debutti e co-lab

_ Herno presenta la collezione Herno Laminar – Sartorial Engineering all’interno di uno spazio espositivo dedicato in Fortezza. Una evoluzione della linea Herno Laminar, di grande successo internazionale, lanciata nel 2012 proprio a Pitti Uomo. La collezione AW19, grazie al know-how aziendale, alla ricerca costante di tecnologie innovative e all’impiego di materiali sempre più performanti, svela capi che uniscono storia e innovazione, definendo un nuovo gusto;

_ Barbour, il giaccone cerato simbolo dell’abbigliamento casual in tutto il mondo, festeggia 125 anni. A Pitti Uomo, una grande zona di WP Area sarà dedicata a questo anniversario, con il lancio di una collezione di capi iconici rivisitati ad hoc, una capsule collection in collaborazione con il designer Daiki Suzuki, una nuova linea per le temperature più rigide e un’esposizione di capi d’archivio;

_ Allegri svela a Pitti Uomo la nuova collaborazione con Cottweiler, il brand inglese disegnato da Ben Cottrell e Matthew Dainty. Nasce Cottweiler for Allegri: heritage e design moderno si uniscono alla luce di una nuova estetica tra stile, eleganza e funzionalità, in una capsule di dieci raincoat molto speciali. La tradizione Allegri si combina alla visione futuristica dello sportswear tailoring, per un nuovo concetto di outerwear metropolitano;

_ John Varvatos Enterprises, lifestyle brand globale, celebra la sua partecipazione a Pitti Immagine Uomo per la stagione AW19 mettendo in scena la nuova collezione attraverso una speciale installazione allo Spazio dello Sprone;

_ JOOP!, brand tedesco high profile, sinonimo di stile e di qualità dall’imprinting contemporaneo, presenta a Pitti Uomo la collezione AW19 Urban Ambassadors e la Jeans Capsule Collection Re-Invent – 1988 Original;

_ Rewoolution presenta la linea activewear che rivoluziona l’abbigliamento tecnico per lo sport e il tempo libero. Collezione di capi altamente performanti e sostenibili realizzati nel rispetto degli animali e dell’ambiente, Rewoolution si rivolge agli sportivi, agli amanti dell’outdoor, ma anche a chi vive la città con dinamismo.

_ il lancio della collaborazione Rossignol x Philippe Model Paris, con un'installazione al giardino di Villa Vittoria, introduce una limited edition che coniuga il know how e l’innovazione Rossignol con l’estetica e l’eccellenza artigianale di Philippe Model Paris. E ancora, Philippe Model Paris è presente in Fortezza con il progetto Montecarlo: un nuovo concept di running dal design innovativo che segna l’evoluzione del brand verso un urban mood contemporaneo;

_ Les Hommes Group sceglie la piattaforma di Pitti Uomo per lanciare due importanti progetti: la nuova linea contemporary LHU URBAN dall’anima metropolitana e la nuova collaborazione con un brand iconico dello sport come Sergio Tacchini, da cui nasce COLLAB SERGIO TACCHINI LES HOMMES, nuova capsule dall’anima active;

_ Ben Sherman, iconico marchio britannico, torna a Pitti Uomo raccontando il suo stile e celebrando oltre cinque decadi di shirt-making all’interno di uno spazio ai Magazzini Teatro;

_ agli Archivi 3, Best Company rivisita in chiave 2.0 i suoi ricami d’archivio su una collezione di felpe easy-chic e guarda al futuro con una capsule di capispalla high-tech, creata dal designer giapponese Ono;

_ sempre nello spazio degli Archivi 3, Ellesse presenta una collezione giovane, urban e stylish e rinnova il suo stile partendo dall’heritage che ne ha fatto una delle realtà iconiche dello sportswear;

_ all’interno della sezione I Play, il brand canadese Mackage punta sull’impatto scenografico della nuova location alle Grotte, nell’area Monumentale, per presentare con la collezione AI19 il suo DNA e la sua evoluzione stilistica attraverso un’esperienza immersiva;

_ uno spazio indipendente al Piano Attico diventa habitat naturale per la collezione Vilebrequin Denim - prodotta e distribuita da Giada Spa - un look denim che traspone, anche nel jeans, il DNA del marchio francese, celebre in tutto il mondo per i suoi costumi da bagno;

_ Eleanor McDonald, giovane designer londinese che si è recentemente aggiudicata un “ITS Award” e il premio della Camera Nazionale della Moda Italiana, grazie al supporto della divisione Tutorship di Pitti Immagine presenterà una speciale capsule negli spazi di Unconventional.

