​Liberazione a Firenze: cerimonia in Santa Croce e Palazzo Vecchio

Giovedì 25 aprile Firenze ricorderà il 74/esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo


 La cerimonia comincerà in Piazza Santa Croce alle 10 con l’Alzabandiera solenne, la deposizione di una corona d’alloro ai Caduti e le preghiere dei rappresentanti di culto (monsignor Vasco Giuliani per l'Arcidiocesi di Firenze, rabbino capo Amedeo Spagnoletto per la Comunità ebraica di Firenze, pastore Antonello Volpe per il Consiglio dei pastori evangelici).

Alle 10.30 partirà un corteo per raggiungere Palazzo Vecchio. Alle 11, sull’Arengario, (o Salone dei Cinquecento in caso di pioggia), ci saranno gli interventi del sindaco, del presidente della Regione, del vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura David Ermini, della presidente dell'Anpi sezione di Firenze Vania Bagni.
Chiuderà l’orazione ufficiale del presidente dell'Istituto storico toscano della Resistenza Giuseppe Matulli.

Alle 17.30, sempre sull’Arengario, ci sarà un concerto della Filarmonica “Gioacchino Rossini” di Firenze.


Altri appuntamenti


Domani, mercoledì 24 aprile, alle 12, verrà inaugurato il murale dedicato alla Resistenza e al partigiano Silvano Sarti. L’opera si trova in via del Pollaiolo, presso il campo sportivo Audace Legnaia

Mercoledì 24 aprile, alle 21, al teatro della Nave a Rovezzano nel Quartiere 3 si terrà “Bella Ciao”. Spettacolo intimo in un atto breve di O. Melnik. A cura dell'associazione Centro Teatro Internazionale, ispirato alla seconda guerra mondiale. Ingresso gratuito.

Il Comune di Bagno a Ripoli presenta il programma delle iniziative organizzate sul territorio in occasione del 74° anniversario Liberazione del Paese dal regime nazi-fascista

L'omaggio a chi perse la vita combattendo per la libertà, la tradizionale cerimonia con i bambini della scuola Vittorino da Feltre. Ma anche pic-nic, giochi per i più piccoli all'aria aperta e tante occasioni di socialità e aggregazione. Sono molte le iniziative in programma sul territorio comunale di Bagno a Ripoli per festeggiare il 25 Aprile in occasione del 74esimo anniversario della Liberazione del Paese dal regime nazi-fascista. Di seguito un elenco degli appuntamenti.

Il corteo e le celebrazioni a Ponte a Ema

Il Comitato Unitario Celebrazione 25 Aprile insieme a Comune di Bagno a Ripoli, Comune di Firenze e Quartiere 2 Gavinana – Galluzzo organizzano le seguenti celebrazioni in occasione della Festa di Liberazione del 25 Aprile 2019, in onore a tutti i caduti e a quelli che lottarono contro il nazi-fascismo per riconquistare l’indipendenza, la libertà e la democrazia. Un impegno primario del terzo millennio: difendere la Costituzione nata dalla Resistenza, scudo della nostra libertà.

25 Aprile 2019 - Ponte a Ema

  • ore 8.30 - Deposizione corona ai Caduti delle Cinque Vie
  • ore 8.45 - Deposizione corona ai Caduti del Cimitero di Ponte a Ema
  • ore 9.15 - Ritrovo corteo davanti alla Banca Toscana di via B. Fortini
  • ore 9.30 - Partenza del corteo con la Filarmonica “L. Cherubini”
  • ore 9.45 - Deposizione corone alle lapidi della Scuola “Vittorino da Feltre”- Ponte a Ema. Esecuzione degli inni ufficiali.
  • ore 10.00 Commemorazione nel piazzale della Scuola “Vittorino da Feltre” con S. Messa

Intervengono:

  • Sindaco di Bagno a Ripoli
  • Presidente del Quartiere 3 del Comune di Firenze
  • ANPI Provinciale
  • Il Comitato Unitario di Ponte a Ema

Durante la commemorazione nel piazzale avrà luogo un breve spettacolo organizzato dai ragazzi della classe quinta della Scuola Vittorino da Feltre.

Olimpiadi dei ragazzi

Il campo sportivo della Casa del Popolo di Grassina ospiterà l'VIII edizione delle “Olimpiadi dei ragazzi”, con un ricco calendario di giochi per i bambini dai 5 ai 14 anni, dalla corsa con i sacchi all'erba volley, dal tiro alla fune alla gincana a piedi. Una festa per le famiglie, con tanto di merenda per tutti, dalla partecipazione gratuita. Le iscrizioni sono obbligatorie e sono aperte dalle 14 alle 15. Alle 15 inizio giochi. L'iniziativa è a cura dei volontari della Casa del popolo. Dalle 19 sarà aperta la pizzeria della Cdp.

