L'Appennino celebra la Liberazione

Commemorazione dei caduti della battaglia della Torricella domenica a Vernio e il 71° anniversario di Borgo San Lorenzo e a a Barberino di Mugello. I giovani toscani raccontano il Treno della Memoria 2015 con i loro smartphone


FIRENZE– Interverrà anche l'assessore alle attività produttive e turismo Stefano Ciuoffo, domenica 20 settembre, alla cerimonia di commemorazione dei militari caduti sulla Linea Gotica nella battaglia della Torricella. L'evento per celebrare la battaglia che ebbe luogo nella parte della Linea Gotica che attraversa il territorio del Comune di Vernio tra il 10 e il 24 settembre del 1944 e che coinvolse due reparti degli eserciti statunitense e tedesco, è organizzato ormai da alcuni anni dal Comune di Vernio e dall'Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d'Italia (UNUCI) Sezione di Prato. La cerimonia si svolgerà nel Parco Memoriale della Linea Gotica a partire dalle ore 10.30.

Domenica 20 settembre ricorre il 71° anniversario della Liberazione di Borgo San Lorenzo, l'anniversario sarà celebrato in una giornata ricca di eventi e momenti solenni. La mattina alle 10, presso la Pieve di San Lorenzo, si svolgerà la messa in suffragio dei caduti . Alle 10,45 da piazza Dante è prevista la partenza del corteo per la deposizione di corone di alloro al monumento ai caduti, alla cappella ossario partigiani, al monumento alle vittime civili di tutte le guerre e al monumento alla Resistenza. Alle 11,30, presso il palazzo municipale, è prevista l'orazione ufficiale. Oltre al sindaco Paolo Omoboni e al presidente del Consiglio comunale Gabriele Timpanelli, saranno presenti il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani e la consigliera regionale Serena Spinelli. La giornata proseguirà con un importante e storico evento sportivo, in occasione del 71° anniversario della Liberazione di Borgo San Lorenzo, domenica 20 settembre, si correrà infatti la 70° edizione della "Coppa della Liberazione", gara ciclistica nazionale per allievi organizzata dalla locale sezione Anpi in collaborazione con il Ciclo Club Appenninico. La partenza è fissata alle 14,30 dal Foro Boario, dove è previsto anche l'arrivo alle 16,30 seguito dalla premiazione. "La celebrazione del 71° anniversario della Liberazione di Borgo san Lorenzo - afferma il sindaco Paolo Omoboni - è un momento importante per tutta la nostra comunità. E' una giornata che deve ricordarci per gli altri 364 giorni dell'anno quali sono i nostri valori fondanti, chi sacrificandosi ci ha permesso di godere della libertà che abbiamo oggi, una giornata di coesione e di memoria. Ringrazio l'Anpi per aver curato la 70esima edizione della Coppa della Liberazione, una prestigiosa e antica gara ciclistica che impreziosisce e dona lustro al calendario sportivo borghigiano". "Festeggiare la Liberazione di Borgo San Lorenzo - afferma il presidente del Consiglio comunale Gabriele Timpanelli - è uno dei momenti più importanti e significativi per il nostro paese. Ancora oggi purtroppo, ed è storia di questi giorni, vediamo la presenza di certi movimenti che si richiamano ad un passato di sofferenze e di privazione della libertà. Spetta a noi, nella nostra quotidianità, attraverso associazioni come l'Anpi, con le scuole, ricordare che l'Italia è un Paese democratico e antifascista. Per questo so che, anche domenica, saremo in tanti a festeggiare la Liberazione di Borgo".

A Barberino del Mugello le celebrazioni vivranno una prestigiosa appendice domenica 27 settembre quando nel pomeriggio a Palazzo Pretorio si svolgerà l’iniziativa “Piccoli grandi eroi” quando torneranno a Barberino i discendenti dell'aviatore americano Harry George, salvato dai tedeschi dalla famiglia barberinese Ferri, per la presentazione del libro "Georgio Italiano. An American Pilot's Unlikely Tuscan Adventure". Contestualmente sarà inaugurata la mostra di sculture dell'artista Simone Scopetani e sarà presentato il progetto "Pettirosso da combattimento. Eroi civili sulla Linea Gotica in Mugello". “Abbiamo promosso una serie di iniziative per coinvolgere ogni fascia della popolazione in queste giornate di ricordo e di riflessione intorno all’anniversario della Liberazione di Barberino – spiega il primo cittadino Giampiero Mongatti – E’ sempre più importante riuscire a mantenere viva una memoria storica condivisa, soprattutto oggi che stiamo perdendo gli ultimi testimoni diretti di quei giorni. Il confronto tra generazioni è quindi il passaggio naturale di questo testimone – conclude Mongatti – ed è per questo che come Amministrazione comunale teniamo particolarmente a queste giornate, così come alle tante altre iniziative inserite nella rassegna “I Conflitti della memoria” e per le quali ringrazio apertamente l’assessore Fulvio Giovannelli ed il gruppo di lavoro delle politiche giovanili e culturali per la regia, convinti che attraverso la conoscenza e la condivisione delle storie e le esperienze vissute si possa costruire una società futura migliore e libera dai fondamentalismi”. 

Dopo un lungo e certosino lavoro di raccolta, scelta e montaggio tra un materiale davvero ampio, è finalmente disponibile e scaricabile su Youtube, il video racconto del viaggio ad Auschwitz e Cracovia realizzato con gli smartphone dagli studenti toscani nel gennaio scorso sul Treno della Memoria 2015. Realizzato in collaborazione con la Società Italiana dei Viaggiatori, grazie in particolare all'impegno del giornalista Alessandro Agostinelli, il documento è una testimonianza particolarmente significativa, perché per la prima volta si possono ascoltare e vedere senza filtri i modi di partecipazione e di testimonianza espressi direttamente da alcuni dei 500 studenti partecipanti. Un documento importante a disposizione di scuole, comunità, istituzioni.

Ad Auschwitz. I giovani toscani sul Treno della Memoria (2015)

Redazione Nove da Firenze