_ AERONAUTICA MILITARE prosegue il suo cammino sulla strada verso il futuro e presenta una collezione FW 2019_2020 ricca di contenuti innovativi e proposte inedite, con un’unicità e un carisma in grado di dettare nuove mode e scrivere nuovi percorsi. Una collezione coerente, in linea con il DNA del brand, un sapiente mix di tradizione, contemporaneità e desiderio di novità che si divide in tre mood fra loro differenti ma al tempo stesso interscambiabili: Classic, AM-23 e Active.

_ In “far feelings”, culture lontane contaminano la collezione Bruno Manetti con la loro personalità eclettica e contemporanea. Punti maglia atavici e disegni tartan rievocano lo spirito “braveheart”, mentre la combinazione di filati leggeri e soffici infondono un sentimento di protezione. Comodità, modernità ed eleganza coesistono in perfetta armonia, i capi morbidi avvolgono il corpo come una seconda pelle per coniugare raffinatezza e confort naturale. Una forte ispirazione proviene dal mondo celtico e scozzese e lo si trova nei tessuti a maglia infeltrita tipo tartan, nei filati shetland moulinè e nel cashmere tweed. Materiali pregiati e dettagli accurati creano un insieme armonico che ispira nuovi e nuovi orizzonti. La collezione presenta una gamma di colori “natural sensation” che è caratterizzata da colori freddi polverosi che trasmettono un senso di semplicità e morbidezza. Ogni elemento racconta la storia di una passione accurata ed autentica per capi senza tempo. La connessione con la natura e le suggestioni di luoghi lontani sono le linee guida del prossimo inverno. Per noi una nuova sfida e un appassionante obiettivo.

_ La preview North Sails Autunno–Inverno 2019–20 presente una giacca realizzata esternamente con l’originale vela spinnaker North Sails restituita alle velerie e riutilizzata per la realizzazione dei capi. L’interno è foderato in jersey imbottito e il logo North Sails è stampato sul davanti. E poi una giacca realizzata sia esternamente che internamente in nylon riciclato WR. L’imbottitura è in fibra sciolta di poliestere realizzata in poliestere 100% riciclato.

La collezione FW 19_20 di GTA è una collezione che concretizza le idee avveniristiche e visionarie di chi con isteria non si accontenta mai di come vuole il pantalone. Una collezione dopo la contemporaneità dove l’ossessiva ricerca nella scelta dei tessuti e nella loro rielaborazione inebria l’occhio e il tatto. Tinture, colorazioni in tinto filo o in tinto capo, corrosioni e sabbiature trasformano ogni capo in un pezzo unico e personale. I colori sono i classici autunnali: nero, blu, verde, marrone e grigio rallegrati dalle calde sfumature polverose dei beige, dei grigi e dei rosa fino ad accendersi in alcune lane con spalmature di colori fluo come verde, rosso e giallo. 

Progetti sui nuovi scenari del fashion design

GUEST NATION PORTUGAL: finestra aperta sulla scena portoghese

Spazio ai nomi emergenti della scena creativa del Portogallo grazie alla collaborazione di Fondazione Pitti Immagine Discovery con Selectiva Moda/FROM PORTUGAL, piattaforma dinamica che punta i riflettori sulle collezioni di alcuni dei marchi più interessanti del paese. Allo Spazio Carra, al piano inferiore del Padiglione Centrale. I nomi: Caiagua, Ecolã, Hugo Costa, Ideal & Co, Labuta, Nycole, Poente e Westmister.

Il focus sulla moda di ricerca di SCANDINAVIAN MANIFESTO

Pitti Immagine in collaborazione con Revolver Copenaghen, presenta la seconda edizione di Scandinavian Manifesto: una selezione di collezioni firmate da fashion designer provenienti da Danimarca, Svezia e Norvegia. All’Arena Strozzi, un focus sui talenti del menswear dal Nord Europa immerso in un allestimento ad hoc, ma anche un progetto tra moda, arte e design sostenibile declinato con il gusto e le atmosfere nordiche. I nomi: Forét, Henrik Vibskov, Holzweiler, Hope, Indigofera, Klättermusen, Mfpen, Mucker, Newline Halo, Norse Projects, Rue De Tokyo, Schnayderman's, Soulland, Tonsure, Uniforms for the Dedicated, Unridden, Whyred.

