Natale: domani il saluto del Corteo della Repubblica fiorentina

In Oltrarno la musica riempie strade e piazze. Concerti, mostre, visite guidate in Toscana. Il Toscana Gospel Festival a Castelfiorentino


Domani 22 dicembre il tradizionale saluto augurale del Corteo della Repubblica fiorentina alla città in occasione del Natale e del nuovo anno. Il corteo partirà alle 15.30 dalla piazzetta di Parte Guelfa, per poi percorrere via Pellicceria, via Porta Rossa, via Calimala, piazza della Repubblica, via Roma, e piazza San Giovanni, dove alle 15.45 porterà il saluto e omaggio all’arcivescovo di Firenze cardinal Giuseppe Betori. Il Corteo proseguirà poi per via Martelli e via Cavour raggiungendo palazzo Medici Riccardi alle 16 per il saluto e omaggio al prefetto Alessio Giuffrida e al consigliere delegato alla protezione civile e turismo della Città metropolitana Angelo Bassi. Da qui il corteo ripartirà per raggiungere piazza della Signoria percorrendo via Cavour, via Martelli e piazza Duomo. Alle 16.40 il Corteo entrerà nel salone dei Cinquecento per il saluto del sindaco alla città, in programma alle ore 17. Alle 17.50 è previsto il rientro al Palagio di Parte Guelfa.

Si vivono all’insegna della buona musica, gli ultimi giorni prima di Natale in Oltrarno: grazie alle iniziative promosse dal Comune di Firenze e dalla Camera di Commercio di Firenze, col patrocinio della Regione Toscana, in collaborazione con Confesercenti, Confartigianato, Cna e Confcommercio, in via Maggio e piazza Santo Spirito le melodie natalizie accompagneranno gli ultimi giorni di shopping, resi ancor più suggestivi in via Romana grazie alle luminarie ispirate al tema delle tre R (riciclo, riuso, rispetto). Il programma dell’Oltrarno prevede domani alle 18 la Tombola di Natale presso il Source Temporary Shop in via Maggio 53r, seguito dalla recita “A Christmas Carol” alla St. Mark’s English Church (via Maggio 18), dove alle 20,30 andrà invece in scena l’ultima esibizione dei “Love Duets”, i duetti lirici con arie tratte dalla Traviata, Boheme, Le Nozze di Figaro, il Barbiere di Siviglia e la Carmen. Il 24 Dicembre la piazza di Santo Spirito ospiterà la performance di Silvia Diomelli, dalle 15 alle 18. La sera della vigilia di Natale, invece, nella chiesa inglese di San Marco si celebrerà la tradizionale Messa solenne, con inizio alle 23,30. Il giorno di Natale, invece, la Messa della Natività inizierà alle 10,30.

Mancano poche ore al Natale ed anche quest’anno nella notte del 24 Dicembre dopo la Santa Messa nella Chiesa di San Pietro a Lecore (Signa), verrà inaugurato il Presepe Artistico, dal titolo: “Profumo di Pane dove tutto diventa Vita”. Il tema quest’anno sorprenderà il visitatore perche’ e’ realizzato oltre che con le consuete migliaia di scatole di cartone, con pane secco il cui profumo avvolgerà i visitatori. Chi varca la porta della piccola Chiesa rimarra’ incantato da come pezzetti di ogni forma di pane raccolto e ben custodito dagli abitanti del borgo costituiscono gli scenari del paese di Betlemme, che vuol dire proprio “la casa del pane”. Chi incontra Cristo, pane della vita, infatti prende forza e coraggio di fronte ai propri disagi e bisogni, “Lui si avvicina e cammina con noi, ci raggiunge nelle nostre vicende quotidiane di viandanti e cambia il cuore, gli occhi e il cammino di ciascuno, si fa compagno di viaggio per riaccendere in noi il calore della fede, della speranza e spezzare il pane della vita”, dice Sauro Mari nella sua nuova riflessione che propone ai visitatori. Ma il problema e’ riconoscere Cristo nella vita, scoprirlo proprio quando si fa sera, quando non sembrano esserci speranze, come accadde per i Discepoli di Emmaus che lo riconobbero solo allo spezzare del Pane nella locanda. Cosi’ il suggestivo paesaggio quest’anno propone Emmaus e Betlemme come paesini realizzati a mano e decorati con abilità dall’Autore, per proporre visivamente come puo’ cambiare la vita dopo il riconoscimento del piccolo bambino nella mangiatoia. Ogni anno chi visita il presepe, ed anche l’anno scorso sono stati oltre 11.000 visitatori, porta a casa un cuore nuovo e trasforma il suo agire perche’ guardare la bellezza di questo Presepe e’ incontrare un Bambino che profuma di Dio e che da’ speranza, facendo diventare ognuno testimoni coraggiosi e intrepidi della risurrezione. Il presepe e’ aperto ai visitatori dal 25 Dicembre fino al 24 Gennaio 2016 e sarà visitabile ogni giorno festivo dalle 15,30 alle 19,30 ed i giorni prefestivi dalle 17 alle 19. Per informazioni e prenotazione di visite guidate per gruppi contattare il numero 3382062947.

