Natale: a Firenze alberi e luminarie

Il festival F-Light accende la città nel segno della luna. In piazza Beccaria un albero di Natale addobbato con scarpe rosse contro la violenza sulle donne. Piazze e borghi in festa in Chianti. Piste di ghiaccio ed eventi a Barberino Tavarnelle. Una fiaccolata notturna a Vaglia


Alberi e luci invadono tutta la città in vista del Natale. A partire dai grandi alberi scenografici che verranno accesi domani dando ufficialmente il via alle festività natalizie. E come ormai tradizione da domani arriva anche il festival F-Light, quest’anno dedicato al cinquantenario dello sbarco sulla luna, che per un mese ridisegnerà il volto notturno della città tramite proiezioni, video-mapping, installazioni artistiche. Le iniziative del Comune e il Festival F-Light sono stati presentati oggi a Palazzo Vecchio dagli assessori alla cultura Tommaso Sacchi, alle attività produttive Federico Gianassi e a turismo Cecilia Del Re, insieme al direttore artistico del Festival delle luci Sergio Risaliti. La direzione Ambiente ha curato l’allestimento degli alberi. Al Duomo e quello al piazzale Michelangelo quelli più alti e scenografici, due abeti di una quindicina di metri tempestati di luci a led. Quello del Duomo è stato donato da Moena e sarà il sindaco ad accenderlo, domani 8 dicembre alle 17.30, e contemporaneamente si accenderanno tutti gli abeti della città. Alle 17 il sindaco sarà a Palazzo Vecchio per accendere quello nel cortile della Dogana e successivamente, alle 18, sarà all’accensione dell’albero di Michelangelo Pistoletto in piazza della Repubblica. Quest’ultimo fa parte dei ‘tre alberi d’artista’ di F-Light: gli altri saranno accesi il 14 dicembre, alle 18: in piazza Santa Maria Novella l’albero sarà firmato da Mimmo Paladino e in Santissima Annunziata da Domenico Bianchi. Abeti e addobbi floreali, questa volta ‘veri’, saranno poi diffusi in tutta la città. Nel Quartiere 1 ci saranno alberi in piazza Santo Spirito, Fortezza da Basso, piazza Puccini, piazza della Piccola, piazza San Jacopino, piazza Tasso, giardino dei Nidiaci, piazza Poggi, San Lorenzo, piazza Ognissanti, piazza Bonsanti, Leopolda; nel Quartiere 2 gli abeti saranno collocati in via Bolognese, San Salvi, rotonda Rondinella, piazza Antonelli e piazza Savonarola; nel Quartiere 3 gli alberi saranno in piazza Acciaioli, in piazza Bartali, piazza Gualfredotto, presso la sede del Quartiere e piazza Elia Della Costa; e ancora alberi in via di Soffiano, villa Strozzi, piazza Isolotto, via Pontignale, piazza Ciampi e via Bugiardini per quanto riguarda il Quartiere 4; e piazza Garibaldi, giardino del Lippi, piazza I maggio, piazza Dalmazia e sede del Quartiere per il Q5. La spesa per gli abeti è stata di circa 25 mila euro.

Un albero di Natale addobbato con scarpe rosse per dire no alla violenza sulle donne. È stato donato alla città dal sindacato nazionale Agenti di assicurazione e inaugurato oggi in piazza Beccaria alla presenza, tra gli altri, dell’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re, dell’assessore alle Pari opportunità Sara Funaro e del presidente della sezione provinciale di Firenze e coordinatore regionale Toscana Sna Marco Del Medico.

Natale significa anche luminarie, e queste come di consueto invaderanno la città dai viali di circonvallazione fino alle periferie. Sui viali oltre 150 alberi avranno il tronco rivestito di luci rosse e le chiome illuminate da luci bianche. In periferia le luminarie saranno in Viale Giannotti e piazza Ferrucci (Quartiere 3); Piazza N. da Tommaseo; Via D’Annunzio e via Rondinella; La Lastra; Piazzetta Bongo; Piazza Alberti; Via Salvi Cristiani; Via del Madonnone (Quartiere 2); Piazza dell’Isolotto; Piazza Batoni (Quartiere 4); Piazza Leopoldo, Piazza della Costituzione; Via Carlo del Prete e via Caciolle (Quartiere 5). Una novità sarà via Pistoiese illuminata: quasi 200 alberi avranno il tronco vestito di luce. In totale le luminarie costeranno poco meno di 300 mila euro.

