Nel mezzo della vendemmia la cena Ruffino a Pontassieve

Foto di Miriam Curatolo

In occasione di Cookstock, la tre giorni dedicata al food & wine, seconda edizione


“Se le prossime tre settimane non piove troppo sarà un'annata eccezionale” si lascia sfuggire Gabriele Tacconi, enologo di Ruffino. Siamo a tavola ospiti di Ruffino alla cena di chiusura di Cookstock, la tre giorni di Pontassieve dedicata al food & wine. La storica azienda, che proprio nel borgo lungo l'Arno trova la sua sede originaria, ha già iniziato la vendemmia delle uve per i vini bianchi e dele uve Merlot, ma solo le prossime settimane quelle decisive per definire il carattere di un'annata sinora equilibrata nelle piogge e nelle temperature.

In occasione di Cookstock Ruffino ha organizzato una cena per addetti ai lavori dentro gli stabilimenti di Pontassieve domenica sera. Quattro Food Blogger si sono sfidati nel cucinare ciascuno un piatto diverso a comporre un menù d'eccezione in abbinamento con i vini Ruffino, dall'aperitivo al dolce. Lorenzo Noccioli di popEating, ha reinterpretato i classici fegatini di pollo in terrina con gel di Rosatello Ruffino, melograno e senape; Sandra Pilacchi di www.sonoiosandra.ifood.it ha proposto un raviolone gigante impastando la farina con pecorino e il Riserva Ducale Oro di Ruffino; Barbara Lechiancole, della Cucina di Barbara si è confrontata con il filetto di maiale, guarnito con salsa di Modus Ruffino, mele, pistacchi e bucce di patata di Cetica. Il dessert è stato appannaggio di Chiara Brandi di forchettinagiramondo che si è cimentata con il Biancomangiare corredato da pesche di Rosano caramellate e il vinsanto Ruffino.ò

Conduttore della serata Leonardo Romanelli, giornalista, sommelier, gastronomo fiorentino, che ha chiamato al microfono l'AD di Ruffino Sandro Sartor, il sindaco di Pontassive, Monica Marini, Il presidente della BCC, Matteo Spanò, l'ideatore della manifestazione Fabrizio Masieri, presidente dell'associazione Cavolo a Merenda.

La seconda edizione della kermesse enogastronomica, ha animato per tre giorni le vie del centro con degustazioni, vino, cibo di strada, cooking show realizzati da grandi chef, mostre e aperitivi, il tutto condito da ottima musica. Cookstock, che anche quest'anno ha visto la presenza di 20.000 persone, è organizzato dall’Associazione Cavolo a Merenda e dal Comune di Pontassieve, con il supporto dell’azienda Ruffino. Piazza Vittorio Emanuele II ospitava il cibo di strada, piazza Boetani era dedicata ad attività ed animazione per i più piccoli, via Ghiberti ha visto il coinvolgimento delle botteghe del borgo e degli agricoltori locali e piazza XIV Martiri, gestita da Ruffino, accogliefva una scuola di cucina, cene guidate con gli chef, cocktail con il vino e incontri sul tema. Non sono mancati i cooking show nei principali palazzi e luoghi culturali di e visite guidate alle cantine Ruffino.

Nicola Novelli