Nuova tappa della ventesima edizione del Toscana Gospel Festival che martedì 21 dicembre toccherà Castelfiorentino. Nello storico teatro del Popolo (ubicato in piazza Antonio Gramsci), con inizio alle 21.15, si esibirà il coro diretto da Earl Bynum, grande star del Gospel Usa che torna in Italia con una formazione a dieci elementi di coristi selezionati dalla corale The Mount Unity Choir. Membro del Gospel Announcers Guild of the Gospel Music Workshop of America e della Backstage Committee-GMWA, Earl Bynum è uno dei più attivi animatori della scena Gospel della Virginia, organizzatore di convention, stages e workshop. Dopo il successo ottenuto nelle passate tournée, in cui si è esibito in numerosi teatri, chiese ed auditorium italiani ed europei, Bynum propone questa selezione che include sette vocalist con il supporto di piano, tastiere e sezione ritmica, tratta da un coro di oltre cento membri. La performance è un perfetto mix di molteplici influenze di gospel tradizionale, contemporaneo ed arrangiamenti vicini al jazz, sapientemente dosati e proposti con energia e grande maestria. In molte occasioni ospite d’onore alla trasmissione “Bobby Jones Gospel Show”, con il loro ultimo CD il Mount Unity Choir ha vinto l’importante riconoscimento come “Best Church Choir” al Neighborhood Awards 2013 ed il prestigioso Stellar Awards 2014 come “Best Contemporary Gospel Choir of the year”. ingresso: da € 8,00 a € 20,00

Nuova tappa aretina della ventesima edizione del Toscana Gospel Festival che mercoledì 23 dicembre 2015 toccherà Castiglion Fiorentino. Al Teatro Comunale Mario Spina alle 21.15 di scena il reverendo Pastor Ron con il suo Gospel Show. Il Dottor Ronald Ixaac Hubbard (Pastor Ron) è conosciuto come “Triple Man” che non solo significa che è in grado di cantare, ballare e recitare, ma che, nel suo lavoro, Ron è guidato e ispirato dalla più forte “Trinità”: dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo. Ron è convinto che vi siano tanti modi per divulgare la Parola di Gesù Cristo, indifferentemente attraverso produzioni discografiche, palcoscenico o sermone. La sua personalità è “straripante”, il suo umorismo è esplosivo e contagioso. Trascinando tutti nel suo moto dirompente e distruggendo inesorabilmente ogni barriera, Ron arriva diretto al cuore delle persone. Partecipare ad un concerto del Festival, che quest’anno festeggia la ventesima edizione, è un’esperienza unica ed irripetibile; una immersione totale nel potere della musica e delle emozioni. ingresso: da € 8,00 a € 13,00.

L’Acquario di Livorno è pronto per festeggiare le ormai prossime festività natalizie con i propri visitatori: una ricca serie di iniziative, promozioni ed attività per il largo pubblico, rivolte in particolar modo a tutti bambini e ragazzi per i quali il Natale rappresenta un appuntamento speciale di magia e sorpresa. Prosegue fino al 6 Gennaio 2016 la speciale la promozione “Porta una pallina di Natale, entri a metà prezzo”. Apertura al pubblico tutti i fine settimana e speciale apertura dal 26 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 inclusi. L’iniziativa promozionale rientra nell’attenzione che da sempre Costa Edutainment pone verso i più giovani e le famiglie e che si completa, oltre all’offerta economica, con il proseguimento delleanimazioni in compagnia del polpo Otto e del percorso “Dietro le quinte” dedicate a bambini e famiglie con gli appuntamenti fino al 6 gennaio 2016.