TOKYO FASHION AWARD porta i suoi sei finalisti in Fortezza, a Touch!

Nuova puntata di una lunga serie di collaborazioni, grazie all’accordo stretto da Pitti Immagine con Tokyo Fashion Award, sono visibili in uno spazio dedicato all’interno di TOUCH!, le collezioni di 6 brand emergenti dal Giappone selezionati da una giuria prestigiosa. I nomi: Anei, Cinoh, Jieda, Nobuyuki Matsui, Postelegant, Rainmaker.

THE JAPANESE WHITE LEATHER PROJECT Sempre a Touch!, con The Japanese White Leather Project quattro designer giapponesi, Satoshi Ezaki, Kozaburo Akasaka, Ryuki Yamaka, Ryo Midorikawa – rispettivamente designer dei brand: ED ROBERT JUDSON, KOZABURO, MARY AL TERNA e MIDORIKAWA RYO - specializzati nella lavorazione artigianale della pelle bianca - una tecnica millenaria, praticata solo nell'area di Himeji - presentano una selezione di prodotti progettati per Pitti Uomo 95.

Le novità nella geografia del salone: brand mix nuovo e sorprendente per FUTURO MASCHILE

Presenta un nuovo brand mix inedito e trasversale Futuro Maschile, il laboratorio del menswear contemporary-classic più evoluto, da sempre una delle sezioni più visitate del salone. Collezioni ultra-selezionate dialogano con una proposta dall’anima sportswear di ricerca e un’incursione di prodotti sorprendente e ancora più aperta al nuovo. Un ampliamento di prospettiva testimoniato anche dal nuovo concept di allestimento alla Sala delle Nazioni, curato da Alessandro MoradeiTra i nomi: Alden New England, Bailey of Hollywood, Brooks England, Camoshita United Arrows, Cohérence, Doppiaa, Giancarlo Rossi, Miansai, Pantofola D'oro 1886, Pero By Aneeth Arora, Pezzol 1951, Pierre Louis Mascia, Project Twlv, R. M. Williams, Rewoolution, Roberto Collina, Ron Dorff, Rov, Schimmel, Stutterheim, Sunspel, Swims, T-Jacket, Teatora, Tela Genova, Ten C, The Gigi, Thibierge Paris, Traiano.

Outdoor Meets Fashion, Fashion Meets Outdoor”: il mantra di I GO OUT

Dopo il successo del lancio a giugno, il progetto che interpreta l’outdoor style cresce e potenzia le sue connessioni con la dimensione fashion. I GO OUT celebra l’incontro tra la passione per gli sport legati all’aria aperta e la ricerca stilistica più avanzata. Collezioni che coniugano stile impeccabile e performance, funzionalità e ambizione progettuale: prodotti da tutto il mondo che uniscono qualità, funzionalità e design. Alla Sala della Ronda, con un layout a cura di Andrea Caputo Studio. Tra i nomi: 24bottles, And Wander, Arc'teryx Veilance, Danner, Diemme, Element & Griffin Studio "Future Nature", Fase Factory, Goldwin, Griffin, Harvest Label, Hi-Tec, Hoka One One Sky, Mountain Research, Ræburn, Sease, Serac, Teva, Topo Design, Woolrich Outdoor.I nomi nuovi: Aeance, Arctic Explorer, Descente Allterrain, Hi-Tec, Isaora, Snow Peak, Timberland X Raeburn. Presente anche LES OTHERS, il magazine dedicato all’abbigliamento outdoor.

Lo streetstyle premium arricchisce l’anima underground di UNCONVENTIONAL

Agli Archivi, un layout interamente rinnovato a cura di Storage Associati accoglie un brand mix ancora più di ricerca per UNCONVENTIONAL- il progetto riservato alle declinazioni più grintose del luxury streetstyle - che abbraccia nuove contaminazioni senza perdere lo spirito underground. Un viaggio attraverso collezioni esclusive, per un guardaroba iper contemporaneo e agender, e progetti che coniugano dimensione athletic-minded e attitudine fashion. Tra i nomi: Artselab, Bruno Bordese, Eleanor McDonald, Flower Mountain, Goti, Gr1ps, Hannes Roether, Huemn, Indice Studio, Limitato, MCQ, Measponte, Omc, Poliquant, Thom Krom, Transit Uomo, Tsung, Unawares.