Canzoni, racconti e parole di Libertà al Crc Antella

Il pomeriggio del 25 Aprile (inizio alle 17), il Circolo Ricreativo Culturale di Antella ospita l'iniziativa “Indignatevi!”, organizzata da Anpi con il patrocinio del Comune. Si parlerà di “Libertà, uguaglianza e fraternità” con un viaggio di suoni, canzoni e parole attraverso i diritti sanciti dalla Costituzione Italiana e dalla Dichiarazione dei Diritti Umani. Saranno presenti Sandra Amicucci, Duccio Bianchi, Claudia Duranti, Donatella Elisacci, Eva Lotti, Luigi Remaschi, Luca Rigutini, Daniele Torrini. Ingresso gratuito. Informazioni: info@crcantella.it – 055621207.

"Ragazzi come noi", il docufilm

La sera del 25 Aprile, al circolo Sms di Bagno a Ripoli, per ricordare i giovani Resistenti che combatterono per la Liberazione contro il regime nazi-fascista, verrà proiettato il video "Ragazzi come noi": un documentario sulla fucilazione da parte dei fascisti di cinque giovani al Campo di Marte il 22 marzo del '44. Il film porta la firma di Alessandra Povia Valdimiro. Accanto a lei, saranno presenti Mirco Bianchi dell'Istituto Storico della Resistenza e Alessandro Targetti, nipote di uno dei martiri. L'iniziativa avrà inizio alle 21.15. Info: http://smsbagnoaripoli.blogspot.it - smsbagnoaripoli@gmail.com.

“Anche quest'anno Bagno a Ripoli ricorda la Liberazione con una grande festa di comunità e molte iniziative in programma tra cui quella del mattino dedicata alle scuole – dice il sindaco -. Un ringraziamento di cuore al Comitato unitario di Ponte a Ema e all'Anpi impegnati costantemente per tenere viva la memoria della Resistenza e della lotta per la libertà, con un lavoro assiduo nelle scuole e tra le giovani generazioni, a cui affidiamo la storia del nostro Paese per costruirne il futuro. Purtroppo le voci dirette delle donne e degli uomini che combatterono il regime per riaffermare la democrazia si stanno spegnendo e iniziative come questa sono necessarie per tramandarle, rinnovarle, amplificarle e tramutarle in pratica ogni giorno con i fatti, nel rispetto degli altri e della nostra Costituzione. Un dovere per tutti noi. Viva la Liberazione e buon 25 Aprile a tutti i cittadini di Bagno a Ripoli!”. 

Tra camminate della memoria, pietre di inciampo e percorsi di letture sulla Resistenza, il Chianti scende in piazza per ricordare e far festa intorno al momento fondativo dell’Italia democratica: la Liberazione dall’occupazione nazifascista.

L’iniziativa del 25 aprile nel Chianti sarà un viaggio collettivo e itinerante attraverso i percorsi e le testimonianze condivise della memoria, presso i monumenti ai caduti e nei luoghi in cui si sono consumati alcuni degli episodi più efferati del secondo conflitto mondiale, come gli eccidi di Pratale e Fabbrica, a causa dei quali hanno perso la vita, per mano nazifascista, decine di civili come vittime del passaggio del fronte. Per rendere omaggio al settantaquattresimo anniversario della Liberazione è stata organizzata una giornata ricca di celebrazioni e di eventi che farà tappa in ogni borgo e frazione dei Comuni di Barberino Tavarnelle e San Casciano con la partecipazione attiva di cittadini, studenti, associazioni e formazioni musicali.

San Casciano

Al fianco delle istituzioni la comunità sancascianese celebrerà la ricorrenza accompagnata dal Corpo musicale Oreste Carlini. La giornata del 25 aprile si apre davanti al palazzo comunale alle ore 9:45 con la deposizione della corona alla lapide in ricordo dei cittadini trucidati dalle truppe tedesche. Da via Machiavelli prenderà il via il corteo per le vie cittadine diretto alle pietre di inciampo in via Roma e al monumento ai caduti in piazza della Repubblica. È qui che si terrà il saluto del sindaco e del direttore dell'Istituto storico della Resistenza in Toscana Matteo Mazzoni. Alcune delegazioni partiranno poi per rievocare il 25 aprile nei diversi luoghi che si legano storicamente alla Liberazione come piazzale Dante Tacci, il Cimitero americano, il Tondo delle Corti, Calcinaia e Valigondoli, Cerbaia, Montefiridolfi e Fabbrica. Contemporaneamente da Mercatale un altro gruppo di cittadini e rappresentanti delle istituzioni partiranno alle ore 9 dalla Casa del Popolo per aderire alla camminata della memoria attraverso luoghi e i boschi segnati dal passaggio del fronte in ricordo di Camillo Sieni, ucciso dai tedeschi in località Perseto. Seguirà alle ore 13 un pranzo nel bosco. Le associazioni presenti saranno Cgil Spi, Auser, Anteas, Acli, Anpi, Oreste Carlini, Progetto Irene, Arci, Fnpi Cisl, Casa del Popolo di Mercatale, Associazione Arcobaleno, Istituto comprensivo di San Casciano Val di Pesa Il Principe.

