Pitti Immagine dal 12 giugno alla Fortezza da Basso

A Firenze 1.240 i marchi, di cui 561 esteri, per 30.000 tra buyer e visitatori. Le anticipazioni e gli approfondimenti sulle collezioni più belle della SS 2019. Tanti gli ospiti vip. I provvedimenti per l’allestimento e il disallestimento


Inizieranno martedì prossimo e andranno avanti fino al 29 giugno le manifestazioni di Pitti Immagine che come consueto avranno il loro clou alla Fortezza da Basso. Si inizia appunto il 12 giugno con Pitti Uomo (fino al 15), a seguire Pitti Bimbo (dal 21 al 23 giugno) per poi concludere con Pitti Filati (dal 27 al 29 giugno).

Alla Fortezza da Basso di Firenze, dal 12 al 15 giugno 2018 tornano 1.240 marchi aziendali, di cui 561 esteri (45.24%), per 30.000 visitatori totali in salone (stando ai dati dll’ultima edizione estiva oltre 19.400 compratori, dei quali 8.400 i buyer dall’estero). I principali mercati esteri di riferimento: Germania, Giappone, Spagna, Gran Bretagna, Olanda, Cina, Francia, Svizzera, Turchia, Stati Uniti, Corea del Sud, Belgio, Russia, Austria, Portogallo, Svezia, Grecia, Danimarca, Canada e Polonia. Le sezioni su una superficie espositiva di 60.000 metri quadrati saranno 13 tappe in cui si articola il percorso dentro la moda uomo:

_ Pitti Uomo, Pop Up Stores, Fashion At Work, HI Beauty

_ Futuro Maschile, Make, Touch!, l’Altro Uomo, Unconventional, I GO OUT

_ I Play, Urban Panorama, My Factory.

Anche quest’anno, il contributo dell’Agenzia ICE consentirà di supportare le manifestazioni fieristiche fiorentine - che si svolgeranno da giugno a settembre – con la realizzazione di missioni di incoming per buyers e giornalisti esteri e nell’organizzazione di eventi ed attività di comunicazione ad ampio respiro.

Da segnalare, le iniziative di promozione e valorizzazione tematiche: Special Guest Event Roberto Cavalli, Menswear Guest Designer dedicato al giovane designer internazionale tra i più innovativi Craig Green, e Guest Nation Georgia dedicato ai fashion designers provenienti dai nuovi paesi protagonisti della moda globale, un omaggio alle nuove tendenze moda dell’Europa dell’Est.

Bruno Manetti Cashmere presenta a Pitti Uomo la nuova campagna realizzata nelle magiche coline del Chianti “under the tuscan sun”. Nella collezione PE ’19 di Bruno Manetti Cashmere si ritrovano tutte le caratteristiche tipiche del marchio fiorentino: una maglieria sportiva, moderna e di qualità estrema in tutte le sue espressioni. Capi senza tempo che fanno sentire a proprio agio in tutte le situazioni. La proposta comprende una parte di collezione “Holiday” in cui viene esaltata la capacità del Brand di lavorare il cashmere con una offerta di colori sempre più accattivante e una parte di lana scozzese infeltrita che viene lavorata in modo sartoriale. Look che da sempre sta entusiasmando per la sua versatilità clienti affezionati e non solo. Questa parte di collezione che viene completata da pantaloni chino e da una nuovissima sneaker sono realizzate nei colori della maglieria. Infatti le molteplice richieste di mercato hanno stimolato la creazione di un total look Bruno Manetti Cashmere. Questa special collection prevede le consegne nel mese di Novembre ’18. La parte più prettamente primavera estate si basa su filati e tessuti di altissima qualità: cotoni pima e egiziani, lino etiope e sete di produzione ecosostenibile sono i materiali maggiormente impiegati. Punti maglia fatti a mano, color block e volumi moderni rendono particolarmente interessante questa parte della collezione. Per quanto riguarda i colori Manetti ha voluto dare seguito al fattore cromatico espresso nella ultima collezione invernale e che ha riscosso un grande successo. Blue royal, Rosso rubino e verde smeraldo sono le note di colore forte, mischiate ai colori più tradizionali come il bianco, il beige e il grigio.