Arriva il Natale, Magia di eventi a Lastra a Signa: torna il programma promosso dall’amministrazione comunale e dall’associazionismo locale per vivere la città durante il periodo natalizio. Mercatini, concerti, enogastronomia, luminarie, animazione e laboratori per bambini saranno le iniziative protagoniste del prossimo mese fino al 6 gennaio. Il cartellone di eventi è già partito la scorsa domenica 1° dicembre con la manifestazione Natalando a Ginestra Fiorentina e proseguirà sabato 7 e domenica 8 dicembre con la Sagra degli Antichi Sapori con mercatini, musica, prodotti tipici, stand gastronomici, casetta di Babbo Natale e mostre. Il programma prosegue domenica 15 dicembre a Villa Caruso Bellosguardo alle 17.30 quando si terrà il concerto dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino. Alla biblioteca comunale le iniziative saranno indirizzate soprattutto ai bambini: sabato 7 dicembre alle 11 con la lettura del libro L’Attesa di Daniela Iride Murgia seguito da un laboratorio per creare addobbi, stelle e biglietti di auguri (età 6-11 anni). Martedì 10 dicembre sempre alla biblioteca alle 17 si terrà la lettura del libro Mentre tutti dormono di Astrid Lindgren e Kitty Crowter seguito dal laboratorio per creare lanterne di Natale (età 5-8 anni) e infine il 17 dicembre alle 17 Storie a sorpresa.. aspettando il Natale (età 3-5 anni). Nel mese di dicembre spazio anche ai concerti delle corali con la rassegna Cantemus, in particolare domenica 8 dicembre alle 17.30 si terrà la 16° edizione del Concerto lirico, sabato 14 dicembre alle 21.15 alla chiesa dell’Immacolata concezione di Maria a Ginestra Fiorentina si esibiranno il Coro della Ginestra, Coroperart ed il Workshop voices. Infine il 22 dicembre alle 21.15 alla chiesa della Natività si svolgerà il Concerto di Natale con alcune delle più famose arie d’opera a cura dei professori dell’orchestra e artisti del coro del Maggio musicale fiorentino. Tre eventi si terranno poi nelle frazioni di Malmantile e Porto di Mezzo: il 21 dicembre alle 18.30 la banda musicale della Misericordia di Malmantile sfilerà per le vie del paese mentre il 22 dicembre uno speciale trenino con Babbo Natale girerà sempre per la frazione lastrigiana facendo divertire tutti i bambini (intera giornata a cura dell’Avis Malmantile). Sempre il 22 dicembre dalle 16 torna l’iniziativa La magia porta il Natale a Porto di Mezzo: una festa di Natale con animazione per bambini, mercatino e gara del miglior dolce al teatro di Porto di Mezzo in via Livornese. Infine sabato 6 gennaio alle 14.30 concluderà le manifestazioni la sfilata dei Re Magi che partirà dalla chiesa di Santa Maria a Castagnolo per proseguire fino alla chiesa della Natività. Per tutto il mese di dicembre fino al 6 gennaio le luminarie natalizie illumineranno le strade e le piazze del centro cittadino, zona Corea e Ponte a Signa.

Il Natale bussa alle porte di Greve per annunciare un viaggio di doni e sorprese tra le colline più celebri del mondo. In una terra che storicamente ama suonare, cantare, creare opportunità, innovare la tradizione la magia delle feste sarà accolta nelle piazze dei saperi chiantigiani. Un’altalena di talenti artistici e abilità manuali, concerti e mercatini dove gli artigiani mostreranno i segreti del mestiere e i prodotti della loro inventiva. Il nonno barbuto più amato dai bambini farà il suo exploit già da domani domenica 8 dicembre, festa dell’Immacolata, a Greve, San Polo, Strada e Panzano.