TOUCH!, “The Most Eclectic Wardrobe” nella sua espressione più internazionale

Approccio sperimentale e internazionale per Touch!, una delle sezioni di punta del salone. Al Padiglione Medici, un tappa ideale per gli stili cutting-edge che veste il set di allestimento a cura di Andrea Caputo Studio. Tra i nomi: 1x1 Studio, Atelier & Repairs, Barena, Béton Ciré, Buttero, Captain Santors, Children Of The Discordance, Danton, De Bonne Facture, Delirious Eyewear, Eat Dust, Fiorentini+Baker, Geym, Grenson, Hansen, Harris Wharf London, Ioweyou, Knitbrary, L. F. Lidfort, Luca Larenza, M.X Maxime Simoens, Milano 140, Nanamica, National Standard, Nilmance, Raglan United, Se' by Icho Nobutsugu, Seil Marschall, Superduper Hats, Timex Archive, Yuketen.

La cifra esclusiva di MAKE, THE NEW MAKERS

Conferma il suo tratto iper raffinato MAKE, il progetto che valorizza la new generation di artigiani da tutto il mondo. In scena con un concept prezioso, una selezione di collezioni e oggetti speciali, dove il savoir faire della fattura si accompagna all’appeal contemporaneo. Alla Sala del Rondino, un “Cabinet of Curiosities” curato dal designer Angelo Figus ricreerà atmosfere da galleria artistica. Layout a cura di Alessandro Moradei. Tra i nomi: Aizea, Bourrienne Paris X, Chapal, Christophe Fenwick, Cultero, Geniusbowtie, Guanabana Handmade, Hiromi Asai, Nosakhari, Stefano Cau.


Pitti Uomo 95 su e-PITTI.com: il lancio online nei giorni del salone, don’t miss it!

e-PITTI.com è il progetto di fiere online di Pitti Immagine, una piattaforma B2B che porta in digitale il business iniziato durante la fiera fisica. La pubblicazione degli stand inizierà già durante il salone (venerdì 11 gennaio), e l'intero catalogo di oltre 920 brand e 6.000 prodotti resterà a disposizione di tutti i buyer certificati per un periodo di 9 settimane. Oltre alle collezioni, e-PITTI.com offre una Fashion Directory sempre aggiornata: editoriali con le tendenze per la prossima stagione, approfondimenti sui brand e proposte di look.

Tutti gli altri mondi di Pitti Uomo

The Contemporary Classic: la sezione PITTI UOMO

Cuore della sezione Pitti Uomo, il Padiglione Centrale racconta le evoluzioni del menswear e le sue contaminazioni design. Dai brand che rileggono la lezione del tailoring e interpretano il nuovo lusso del guardaroba maschile, a collezioni in dialogo con gli altri mondi di Pitti Uomo. E accanto alle aziende presenti al Padiglione Centrale, l’universo contemporary classic si sviluppa anche attraverso una serie di brand che scelgono spazi indipendenti alla Fortezza. Tra i nomi: Add, Allegri, Altea, At.P.Co, Barba Napoli, Barker Black, Boglioli, Brooksfield, Brunello Cucinelli, Casa Fagliano, Circolo 1901, Doucal's, Esemplare, Falke, Felisi, Finamore 1925 Napoli, Fratelli Rossetti, Giab's Archivio, Herno, L.B.M. 1911, Lardini, Lodental, Ludwig Reiter, Luigi Borrelli Napoli, Manuel Ritz, Maurizio Miri, Nick Wooster X Paul&Shark, Paoloni, Pringle Of Scotland, PT Pantaloni Torino, Re - Hash, Roy Roger's, Sand Menswear, Sartorio, Save The Duck, Schneiders, Seventy Uomo, Stefano Ricci, Stetson, Tagliatore, Tatras, Tiger Of Sweden, Yves Salomon Homme, Wool & Co, ZZegna.

Tra lifestyle e trasversalità, la proposta dei POP UP STORES

I POP UP STORES presentano una proposta trasversale riservata ai prodotti lifestyle del guardaroba maschile: eyewear, calzature, borse e accessori da viaggio, ma anche oggetti design. Una selezione sempre nuova e sorprendente, che segue le regole più attuali del gioco espositivo. I nomi: Alice Made This, Barbarulo 1894 Napoli, Riccardo Freccia Bestetti, Edhèn Milano, F Clio, Gavazzeni, Hndsm, Inverni, Jan Leslie, La Portegna, Lock & Co. Hatters', Lundi, Maison F - Paris, Paolo Scafora Napoli, Spektre Sunglasses, The Bespoke Dudes Eyewear.