Martedì 22 e mercoledì 23 dicembre il cartellone di eventi organizzato dal Comune di Siena con il sostegno di Banca Mps ci regalerà due giornate da non perdere. Domani, martedì 22 dicembre, alle ore 17 presso l’Aula Magna del Liceo Musicale E.S. Piccolomini di Siena, Prato Sant’Agostino, si svolgerà il concerto per coro e orchestra del Liceo Musicale, insieme alla corale “Clara Harmonia”. Per informazioni è possibile telefonare ai numeri 0577 280787, 333 5773071, 348 5464054. Alle ore 21 la musica continuerà ad essere protagonista con il Concerto di Natale in Cattedrale dell’orchestra e del coro dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci”, con la collaborazione del Coro “Polifonici Senesi”, l’Opera della Metropolitana e l’Arcidiocesi di Siena. L’ingresso è libero e, per informazioni, è possibile telefonare al numero 0577 288904. L’ingresso è libero per entrambi i concerti. Sempre nella giornata di martedì 22 dicembre alle ore 19, presso le Stanze della Memoria, in via dei Malavolti 9, avrà luogo “Natale improvvisato, lo spettacolo di letture ed improvvisazioni con gli allievi dei laboratori teatrali e di scrittura Aresteatro, con la direzione artistica di Francesco Burroni. Dopo le letture, buffet e festa dell’improvvisazione. Per informazioni è possibile telefonare ai numeri 0577 236607, 338 8062038. Per chi volesse concludere la serata sulle note del jazz, l’appuntamento è in vicolo del Luparello, alle ore 22.15 nel locale “Un Tubo Jazz Club”. A scaldare la serata il “Klaus Lessman Trio”. L’ingresso è libero, per informazioni, telefonare al numero 0577 271312.

Abbadia San Salvatore celebra il Natale con le sue “Fiaccole”. La notte del 24 dicembre, si rinnova una delle più antiche feste del fuoco italiane, che vede la comunità badenga accendere le tipiche cataste di legna che sono state innalzate nei luoghi più intimi del paese. Un lavoro iniziato settimane fa che ha coinvolto per giorni l’intera città del Monte Amiata dove, di generazione in generazione, si tramandano i segreti della costruzione di questi piccoli capolavori di “architetture rurale” che rendono unica al mondo questa celebrazione. Ormai le “Fiaccole” sono state completate e tutto è pronto per rinnovare il rito. La sera del 24 dicembre, alle ore 18 si tiene la "Cerimonia di accensione" con la benedizione del fuoco che segna l'inizio della festa; la banda suona canti natalizi e la Fiaccola davanti al Municipio è la prima ad essere accesa. Questo è il segnale convenuto: da qui i capi fiaccola con le loro torce vanno a dare fuoco alle altre decine di fiaccole disseminate nel centro storico e in tutto il paese. Quindi tra canti e musiche popolari, in una tradizione che si trasmette da centinaia di anni e concilia laicità e spiritualità, le Fiaccole iniziano a bruciare illuminando la notte e rendendo il Natale ad Abbadia San Salvatore un momento magico e indimenticabile. L’intero paese si ritrova nelle strade a rinnovare conoscenze e amicizie, mentre le cataste di legna bruciano fino accanto ai fuochi, si brinda con vin brulé e si degustano dolci tipici fino al mattino. Intanto ha preso il via un ricco calendario di appuntamenti tra arte, gusto e divertimento che proseguirà fino al 6 gennaio regalando a tutti coloro che sceglieranno di trascorrere del tempo sul Monte Amiata un Natale “oltre la neve”. A rendere unico e indimenticabile il periodo natalizio ogni weekend, musiche, mercatini di prodotti tipici, laboratori e mostre di presepi animeranno il centro cittadino. Il programma si arricchisce con le ciaspolate, il trekking nel bosco e le visite guidate nel caratteristico parco minerario e nel meraviglioso centro storico del paese. Durante tutto il periodo è inoltre possibile gustare piatti della tradizione natalizia locale, grazie all'iniziativa “Natale a Tavola” nella maggior parte dei ristoranti del paese.

Redazione Nove da Firenze