Come da tradizione, “Aspettando il Natale”, il ricco carnet degli eventi natalizi promosso dal Comune in una fitta rete di collaborazione con le associazioni locali, approda a Greve domani in piazza Matteotti con i mercatini (dalle ore 10 alle ore 18), le diverse attività di gioco e animazione a cura dell’associazione Teatrando Teatrando (ore 15) e l’accensione dell’albero di Natale (ore 16.30) organizzata del Centro Commerciale Naturale “Le Botteghe di Greve”. L’iniziativa è accompagnata dall’intrattenimento musicale dell’“Orchestrina Natale Jazz”. Durante la giornata sarà attivo il Gruppo Scout FI1 di Strada in Chianti che promette di divertire con i giochi del passato.

Il cammino magico continua e si sposta nelle frazioni. A San Polo, nei locali della Cappellina, si terrà il mercatino della Caritas Parrocchiale dalle ore 9 alle ore 19. A Strada, nella chiesa di San Cristoforo, dalle ore 10.15 si esibirà il Coro polifonico del Chianti con l’animazione della Santa Messa, seguito dal concerto del direttore il maestro Elena Superti. A Panzano va in scena la Festa di Santa Cecilia. Dalle ore 10.30 la Chiesa Santa Maria Assunta a Panzano alto, ospiterà la Santa Messa e il concerto della Filarmonica Giuseppe Verdi, diretto dal Maestro Lorenzo Anichini. Due mostre di pregio, realizzate in collaborazione con la Pro Loco di Panzano, incorniciano il borgo di Panzano: il libro, esposto e in vendita in occasione della mostra mercato, la farà da padrone negli spazi della scuola primaria Dante Alighieri (ore 9-12, ore 15-18) e l’undicesima edizione dei presepi d’arte, realizzati dagli artisti locali e non, riempiranno con le loro diverse interpretazioni legate al tema della Natività vie e piazzette del paese. L’evento sarà aperto fino al 6 gennaio 2020. La cultura del libro e il valore della lettura tornano lunedì 9 a Greve in Chianti nella scuola primaria Domenico Giuliotti con la mostra del libro, aperta fino a venerdì 13 dalle ore 16.30 alle ore 18.30.

Musica e pista di ghiaccio a Tavarnelle, elfi e letterine nel borgo ‘innevato’ di Babbo Natale che trasferisce il suo ufficio postale nell’antico castello di Barberino Val d’Elsa. Il mondo incantato della Lapponia approda a Barberino Tavarnelle. E’ in arrivo un maxiprogramma ricco di eventi formato famiglia, promosso in tandem dalla Pro Loco e dal Comune. Primo Natale per il comune unico che tra poche settimane spegnerà una candelina per celebrare la riunificazione istituzionale avvenuta il 1 gennaio 2019. Una giostra di iniziative che abbraccia borghi e valli, rivolta a tutte le età. Le atmosfere iniziano a scaldarsi domani, domenica 8 dicembre, con il mercatino natalizio per le vie di Tavarnelle dalle ore 9 alle ore 19 e le note gospel del concerto che si terrà in piazza Cresti alle ore 16. La musica torna protagonista sabato 14 dicembre con il Concerto di Natale a cura della Filarmonica Giuseppe Verdi nella chiesa di Santa Maria a Marcialla alle ore 21.30. Domenica 15 alle ore 17.15 i riflettori si accendono su un’esibizione speciale. E’ “Il Natale incantato” che mette insieme i canti tradizionali natalizi della Corale Santa Lucia al Borghetto e del Coro Voci Bianche Colli Fiorentini presso il Circolo Mcl (ingresso libero). Il divertimento dedicato ai più piccoli anima il castello di Barberino Val d'Elsa dove domenica 22 dicembre dalle ore 9 alle ore 19 la neve del Circolo Polare Artico scenderà per accogliere Babbo Natale, accompagnato da elfi, renne e campanellini. Sarà possibile vivere insieme al nonno più amato del mondo un’intera giornata di intrattenimenti e desideri da realizzare. I bambini sono invitati a mettere piede nella casa di Babbo Natale e consegnare direttamente a lui le letterine, tra storie, racconti, laboratori e mercatini. Oltre al borgo di Babbo Natale, Barberino Val d'Elsa ospiterà il 22 dicembre alle ore 21.30 nella Chiesa dei Santi Bartolomeo e Stefano il quindicesimo concerto di Natale. Protagonisti il Coro della Cappella Musicale di San Bartolomeo, la Schola Cantorum Castellina in Chianti e il Coro dei bambini del Catechismo. Il periodo festivo propone anche eventi sportivi di grande richiamo, come l’undicesimo Torneo della Befana Under, il 5 gennaio 2020 nelle palestre comunali Biagi e Galletti di Barberino Tavarnelle. La Befana, il cui arrivo è previsto come da tradizione il 6 gennaio alle ore 15, sarà la regina del ghiaccio. Giù in picchiata, a bordo della scopa, tra le colline del Chianti per provare il piacere di indossare i pattini e scivolare sulla pista allestita in piazza Matteotti. Lo spettacolo continua con uno spettacolo di burattini, sempre in programma per l’Epifania. Da non perdere è la due giorni, prevista il 5 e il 6 gennaio dalle ore 16, per le vie del centro storico di Barberino.

