Rubrica — Spettacolo

Il festival del cinema francese di Firenze prosegue sino a lunedì

Domani in anteprima, Les choses qu’on dit, les choses qu’on fait, di Emmanuel Mouret e Teddy, di Ludovic e Zoran Boukherma e Cigare au miel, di Kamir Aïnouz. Domenica la presentazione del libro Fellini 23 ½, di AldonTassone. Lunedì “France Odeon Extra”,


Prosegue, sulla piattaforma Più Compagnia, la XII edizione di France Odeon, il festival del cinema francese di Firenze, diretto da Francesco Ranieri Martinotti e organizzata in collaborazione con l’Institut Français e Fondazione Sistema Toscana. Il festival, in ottemperanza alle nuove misure restrittive del Dpcm in vigore dallo scorso 25 ottobre, si tiene interamente online, sulla piattaforma Più Compagnia, in collaborazione con MyMovies.it (www.cinemalacompagnia.it).

In programma domani sabato 31 ottobre, 4 film:

- Alle ore 15.30 Les deux amis, di Louis Garrel, una rivisitazione di Jules e Jim nella Parigi di oggi. Louis Garrel è cresciuto nel cinema e con il cinema e la sua opera prima è nutrita di personaggi, luoghi, frammenti di storie, piani sequenza, inquadrature, atmosfere di opere dei grandi maestri, a partire da Truffaut. Con una grazia infinita riesce a mettere insieme tutto ciò che ha visto, sentito e amato fin da quando era piccolo, amalgamandolo con uno stile e un’impronta sorprendentemente personali che denotano un’assoluta abilità a stare allo stesso tempo davanti e dietro la macchina da presa.

Alle ore 17.30 da Cannes 73, in anteprima italiana, Les choses qu’on dit, les choses qu’on fait, di Emmanuel Mouret. Intrecci amorosi e tradimenti raccontati dal regista con la sua consueta eleganza e la nitida lente d'ingrandimento, che guarda in profondità nella psiche e nei sentimenti dei suoi personaggi. La proiezione sarà preceduta da un intervento del regista Emmanuel Mouret.

Prosegue anche la consolidata collaborazione con le Giornate degli Autori di Venezia, sezione dalla quale proviene il film Cigare au miel, di Kamir Aïnouz (ore 20.00). Oppressa dalle regole severe della propria famiglia di origini berbere algerine, Selma (Zoé Adjani) deve lottare per trovare una sua indipendenza ed esplorare liberamente la propria sessualità. Nonostante non sia facile per lei infrangere i tabù familiari e culturali, riesce lo stesso a muovere i primi passi verso l’emancipazione nella Parigi dei primi anni Novanta.

Per gli amanti del fantasy horror, sempre da Cannes arriva Teddy (ore 22.00), dei giovanissimi gemelli Boukherma, con Anthony Bajon e Noémie Lvovsky. Siamo alle pendici dei Pirenei, il protagonista Teddy, adolescente in piena tempesta ormonale, è convinto di un essere un licantropo… o forse lo è davvero?

Domenica 1 Novembre

Il programma del 1 novembre inizia alle ore 11.30, con la presentazione del libro, di Aldo Tassone, Fellini 23 ½. Nell’anno del centenario felliniano, Aldo Tassone, critico e storico del cinema, realizza il suo sogno: pubblicare un libro che esamini fino alle pieghe più profonde, tutti i film di Federico Fellini.

- Nel pomeriggio, alle ore 15.30, il film Corniche Kennedy, di Dominique Cabrera. Tratto dal romanzo di Maylis de Kerangal, il film è ambientato nella città di Marsiglia, molto amata dalla regista, in particolare nel tratto Corniche Kennedy, una strada che ha da un lato scogliere a strapiombo sul mare e dell’altro ville di famiglie benestanti. Qui, ragazze e ragazzi, spensierati come si può essere solo a diciotto anni, ridono sul bordo dei precipizi sfidando la forza di gravità e le vertigini, fisiche e metafisiche, tuffandosi dall’alto. Non importano i divieti, i richiami all’ordine, i consigli alla prudenza: si sentono immortali! Ma ci sono anche gli adulti, in particolare la polizia, che vuole arrestare dei trafficanti di droga ai quali uno dei ragazzi è legato. Introduce il film la distributrice italiana Emanuela Piovano.