In occasione della prossima edizione di Pitti Immagine Uomo FABI presenterà la nuova collezione SS19 nel Padiglione Centrale. L’innovazione e la cultura della tradizione sono le basi del successo del calzaturificio FABI Spa di Monte San Giusto, provincia di Macerata, che produce calzature di qualità dal 1965. La nuova maxi running “LAMAXI” targata Fabi ha volumi che rimandano ai primi anni ‘90 e alle scarpe sportive tecniche di quell’epoca. Estremizzata con un fondo oversize, si sviluppa in più varianti colori, materiali tecnici e metalizzati. Dal total black al super colorato, è un prodotto che strizza l’occhio alle nuove tendenze e si fa apripista di nuove strategie distributive incentrate su 10 capsule collection annuali.

Pony, brand culto di sneaker, e Yong Bae Seok, uno dei più importanti fashion designer della scena internazionale, presentano insieme la capsule collection esclusiva Pony x Yong Bae Seok. Yong Baek Seok nasce e si laurea in industrial design a Seoul, materia in cui si perfeziona presso lo IED di Torino. Inizia immediatamente a collaborare con realtà quali Motorola, Pininfarina Design Center e Fila Europe. Una carriera che prosegue come Head of Footwear design di Kappa e più tardi come Head of Design delle sneaker collections di Dolce & Gabbana. Tra le sue consulenze vanno evidenziate quelle per Bally, Geox e Diesel. Nel 2013 crea il suo speciale ed unico pattern, il Camotartan, che darà il nome al suo brand. La collezione Pony x Yong Bae Seok nasce sulla base dei modelli heritage del brand nato a New York Manhattan nel 1972. Degli straordinari special make-up delle City Wings Low e City Wings High sono giocati su colorazioni a maxi bande azzurre, nere, rosse e bianche, i colori della storia di Pony. Le mitiche Slamdunk sono proposte in due differenti versioni. La prima sostituisce i lacci con una chiusura ergonomica elasticizzata. La seconda, con allacciatura tradizionale, é caratterizzata da maxi logo sul fianco. I due modelli iconici di Pony, entrambi di derivazione basket, sono prodotti in pelle e contano di dettagli produttivi di alta gamma. Gli appassionati di sneaker troveranno sul mercato questi pezzi unici a partire dalla spring summer 2019. Pony è distribuita in Europa da Baco Distribution di Andrea Conidi.

Parliamo di SS '19 Uomo Save the Duck annuncia la linea "Ocean is my Home", in collaborazione con Surfrider Foundation Europe, con l'obiettivo di pulire 300.000 mq di spiagge e 6.000 kg di rifiuti dai mari e dagli oceani. Per questo nasce la linea "Ocean is my Home" confezionata con tessuto derivante dal recupero e dal riciclo delle reti da pesca nei mari e negli oceani. Una linea vera e propria con una nuova etichetta azzurra che va ad aggiungersi a quelle già conosciute del brand (arancio, la main, e verde per la collezione Recycled)Per ogni capo della collezione OCEAN IS MY HOME, Save The Duck devolverà parte del ricavato a Surfrider Foundation Europe e, grazie a questo impegno concreto, si riusciranno a ripulire 300.000 mq di spiagge e liberare i mari da 6.000 kg di rifiuti.I capi della collezione OCEAN IS MY HOME sono prodotti con un tessuto speciale, il NETY, ottenuto dal riciclo delle reti da pesca recuperate nei mari e negli oceani. Un’ulteriore innovazione sul fronte della sostenibilità, caratteristica imprescindibile ed identitaria del brand.La palette colori si ispira all’immensa varietà dei toni dell’oceano. Tutti i blue fino al bianco per l’uomo e tutti i verdi fino al bianco per la donna, dagli smeraldi al verde menta. I colori di interruzione appartengono all’immensità ed al silenzio degli abissi, dai gialli, agli aranci, fino alle sfumature di rosso del corallo.I modelli di OCEAN IS MY HOME leggono in modo trasversale la collezione main del brand e comprendono i micro piumini nei loro diversi pesi, i capi più tecnici come i Rainy e i Protech e la parte Burn, in cui il fashion incontra lo sport, con dei capi tipicamente athleisure che mixano gli imbottiti alla felpa.