Riscoprire il significato vero di una comunità legata da rapporti di amicizia e di collaborazione, che sa stare insieme e conosce il significato della gratuità, che è in grado di donare senza sapere a chi andrà il suo regalo, che è in grado di ascoltare, riflettere e camminare insieme lungo la salita al Monte Senario alla luce di una fiaccolata. Il Comune di Vaglia si prepara a festeggiare il Natale con un calendario ricco di iniziative che coinvolgono tutte le frazioni e che tra i numerosi appuntamenti messi in programma spiccano per sabato 14 dicembre a Vaglia lo scambio di regali anonimi che chiunque potrà lasciare nella capannuccia a cui nel pomeriggio seguirà la distribuzione da parte di Babbo Natale e la sera tradizionale fiaccolata a Monte Senario che sarà preceduta alle 20.30 da un sitting con letture sul tema "Passi di gentilezza". Un programma che prenderà il via con i tradizionali mercatini con i prodotti artigianali che inizieranno già domani sabato 7 dicembre a Pratolino a La Cappellina e domenica 8 dicembre a le Caselline. Si prosegue poi venerdì 13 dicembre alla Pieve di Vaglia con un concerto del Coro del Maggio Musicale Fiorentino alle ore 21.00. Sabato 14 dicembre a Vaglia , dalle 10.00 alle 17.00, mercatino “Opere del proprio ingegno” e “Angolo del Gusto” con necci di farina di castagne, pan dolce tedesco, nardone, farina e verdure a km 0, pranzo alle 12. 00 a base di polenta e salsicce, dolci dal brigidinaio di Lamporecchio, alle 15.00, "Chitarre in strada" e alle 16.00, accensione, in piazza Corsini, dell’albero di Natale. Dalle ore 16.00 sul prato di piazza Corsini, “Mercatino di Altri Tempi”, figuranti vestiti all’antica distribuiranno bruciate, vin brulé, cioccolata calda e dolcini, Lucia dimostrerà come si faceva il burro e Massimo come si faceva la polenta nel paiolo . Fulcro della giornata sarà l'evento "Lascia un regalo", ognuno, in forma anonima, potrà lasciare dei pacchi regalo nella capannuccia, che saranno poi casualmente distribuiti a caso nel pomeriggio, alle ore 17 ai presenti dalle mani di Babbo Natale. Alle 19.00 a Bivigliano una “cena solidale” al prezzo di 16 € (escluso i bambini) a: Locanda di Bivigliano – tel. 3476363191, Chalet N° 5 – tel. 3387413151 (prenotazione obbligatoria). Il programma della giornata prosegue alle 20.30 a Montesenario, nel piazzale della Ghiacciaia si terrà un sitting con letture sul tema “Passi di gentilezza”, a seguire avrà inizio la tradizionale fiaccolata al Convento con accompagnamento musicale del flauto traverso di Martina Fondati e le sue allieve. All’arrivo al Sacro eremo di Monte Senario distribuzione di bruciate, vin brulé e cioccolata calda. A conclusione, alle 22.00, nella Sala dei Sette Santi un Concerto musicale dei Demidoff Ensemble.

Redazione Nove da Firenze