Barberino Tavarnelle

Anche il Comune di Barberino Tavarnelle organizza dalle ore 9 un percorso di cerimonie per la deposizione delle corone al monumento ai caduti a Vico d’Elsa, presso il Largo Dei Caduti nei lager a Tavarnelle, a San Donato in Poggio, a Sambuca Val di Pesa, in piazza Mazzini a Barberino, in piazza Matteotti a Tavarnelle a Marcialla. L’iniziativa sarà accompagnata dalla Filarmonica Giuseppe Verdi di Marcialla e prevede la partecipazione degli studenti dell'Istituto comprensivo Don Milani e nel pomeriggio dalle ore 16 il tema della Resistenza sarà ripercorso attraverso le letture a cura di tanti cittadini impegnati nella passeggiata “Barberino Tavarnelle in Cammino” lungo il percorso pedonale tra Barberino e Tavarnelle. L’evento è organizzato dal circolo Arci La Rampa, Auser Barberino Tavarnelle, Anpi sezione soci Coop Barberino Tavarnelle.

Greve in Chianti

A Greve i temi della Liberazione saranno ripercorsi attraverso la presentazione di un volume negli spazi della biblioteca comunale di Greve in Chianti, in programma domani alle ore 21. Nell'ambito del ciclo di eventi in biblioteca il Comune ha organizzato un incontro con Matteo Barucci, autore del libro “Sulla strada per Firenze la Brigata Senigaglia e la strada di Pian d'albero 20 giugno 1944” (edizione Pacini). L'iniziativa sarà introdotta dallo storico Francesco Fusi. Sarà presente l'assessore alla Cultura. Un'altra camminata della memoria è quella proposta per venerdì 26 aprile alle ore 8.30 (con punto di ritrovo presso Fonte al Lamo - Poggio alla Croce) lungo il sentiero della memoria Monte Scalari - Pian d'Albero. L’iniziativa è organizzata dai Comuni di Greve e Figline Incisa in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e invita i cittadini a partecipare alla camminata attraverso i luoghi della Brigata Senigaglia e dello sfondamento alleato del fronte tedesco, tra i segni delle trincee. Pranzo al sacco. Informazioni: Matteo 328 10 23339.

Il Comune di Vicchio insieme alla Sezione ANPI “Mario Gambi” organizza come da tradizione una giornata ricca di iniziative per celebrare il 74esimo anniversario della Liberazione dal Nazifascismo. Il programma di eventi quest’anno vedrà anche l’eccezionale inaugurazione dell’opera “Life and Death” alla presenza dell’autore, lo scultore irlandese Paddy Campbell, che taglierà il nastro insieme al Sindaco di Vicchio durante la celebrazione ufficiale in Piazza della Vittoria.

Il programma della giornata del 25 Aprile si aprirà però già dal mattino con la camminata organizzata dal Gruppo Escursionistico Vicchiese che fissa il ritrovo alle 8 in Piazza della Vittoria per una passeggiata sulla Via dei Partigiani. Si raggiunge le Caselle in macchina e da lì partirà un trekking di circa 7km (Durata 3 ore. Difficoltà turistico), passando per Bosco di Mezzo e Montelleri prima di tornare a Vicchio. In contemporanea ci sarà il giro dei cippi con le rappresentanze istituzionali che deporranno le corone in memoria dei caduti delle guerre e delle stragi nazifasciste, accompagnati dalle letture dei ragazzi delle Scuole Medie di Vicchio. Per permettere il ritrovo dei vari cortei in concomitanza con la presentazione ufficiale della statua “Life and Death”, che sarà introdotta anche da una conferenza nella Sala del Consiglio Comunale di Vicchio alle ore 11, il giro dei cippi sarà leggermente anticipato rispetto agli anni passati, con la partenza alle ore 8.30 da Piazza della Vittoria (8.45 Santa Maria a Vezzano, 9.15 Gattaia, 9.50 Caselle, 10.15 Cimitero di Vicchio, 10.45 Padulivo).

Alle 12 in Piazza della Vittoria con la Vicchio Folk Band si svolgerà quindi la cerimonia istituzionale ed il taglio del nastro dell’opera di Paddy Campbell, un monito nel centro del paese contro l’assurdità di tutte le guerre.

Il Circolo Arci “Il Tiglio” ospiterà quindi il pranzo del 25 Aprile mentre nel pomeriggio le celebrazioni si sposteranno in Piazza Giotto. Dalle 15:30 circa la piazza si animerà degli stand delle associazioni organizzatrici e sul palco saliranno prima Angela Baraldi in un power duo voce e chitarra con Fantuz e a seguire Giancane che porterà a Vicchio il suo live al culmine di un tour costellato di “sold out” in tutta Italia.

In caso di pioggia tutte le iniziative del pomeriggio si sposteranno all’interno del Teatro Giotto di Vicchio. 

Redazione Nove da Firenze