Rubrica — Editoria Toscana

Nascita e formazione di un grande castello medievale

I 900 anni della struttura urbanistica di Empoli


A cura di Francesco Salvestrini, esce per Olschki Editore, un nuovo volume della collana di Studi sulle abbazie storiche e ordini religiosi della Toscana (vol. 62020, cm 17 × 24, xx-236 pp. con 60 figg. n.t. e 16 tavv. f.t. a colori € 30,00 ISBN 67160).

La celebrazione dei novecento anni dalla stipula dell’atto con cui i conti Guidi sancirono l’incastellamento dell’antica pieve di Sant’Andrea a Empoli (1119) è stata occasione per un team di studiosi di tornare a riflettere sui primi due secoli della storia empolese. Gli approfondimenti offerti dagli autori prendono spunto dalla peculiarità di questo castello, ossia la sua posizione baricentrica rispetto al territorio toscano, tra Valdarno e Valdelsa e presso la via Romea, la direttrice Pisa-Firenze e l’arteria navigabile costituita dall’Arno. I saggi sono, quindi, dedicati, alle dinamiche insediative, allo sviluppo dell’assetto urbanistico, alle basi dell’economia, al ruolo della pieve collegiata e dagli altri enti ecclesiastici, all’evoluzione dalla preminenza dei nuclei signorili – segnatamente le famiglie dei conti Guidi, Alberti e Cadolingi – alla crescita del comune sotto il controllo di Firenze. Il tutto senza trascurare la vita culturale e le espressioni artistiche e architettoniche emerse dall’antichità al XIV secolo.

Redazione Nove da Firenze