Festa di San Lorenzo: mercoledì le tradizionali celebrazioni

A Firenze musica e cena sotto le stelle intorno alla Basilica del santo. Corti aperte in Palazzo Medici Riccardi. Concerto a Castelfiorentino e la “fiera” a Pontassieve


Come da tradizione mercoledì, giorno di San Lorenzo, Firenze celebra il suo co-patrono. Il programma della giornata prevede la sfilata del corteo della Repubblica fiorentina che partirà alle 9.45 dal Palagio di Parte Guelfa verso Palazzo Vecchio. Alle 10.30 arriverà in piazza Signoria, dove si uniranno il sindaco Dario Nardella e il Gonfalone della città. A seguire il corteo proseguirà verso la basilica di San Lorenzo, dove è prevista la Santa Messa (ore 11) celebrata dal cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, con l’offerta dei ceri da parte del sindaco e la benedizione alla città. Alle 21.30, in piazza San Lorenzo, si svolgerà la cena a base di pasta al pomodoro e cocomero.

Orgoglio e tradizione fiorentina, la voglia di “esserci” di una comunità: questa è la Festa di San Lorenzo, che come ogni anno torna la notte del 10 agosto. Mercoledì l’appuntamento è per le 20 sul sagrato della Basilica di San Lorenzo. A presentare le iniziative di quest’anno, stamattina a Palazzo Vecchio, il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci, il presidente dell’Opera di San Lorenzo Enrico Bocci, il presidente di FIPE Toscana Aldo Cursano, Stefano Fontinelli (Confesercenti Firenze), Andreina Sieni (Pasticceria Sieni) e due nuovi “acquisti” del quartiere di San Lorenzo, Jessica Papi e Francesca Campani, che di recente hanno aperto la loro attività, un negozio di abbigliamento, dove per anni era stato uno dei tanti negozi gestiti da cittadini cinesi. Proprio di Jessica e Francesca sono le magliette con l’immagine della basilica, il giglio e la scritta San Lorenzo che saranno in vendita mercoledì sera. Il ricavato andrà al fondo per il restauro del campanile della Basilica. “Come e più di ogni anno sarà una festa bellissima – ha dichiarato il presidente Sguanci –. Il grazie va ai tanti commercianti che si sono messi in gioco per rendere possibile l’evento, a Don Marco Viola, priore della Basilica, a Confesercenti e Confommercio e a tutti i volontari che animeranno la notte delle stelle cadenti. Quest’anno, per la prima volta, tra gli organizzatori ufficiali anche l’Opera Medicea Laurenziana, che è sempre stata al fianco del quartiere anche negli anni scorsi ma mai come stavolta coinvolta ‘in prima linea’. Sarà l’occasione per raccogliere fondi per il restauro in corso del campanile della Basilica”. La festa di San Lorenzo, copatrono di Firenze, comincia coi suoi appuntamenti religiosi già domani nella Basilica, alle 17,30 coi vespri. Alle 10 del mattino di mercoledì le letture e alle 11 la Santa Messa. Alle 18 i vespri e poi, spazio alla festa nella piazza. Dalle 20 musica con la Filarmonica O.Benelli di Vergaio (Prato) sul sagrato della Basilica. Dalle 22, accanto alla Basilica (lato Canto de’Nelli) la distribuzione di pastasciutta al sugo, cocomero, yogurt e panna montata.

