Rubrica — Spettacolo

Estate in città: tanti eventi a luglio in Toscana

Ritmi jazz e atmosfere cubane animano il polmone verde di Firenze Sud. Da giovedì 2 anteprima a San Salvi con il Lab. dei Chille. A Barberino 35 spettacoli in otto location diverse. A Dicomano l'"Estate Frascolana". Eliopoli Summer nella piazza di Calambrone. A Sarteano 80 appuntamenti fino a settembre


Ritmi jazz e atmosfere cubane avvolgono lo spazio estivo nel polmone verde di Firenze Sud: all’Anconella Garden dal giovedì alla domenica, ogni sera musica live per godersi le serate all’aria aperta. Previsti due set: dalle 19.30 alle 20.30 e dalle 21.30 alle 22.30. Tutti gli incontri sono a ingresso libero (accesso da via di Villamagna 39/d). Giovedi 2 luglio appuntamento con Max Calderai Piano Trio, che eseguirà composizioni originali scritte appositamente per questa formazione jazz: musiche e improvvisazioni sulle orme dei grandi trii come quelli di Bill Evans, Michel Petrucciani, Oscar Peterson o Dave BrubeckVenerdì 3 luglio sarà la volta del Valerio Morelli Jazz Trio feat. Amedeo Ronga al contrabbasso e Cosimo Marchese alla batteria. Morelli dopo gli studi di chitarra classica si appassiona al jazz, insegna per molti anni alla Scuola Lizard di Firenze ed inventa vari e innovativi metodi di studio della musica. Vanta numerose collaborazioni con artisti di fama internazionale come Stefano Bollani, Titta Nesti, Alessandro Di Puccio e molti altri. Sabato 4 luglio spazio alle calde note del sax di Stefano Negri. Il musicista ha inciso e fatto tournée con i Dirotta su Cuba (suo è l’assolo del singolo Gelosia) ha suonato con molti artisti come Renato Zero, Irene Grandi, i Righeira, Massimo Altomare e ha collaborato con i comici Giorgio Panariello e Paolo Hendel. Chiude la settimana domenica 5 luglio il Perfidia Quartet con lo spettacolo “Tradición Latina Viva!”. Valentina Di Leo, voce intensa e raffinata, si affaccia sul panorama della canzone cubana e latinoamericana d’autore insieme a Francesco Birardi, alla voce e chitarra, a Luca Imperatore alla chitarra, e a un percussionista del calibro di Paolino Casu. Un quartetto vocale- strumentale che reinterpreta in chiave romantica e intimista i brani più famosi della tradizione latina, dal Cuba al Perù, dal Messico all’Argentina. A curare la programmazione culturale per tutta la stagione estiva è il festival Diramazioni, che ha attivato una serie di prolifiche collaborazioni con le associazioni attive nel quartiere. Un cartellone in grado di crescere nel corso dei mesi, proprio grazie a queste sinergie, nel rispetto dei residenti e dell’ambiente del parco. Nato nel 2000 come festival itinerante, pensato per gli spazi pubblici fiorentini da artisti, studenti e associazioni riunite, dal 2008 Diramazioni, a cura dell’associazione culturale Cambiamusica! Firenze, ha trovato una casa base nel Parco dell’Anconella, grazie alla collaborazione con l’Estate Fiorentina. Ogni giorno, dalle 17 fino a tarda serata, è inoltre possibile fare una sosta all’Anconella Garden per gustare una merenda, un aperitivo, una cena o un drink in mezzo al verde. Tante le novità sul menu per la stagione 2020, dal Karaage (gustoso streetfood giapponese a base di pollo), al panin cu u’ purp (panino con polpo fritto, ricotta, cicorino tostato, miele di fichi), fino ai tacos alla messicana. Restano i best seller delle passate stagioni, a partire da pizza, calzoni, covaccini e alternative veg per tutte le tasche. Prevista anche una proposta di finger food in monoporzione, a base di verdure di stagione da gustare in chiave aperitivo, a partire dalle 19.

Gli irriducibili Chille de la balanza, fortemente stimolati dal loro affezionatissimo pubblico, annunciano di non voler rinunciare all’Estate a San Salvi, pur in assenza della tradizionale cornice dell’Estate fiorentina. Per ora programmano solo due momenti di Teatro del loro affollatissimo Laboratorio. E così, con il titolo “GLI ARTISTI DIS-TURBANO” giovedì 2 e venerdì 3 luglio alle ore 21.30, e liberamente ispirandosi a “Romolo il grande” di Friedrich Dürrenmatt, ecco una ricca anteprima di quella che – si spera – sarà l’edizione n. 22 del tradizionale festival estivo. In scena oltre 20 attori del Laboratorio dei Chille, tra i quali non possiamo non citare almeno Rosario Terrone (Romolo) e Tommaso Ferrini (autore anche delle musiche) e nel ruolo del venditore di calzoni Cesare Rupf. Il folto gruppo di giovani chillini vede la presenza anche di Alessio Biblioteca, Camilla Castellani, Marco Dell'Omo, Piero Carlo Dos Reis, Ginevra Emeri, Jacopo Papo Ermini, Monica Fabbri, Margherita Festini, Cristina Giaquinta, Simone Girezzi, Giulio Grifoni, Giacomo Gussoni, Silvia Licciardo, Matteo Maienza, Benedetta Marra, Beatrice Massaro, Mariasole Monaldi, Lorenzo Pellegrini e Chiara ZavattaroPosti limitatissimi e solo in prevendita. Ingresso super popolari: intero 8€, ridotto coop arci 5€, oltre al biglietto di sostenitore progetto Chille-San Salvi a 12€, che dà diritto a partecipare al sorteggio a fine estate di un omaggio targato Chille.