Mercoledì 13 Giugno, presso lo stand di Aeronautica Militare – Cortile Medici – saranno tanti gli ospiti che passeranno a vedere in anteprima le novità della collezione SS19 del brand: Giulio Berruti, l’attrice Claudia Tosoni, l’attore Domenico Fortunato e il dog trainer Massimo Perla. Chi vorrà potrà intervistarli e scattare qualche foto. Per tutti gli appassionati e gli amanti del mondo AERONAUTICA MILITARE segnaliamo inoltre che alle ore 12.30 circa passerà per un saluto anche il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare Italiana – Gen. di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli – la più importante figura della nostra forza armata, accompagnato dal Comandante del 37° Stormo di Trapani con alcuni piloti in tenuta di volo.

Cuoio di Toscana rocks: la live performance di una band che interpreta i capolavori del rock, un’esposizione di chitarre elettriche, una esclusiva cocktail list ispirata ai più celebri chitarristi della storia. La musica è il filo conduttore di #Leathersolerocks party, omaggio al cuoio da suola più amato dalle griffe internazionali, in programma mercoledì 13 giugno dalle ore 17 alle 21 nella P.O.P. Arena di Pitti Immagine Uomo 94,la nuova area relax ed eventi in optical technicolor di Pitti Immagine Uomo 94, nel piazzale centrale all’interno della Fortezza da Basso. L’evento sarà una preview del nuovo grande progetto a firma Cuoio di Toscana, ancora top secret, che sarà svelato il prossimo autunno, in cui il Consorzio leader nella produzione di cuoio da suola (con quote di mercato pari al 98% della produzione italiana e oltre l’80% di quella europea) intreccerà le proprie attività con varie arti. In primis la musica, linguaggio trasversale, che avrà il compito di avvicinare i più giovani al mondo tradizionale e artigianale del cuoio. Guest star del party sarà Stefano Lodovichi, co-sceneggiatore e regista de Il Cacciatore (puntate 1 - 6), serie tv andata in onda in prima serata su Rai Due prodotta da Cross Productions, Rai Fiction e Beta Cinema, unica serie italiana in concorso alla prima edizione di Canneseries, vincitrice, con Francesco Montanari, del premio per la migliore interpretazione. Sarà proprio Lodovichi a firmare la regia del nuovo progetto, a cui prenderà parte anche Roberto Ugolini, tra i più noti artigiani della scarpa su misura, anch’egli presente all’evento per Pitti. In quanto sponsor tecnico di 5 progetti finali degli studenti Polimoda del corso in Footwear and Accessories DesignCuoio di Toscana ospiterà il corner #MillennialSole dove sarà possibile osservare in esposizione i progetti realizzati con il proprio cuoio da suola. Cuoio di Toscana è un cuoio da suola unico ottenuto con concia lenta al vegetale, un processo antico basato sull’utilizzo di tannini naturali ricavati dal legno di castagno, mimosa e quebracho. Il marchio nasce con l’obiettivo di farsi portavoce nel mondo della qualità Made in Italy: consumatori, produttori, designer e opinion leader nel settore della moda sono i primi destinatari delle sue attività di promozione e comunicazione. Al Consorzio, aderiscono attualmente sette imprese accomunate dagli stessi valori - naturalità, eccellenza, stile, sostenibilità, comfort - dalla stessa tradizione artigiana e da un marchio, nato a tutela di un patrimonio di competenze e know how unico al mondo. Le aziende che fanno parte del brand sono di Santa Croce sull’Arno (Bonistalli e Stefanelli Spa) e di San Miniato, località Ponte a Egola (Gruppo Conciario CMC International Spa, Conceria Gi-Elle-Emme Spa, Cuoificio Otello, Lamonti Cuoio Spa, Conceria 3S Srl e Volpi Concerie Srl).

Numerosi come consueto i provvedimenti per consentire l’allestimento, lo svolgimento e lo smontaggio degli stand dei tre eventi. Alcuni di questi sono già in vigore e andranno avanti fino alla fine della manifestazioni, altri invece scatteranno a fasi successive. Per quanto riguarda la Polizia Municipale durante la prossima settimana sono previste 119 unità su servizio conto terzi (da lunedì a sabato), in particolare per la fruizione dei pedoni nei vari percorsi appositamente predisposti. Inoltre ci sarà una maggiore presenza di agenti per la viabilità nella fascia oraria 8-19.

Redazione Nove da Firenze