I cittadini di Firenze, i milioni di visitatori che raggiungono la Città del Fiore, potranno presto portare i loro passi, ed entrarvi gratuitamente, in due spazi preziosi di Palazzo Medici Riccardi, sede della Città Metropolitana di Firenze. Dal 10 agosto, alla vigilia dell'anniversario della Liberazione della Città, saranno aperti dalla Metrocittà il Cortile di Palazzo Medici Riccardi o 'Cortile di Michelozzo' e della Limonaia o 'Giardino degli Aranci', attraverso i cancelli di Via Cavour e di Via de'Ginori. Sarà così possibile per il visitatore sperimentare un nuovo percorso di intimità urbana che penetra nella dimensione ritmica del chiostro, per poi aprirsi nella geometria rigorosa del giardino all'italiana. Dalle colonne dell'armonico cortile quadrato, nelle cui pareti sono incastonate le campane con antichi reperti archeologici, al verde della Limonaia, passando sotto lo sguardo della statua di 'Orfeo e Cerbero' di Baccio Bandinelli e delle altre sculture che sorvegliano lo spazio. Non casuale la data scelta per l'apertura, che omaggia nel Palazzo l'insediamento a Firenze del Comitato di liberazione nazionale. L'inaugurazione del nuovo percorso in Palazzo Medici Riccardi, Sede della Città Metropolitana di Firenze, è programmata per mercoledì 10 agosto alle ore 10.30, alla presenza del Sindaco Dario Nardella. Da allora l'orario di apertura del Cortile di Michelozzo e del giardino della Limonaia sarà dalle 8.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì. Chiuso il sabato e la domenica. Dunque un grande passo in avanti per valorizzare Palazzo Medici Riccardi, attraverso un nuovo sistema culturale integrato, i cui elementi costitutivi troveranno fondamento tanto nella ricchezza storico-architettonica del Palazzo Medici-Riccardi quanto nella vocazione a divenire polo espositivo di alto livello dotato di moderni servizi di accoglienza ed informazione.

Mercoledì 10 agosto per l’intera giornata, si svolgerà come di consueto, nel Centro Storico di Pontassieve la tradizionale Fiera di San Lorenzo. Nell’ambito della manifestazione i banchi del mercato si estenderanno dal ponte Mediceo a tutta piazza Gramsci. Dalle ore 5,00 alle ore 23,00 del 10 agosto, per consentire il regolare svolgimento della manifestazione, la Polizia Municipale ha istituito il divieto di sosta con rimozione forzata ed il divieto di transito per tutti i veicoli (ad esclusione di quelli autorizzati per lo svolgimento della fiera) in via Ghiberti, via Tanzini, via del Capitano, via Roma, via Guido Reni, piazza Boetani, piazza Vittorio Emanuele II, piazza Gramsci.

A Castelfiorentino le celebrazioni inizieranno per la vigilia (9 agosto) con il concerto “Un cammino nella musica sacra”, in programma alle 21.30 nella Collegiata dei Santi Lorenzo e Leonardo (piazza del popolo) organizzato dall’associazione culturale “La Fonte” con il patrocinio del Comune di Castelfiorentino. Un concerto che vedrà alternare musiche di Handel, Bach e Mozart e si concluderà con l’esecuzione dell’Inno Lorenzo, Martire Santo di Dio. L’inno, ideato e scritto dal castellano Stefano Mattii, sarà eseguito l’indomani (10 agosto) a Roma, durante la messa solenne nella Basilica romana di San Lorenzo al Verano. In tale occasione sarà anche consegnata – come dono alla Basilica – un’epigrafe su cui è stato inciso l’inno composto dal coro castellano. Mercoledì 10 agosto (dalle ore 9.00) è in programma la tradizionale “fiera” in Piazza Gramsci, un piccolo mercato straordinario per la vendita di articoli da regalo, dolciumi e oggetti di vario genere. In serata, appuntamento dalle 20.00 nel centro storico alto con il mercatino dell’artigianato, la mostra fotografica e il doppio evento teatrale in programma all’interno della rassegna “L’Ora d’Aria”, la rassegna che si tiene nel cortile dell’ex carcere (ingresso da via Tilli). Due gli spettacoli: “Natale in saldo” (Compagnia Teatro Castello, testo di Carlo Campinoti per la regia di Fabio Marini), un natale “quando meno te l’aspetti” che vedrà esibire sulla scena cinque attori di tre diverse compagnie amatoriali e – a seguire – “Galileo l’Astrologo” (Compagnia “All’Ombra di Membrino”, testo di Paolo Bigazzi); il secondo, in particolare, inviterà il pubblico a trasferirsi su via Adimari dove si potrà assistere a uno spettacolo in chiave comica sulle costellazioni dello Zodiaco, dedicato al padre dell’astronomia. Sempre in Via Adimari è prevista, al termine del secondo spettacolo, l’osservazione astronomica delle stelle cadenti, a cura del Gruppo Astronomico Castelfiorentino.

Redazione Nove da Firenze