HI BEAUTY, fragranze esclusive e prodotti beauty

HI BEAUTYè un’estensione di Pitti Fragranze, il salone di Pitti Immagine dedicato al mondo della profumeria artistica internazionale. Al piano inferiore del Padiglione Centrale, una scelta esclusiva di marchi internazionali con le loro fragranze per la persona e per l’ambiente, i prodotti body care, la ricerca sulle specialità cosmetiche. I nomi: D.R. Harris & Co. Ltd., Essenzialmente Laura-L. Bosetti Tonatto, Farmacia SS. Annunziata dal 1561 Firenze Italy, Maison Bereto - Fragranza In Arte, Morph Parfum, Soul Couture Parfum.

L’ALTRO UOMO, il cuore avantgarde della manifestazione

L’Altro Uomo definisce da sempre le più avanzate avanguardie stilistiche in scena a Pitti Uomo. All’interno di un layout firmato da Andrea Caputo Studio, una serie di collezioni di abbigliamento e accessori riflette una creatività capace di anticipare i trend. Tra i nomi: Andersen-Andersen, Bennybee, Cellardoor, D.A.T.E., Fujito, Gitman Bros. Est 1978, Grunge John Orchestra. Explosion, Haikure, Haver Sack, Le Mont Saint Michel, Levi's Vintage, Loreak, Mandkhai, Master Of Arts, Mcintyre , Me.Land, Pig & Hen, Pike Brothers, Portuguese Flannel, Resolute, Serge Pariente, The.Nim, Ts(S), Universal Works, White Sand.

I PLAY: The New Sportswear

DNA internazionale per I PLAY, il circuito che comprende il Padiglione Cavaniglia e una serie di spazi indipendenti nato per esprimere il mood che ha spostato in avanti i confini dello sportswear. In primo piano, uno stile che lega in modo creativo i modi del vivere urbano all’outfit degli sport autentici. Tra i brand: Blundstone, Closed, Champion Rochester, Clarks Originals, Colmar Originals, Doughnut, Eastpak, Ecoalf, Edwin, Fusalp, K-Swiss, K-Way, Kappa, Franklin & Marshall, Fred Perry, Herschel Supply Co., Karhu, Lavenham, Lyle & Scott, Makia, Mizuno, Oof, Peak Performance, Pony, Rossignol, RRD Roberto Ricci Designs, Sebago, Spalding 1876, Sundek, Tretorn, U.S. Polo Assn, Vuarnet.

Voci della metropoli: URBAN PANORAMA

La grinta della metropoli, il suo stile: è Urban Panorama, un territorio aperto a chi ha sete di libertà, tra ispirazione biker e influenze etniche Il denim vive con le sue infinite interpretazioni. Parola d’ordine, sovrapporre e mixare forme, materiali e stili. Tra i nomi: Anerkjendt, Atlantic Stars, Best Company, Comme Des Fuckdown, Elvine, F**K, Hype, Ice Play, Moose Knuckles, Naked Wolf, Neuw, Pajar, Philippe Model Paris, Pyrex, Slam, Superdry, Vagabond Shoemaker, W6YZ.

Giovani, smart e iperconnessi: la crew di MY FACTORY

Le sempre creative espressioni in erba della cultura metropolitana, nei loro link tra tecnologie, musica, arte e design, hanno trovato in My Factory un territorio fertile. Al Lyceum, uno scenario perfetto per valorizzare le culture giovanili 2.0 e i più vivaci laboratori del settore urban e sportswear. Tra i nomi: +351, Alone, Arcminute, Bjanko Milano, Brava Fabrics, Defend Paris, Hummel, Impala, Kytone, La Siesta Shoes, N.15, Quatre Cent Quinze, Salty Crew, Stanley/Stella, Tiwi, Walkers Appeal.

Tra gli eventi nel calendario di Pitti Uomo:

L'evento speciale di LEVI'S® ENGINEERED JEANS™: il ritorno al meglio degli anni '90 con un tocco di modernità

Un evento speciale che renderà omaggio ai leggendari Levi's® Engineered Jeans™. L'innovazione, che si basa su elementi di design attenti allo stile, ha aperto la strada a questo capo iconico che ritorna con un tocco contemporaneo adatto al guardaroba moderno.

