Firenze: l'haute couture protagonista all'Hotel Bernini Palace

Stasera evento esclusivo, con la famosa collezionista di moda Cecilia Matteucci Lavarini, donatrice della mostra "Tra arte e stravaganza" attualmente aperta alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti


2014_L’Haute couture, la raffinatezza e l’eleganza senza tempo saranno gli ospiti di una serata esclusiva all’Hotel Bernini Palace di Firenze: oggi alle ore 18.00 Cecilia Matteucci Lavarini, Signora della Moda, sarà la protagonista dello speciale cocktail per celebrare la sua eccentrica collezione di cappelli. “Cecilia Matteucci Lavarini: collezionista tra arte e stravaganza” è il titolo dell’esclusiva soirée dedicata ad una donna dallo stile inconfondibile come Cecilia Matteucci Lavarini, una delle collezioniste di moda più celebri in Italia e all’estero, tra le protagoniste della mostra Il Cappello tra arte e stravaganza, in programma fino al 18 maggio 2014 alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti, della quale la Matteucci è illustre donatrice e che, per l’occasione e in esclusiva, porterà al Bernini alcuni dei pezzi più preziosi della sua collezione.

Un incontro fortemente voluto dal direttore dell’Hotel, David Foschi, e dal general manager del gruppo Duetorrihotels, Franco Vanetti. Una location ideale quella dello storico Hotel Bernini Palace, splendido palazzo del XV secolo nel cuore di Firenze: si narra infatti che l’Hotel abbia ospitato nella sua hall, in un lontano passato, una
raffinatissima boutique di copricapi, e che ancora oggi custodisce antichi modelli di teste che sfoggiano eccentrici cappelli. D’altra parte il cappello è da sempre simbolo di suprema eleganza, tratto distintivo di raffinatezza e nobiltà.
A conversare con Cecilia Matteucci Lavarini saranno Cristina Acidini, Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, e la giornalista Eva Desiderio, critico della moda di QN Il Resto del Carlino, Il Giorno e La Nazione. Toscana di nascita e bolognese di adozione, la Matteucci eredita la sua passione per la moda dai genitori, titolari dei grandi magazzini F.lli Lavarini di Montecatini
Terme. La famiglia del marito le trasmette l’amore per il collezionismo, cui si dedica a partire dagli anni Ottanta, acquistando abiti ed accessori soprattutto alle grandi aste di Christie’s e Sotheby’s, ma anche nei mercati della Versilia.
Oggi la sua collezione è arrivata a contare circa 3000 pezzi, tra haute couture e prêt-à-porter, accessori e vestiti antichi e moderni: dai kimono giapponesi e i completi ottomani da cerimonia dell’Ottocento, ai tailleurs Coco Chanel degli anni
Venti, agli abiti di Balenciaga, Dior, Yves Saint Laurent, Prada, Versace, Alexander Mcqueen, fino a un costume di scena di Shirley Bassey degli anni Novanta, disegnato da Douglas Darnell e lavorato con perle e frange che pesa sette chili. La sua collezione è talmente vasta da essere richiesta per le più importanti mostre di moda, da Venezia a New York alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti a Firenze, con la quale collabora da anni con grande generosità e passione. Un appuntamento dunque imperdibile per conoscerla da vicino, immersi nell’allure senza tempo che la Signora della Moda sa creare attorno a sé ad ogni sua indimenticabile apparizione e che le storiche sale dell’Hotel Bernini Palace sanno E chi lo desidera potrà sfoggiare un eccentrico cappello, ovviamente.

Redazione Nove da Firenze