- Si prosegue alle 17.30 con La dernière folie de Claire Darling, di Julie Bertuccelli. La regista intende raccontare il sentimento della perdita dell’orientamento e della memoria. Adattamento del romanzo americano di Lynda Rutledge ("Faith Bass Darling's Last Garage Sale"), ambientato in Texas, il film si svolge nella provincia francese dove la protagonista Catherine Deneuve accende sigarette e beve tè esponendo in giardino la memoria di una donna senza età persuasa, risvegliandosi dal sonno, di essere sul punto di vivere il suo ultimo giorno. Introduce il film Julie Bertuccelli.

- Alle ore 20.40, il film Effacer l’Historique, di Benoît Delépine e Gustave Kervern.
Tre vicini di casa in un sobborgo francese si ritrovano coinvolti in una serie di imprevisti causati dalla loro inettitudine nel rapportarsi alle nuove tecnologie. Marie ha paura di perdere il rispetto di suo figlio a causa di un sex-tape finito online, Bertrand s’invaghisce della voce di una centralinista e cerca di proteggere la figlia dal cyberbullismo e Christine, che ha perso il marito a causa della sua dipendenza dalle serie tv, è disposta a tutto per far aumentare la sua valutazione come autista privato. I tre si lanceranno così in una battaglia contro i giganti di internet, che potrebbe rivelarsi più grande di loro.

- Alle 22.40, L'ombre des femmes, di Philippe Garrel. Presentato alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes 2015, nel film, il regista francese continua la sua indagine nelle contraddizioni del sentimento per eccellenza: l'amore. Pierre e Manon sbarcano il lunario. Realizzano documentari a basso costo e vivono facendo lavoretti. Pierre incontra una giovane stagista, Elisabeth, che diventa la sua amante. Ma Pierre non vuole lasciare Manon per Elisabeth, le vuole entrambe per sé, incardinando un inestricabile intreccio amoroso.

Lunedì 2 novembre, France Odeon “Extra”

Nella giornata “Extra” di France Odeon 2020, alle ore 20.00, sarà riproposto il film Petit Paysan, di Hubert Charuel.Premio Foglia d'Oro - Giusto Manetti Battiloro' come miglior film nel 2017 al festival. Patrocinato da Slow Food, il film ha vinto 3 premi César e racconta la storia di un giovane allevatore che ha ripreso l’attività dei genitori e dedica ogni minuto dell’esistenza ai suoi animali. E quando apprende che in Francia si sta diffondendo un’epidemia di “mucca pazza ” e centinaia di capi saranno abbattuti comincia ad aver paura: cosa farà adesso che strani sintomi si manifestano anche sulle sue bestie? Negherà a tutti l’evidenza? Il film sarà preceduto da una presentazione del regista Hubert Charuel.

Alle ore 22.00 una nuova proposta, il film Les Apaches, di Thierry de Peretti, presentato nella Quinzaine des réalisateurs al Festival di Cannes 2013. Siamo in Corsica, d’estate. Mentre migliaia di turisti affollano spiagge, campeggi e locali, cinque adolescenti di Porto Vecchio si trascinano senza meta, giorno dopo giorno. Di fronte all’ennesima serata che si preannuncia noiosa, Aziz ha l’idea giusta, e porta il gruppetto in una villa dove il padre lavora come custode. I ragazzi passano la notte indisturbati nel lusso della casa e all’alba, dopo la bravata, se ne vanno rubando degli oggetti senza valore e dei fucili da collezione. I proprietari, al ritorno da Parigi, contano i danni e si lamentano con un piccolo boss locale di loro conoscenza di aver subito un furto con scasso, dando il via ad una serie di eventi dalla portata sempre più inquietante. Presentazione a cura della distributrice italiana Emanuela Piovano

Abbonamento a tutti gli spettacoli di France Odeon, € 9,90

Info: www.franceodeon.com, Facebook.com/FranceOdeon, tel. 0552694096, franceodeon@gmail.com

Redazione Nove da Firenze