Giunta Giani, la Sinistra avrà un assessore

Lo ha assicurato il neo governatore nella serata di ringraziamento alla Toscana. Parole speciali per la lista di Lastri e Siliani: "Straordinaria, decisiva per rimettere un po' in discussione gli equilibri a sinistra. Ho sentito moltissimo il loro valore e il loro impegno, in giunta ci dovranno essere". C'erano anche Zingaretti e Renzi. Dolcenera ha cantato "Imagine" di John Lennon che era stata definita "canzone marxista" da Susanna Ceccardi


"Sinistra civica ed ecologista" non è entrata per pochissimi voti in Consiglio regionale ma avrà un posto nella giunta Giani. Lo ha detto lo stesso neo governatore toscano poco fa al Nelson Mandela Forum, durante la serata di ringraziamento ai toscani. 

Giani ha ringraziato tutte e sei le liste che lo hanno sostenuto ma ha avuto parole di particolare apprezzamento per la formazione che aveva in Daniela Lastri e Simone Siliani esponenti di punta. Non era facile dividersi dagli altri compagni in quel momento. "Una lista straordinaria, decisiva per rimettere un po' in discussione gli equilibri a sinistra. Salto il protocollo ma ve lo dico: non ce l'hanno fatta per pochi centesimi a entrare in consiglio ma in giunta ci dovranno essere, perché io ho sentito moltissimo il loro valore e il loro impegno", ha detto il presidente della Toscana.

La sinistra "storica", lo ricordiamo, non avrà nessun consigliere regionale perché anche la lista di Fattori non ha raggiunto il numero di voti sufficiente.

Una serata con numerose e significative partecipazioni, quella fiorentina: da Nicola Zingaretti a Matteo Renzi, da Riccardo Nencini ai predecessori di Giani cioè Claudio Martini ed Enrico Rossi, che assieme al sindaco di Firenze Dario Nardella è salito sul palco con Giani nella parte iniziale. L'ex governatore, apparso rilassato come non mai, è stato sentitamente ringraziato più volte dal suo successore.

Particolarmente suggestivo un momento artistico, Dolcenera che ha cantato "Imagine", la canzone di John Lennon definita sorprendentemente "marxista" da Susanna Ceccardi, candidata del centrodestra. All'inizio, Paolo Hendel è stato incoronato come "il simbolo di questa vittoria".

Un Nelson Mandela Forum gremito ma non affollato per le disposizioni anti-Covid. Giani durante il suo discorso ha ricordato i momenti più significativi della sua lunga carriera, vissuta in gran parte dentro il Comune di Firenze. Proprio come assessore allo Sport nel momento più brutto della Fiorentina, il fallimento del 2002 Giani - come lui stesso ha ricordato oggi - fu decisivo nella creazione della nuova società, la Florentia Viola, che si iscrisse alla C2 (e la vinse) e poi tornò dopo poco tempo a essere la Fiorentina

Al termine della serata, tutta la sua famiglia e il suo staff sul palco, per festeggiare con le persone più amate "la più bella soddisfazione della mia vita", ha detto con una punta di commozione Eugenio Giani. Che da domani, finita la festa, si metterà al lavoro per la sua Toscana. "Mi dicono che sono un' troppo fiorentino - ha scherzato Giani - ma sarò il presidente di tutti i toscani perché amo ogni territorio della nostra regione".

Antonio Patruno