UK-Italy: Lezioni di Moda Sostenibile al British Institute

Al British Institute, il 9 gennaio alle 9,30, una tavola rotonda organizzata dal Department for International Trade – Consolato Generale Britannico di Milano. Speakers di Burberry, Stella McCartney e Vivienne Westwood e gli stilisti britannici Christopher Raeburn e Bav Tailor dimostreranno la cooperazione tra le aziende della moda italiana e britannica e il comune impegno per una moda sostenibile ed etica.

E tra gli eventi in città:

Il maestro profumiere Sileno Cheloni presenta nella nuova boutique il suo brand di profumi preziosi e personalizzati e la prima fragranza SANGUEBLU, assieme a una capsule di abbigliamento e accessori.

La moda sostenibile non può più essere considerata un trend momentaneo ma al contrario una necessità urgente. A lanciare una call to action su questo tema, in occasione di Pitti Immagine Uomo 95, è l’Istituto Europeo di Design che avvia insieme al Consorzio Italiano Implementazione Detox - CID e Greenpeace Italia il progetto The Time is Now!. Partner d’eccellenza il Consorzio Detox che si lega a IED dopo aver aderito, nel 2016, alla campagna Detox promossa da Greenpeace, proprio per sensibilizzare i grandi brand del settore a lavorare in sinergia con i propri fornitori e rendere la moda libera da sostanze tossiche. The Time is Now! nasce con la selezione di un gruppo di studenti IED del 3° anno dei Corsi di Fashion Design e Fashion Stylist delle sedi di Milano, Roma, Firenze, Torino, Venezia, Cagliari Como. I giovani designer, provenienti da tutta Italia, sono stati scelti in occasione di un casting organizzato in IED Firenze e presieduto da una giuria composta da Andrea Cavicchi Presidente Consorzio Detox, Igor Zanti Direttore IED Firenze, Sara Azzone Direttore IED Moda Milano, Paola Pattacini Direttore IED Moda Roma, Giovanni Ottonello Art Director IED e Sara Sozzani Maino Vice Direttore Progetti Speciali Moda Vogue Italiae responsabile del progetto editoriale di Vogue Talents. La giuria ha valutato gli studenti tenendo conto della loro sensibilità e propensione verso il tema della sostenibilità, della capacità di sviluppare collezioni uomo, del livello qualitativo degli elaborati e dei book presentati e dell’attitudine a saper raccontare per immagini al fine di comunicare la propria visione creativa. È stato così formato un gruppo di 16 designer che, sotto la Direzione Creativa di David Parisi e Alessia Crea, ex studenti IED e co-fondatori del brand Casamadre, saranno guidati in un primo brainstorming organizzato per il 17 dicembre in IED Firenze alla presenza di Andrea Cavicchi e poi a gennaio, durante i giorni di Pitti, in un workshop creativo che porterà allo sviluppo di 5 capsule collectioneco-friendly moda uomo. Obiettivo finale la presentazione delle collezioni nel Pitti Immagine Uomo di giugno.

L’eleganza non è un insieme di regole esteriori da “indossare” come un abito, ma pura espressione di sé: non copre, ma mette a nudo l’essenza attraverso dettagli rivelatori. E si intitola, appunto, Dettagli d’Autore, l’esperienza proposta dal Bernini Palace, 5 stelle di Firenze il prossimo 9 gennaio 2019, dalle 18.30 alle 20.30. Un appuntamento in occasione di Pitti Immagine Uomo 95, che incarna il concetto stesso di eleganza declinata al maschile. Per quattro giorni la capitale del Rinascimento si trasforma in un laboratorio di moda, idee e creatività, accogliendo visitatori da tutto il mondo. È lo stesso spirito che anima l’iniziativa del Bernini, che vuole esaltare l’abilità degli artigiani del Made in Italy offrendo loro una cornice di assoluto prestigio, il Lounge Bar, e l’esperienza maturata come location per proposte culturali originali. Protagonisti, quindi i dettagli: note di stile che conferiscono personalità e unicità, tocchi raffinati che sottolineano il carattere e il portamento. Particolari che dialogano tra loro e con l’atmosfera del Bernini: e così i gioielli Krisoviro, e in particolare la collezione di gemelli di Giulia Baccarani, incontrano le camicie e le stoffe di G. Inglese (Angelo Inglese). A deliziare gli ospiti contribuiscono la pasta trafilata in oro di Raimondo Mendolia e i vini di Ridolfi Montalcino, prestigiosa azienda vinicola che sorge tra le colline toscane, a ridosso della Strada del Brunello.

Redazione Nove da Firenze