35 eventi da luglio a settembre, 8 spazi, più di 40 artisti coinvolti e un unico progetto che unisce Catalyst, Teatro Comunale Corsini, Comune di Barberino di Mugello, ProLoco, Comitati di frazione e tante realtà attive sul territorio.  E' il progetto dell'Estate di Barberino, che muove dall'idea che "la rinascita comincia dalla bellezza" per portare su tutto il territorio comunale spettacoli, concerti, teatro ragazzi, incontri, e un piccolo festival dedicato alla narrazione. Bellezza che per Catalyst significa ricercare nell'Arte, declinata in tutte le sue forme, Teatro, Musica, Circo, la possibilità di riappropriarsi di luoghi dedicati all'incontro e di spazi da riscoprire per valorizzare un territorio ricco dal punto di vista naturalistico e artistico come quello di Barberino. A fare da sfondo agli eventi in cartellone saranno infatti alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio, come il Lago di Bilancino, il Castello, il grande prato alle spalle delle Chiesa di Cavallina, ma anche spazi meno noti come la suggestiva Villa il Palagio con le sue sequoie monumentali, o i Giardini pubblici di Barberino e Galliano che riporteranno il Teatro al centro della comunità. Tra i protagonisti Anna Meacci, Daniela Morozzi, Riccardo Rombi, Ciro Masella, Elisabetta Salvatori, Benedetta Manfriani, Letizia Fuochi, Daniele Giangreco, Giulivo Clown, e il nucleo artistico di Catalyst che ritrova finalmente la possibilità di incontrare il pubblico a più di quattro mesi dalla chiusura del Teatro Corsini. La programmazione estiva nasce infatti come una vera e propria prosecuzione della stagione teatrale interrotta lo scorso 3 marzo: tanti eventi che coniugano qualità delle proposte con la leggerezza degli allestimenti, per spettacoli destinati a un numero limitato di spettatori per garantire lo svolgimento in sicurezza della manifestazione e un cartellone multidisciplinare dove i diversi eventi si susseguono a cadenza regolare, giovedì gli spettacoli per ragazzi e famiglie, venerdì la prosa, domenica la musica e gli eventi speciali diffusi sul territorio. A questo, si aggiungeranno le “Notti a colori barberinesi” organizzate da CCN Vivibarberino, in collaborazione con Comune e Proloco. Quattro Venerdì di festa a Barberino dove i colori saranno il tema protagonista. Il 10 Luglio sarà la “Notte Blu”, il 17 la “Notte Rosa”, il 24 la “Notte Viola”, il 31 Luglio la “Notte Verde”. In queste occasioni Piazza Cavour sarà allestita come una vera e propria “Terrazza estiva” dove poter gustare un aperitivo o cenare sotto le stelle ascoltando buona musica. I negozi saranno aperti con grandi occasioni previste per ogni serata. Il Programma di “Barberino Estate” partirà dal Teatro Corsini il prossimo mercoledì 8 luglio alle 21 con l'omaggio al poeta barberinese Ivo Guasti "Una vita per la poesia", mentre il 9 la programmazione si sposterà ai Giardini di Badia, lo spazio dedicato ai più piccoli, con lo spettacolo "Giulivo Baloon Show" con David Bianchi, in arte Giulivo. Venerdì 10 a Barberino nei Giardini del Teatro Corsini e domenica 12 in quelli di Galliano il gradito ritorno di Anna Meacci con "Lascio la mia anima alle Donne. Storia di Olympe de Gouges" un canto al femminile realizzato nell'ambito del progetto "#Personae" dedicato al racconto delle vite di donne e uomini straordinari che ci aveva accompagnato nei mesi della stagione invernale; sabato 11 nella Piazza della Chiesa di Cavallina prosegue l'avventura delle Fiabe sotto le stelle narrate dalle abili cantastorie Virginia Billi, Giorgia Calandrini e Alba Grigatti: 5 appuntamenti con le fiabe più belle della tradizione popolare che accompagneranno i più piccoli per tutto il mese di luglio (9 Barberino Giardini di Badia, 11 Cavallina, 16 Galliano, 23 Barberino, 30 Cavallina). La settimana successiva inizia dalla prosa con il primo appuntamento con "L'uomo dal fiore in bocca" protagonisti Francesco Franzosi e Rosario Campisi, giovedì 16 nei Giardini del Corsini (replica giovedì 30), mentre venerdì 17 luglio ad animare i Giardini del Teatro sarà l'eclettico Ciro Masella con "Novecento" di Alessandro Baricco, un storia capace di riempire uno spazio di personaggi, luoghi, immagini e paesaggi. Domenica 19 la prima tappa al Castello di Barberino con un doppio appuntamento: alle 17.30 la presentazione del libro "Barberino di Mugello in età lorenese" a cura di Giuseppina Carla Romby e Stefania Salomone, seguito alle 19 dal "Montecristo" di Italo Calvino, raccontato da Riccardo Rombi, un'occasione per riflettere sulla Libertà e le sue alternative. Ancora i più piccoli protagonisti dei giovedì sera con "Il soldatino di piombo" firmato da Nata Teatro il 23 luglio nei Giardini di Badia, mentre da venerdì 24 a domenica 26 tra i giardini del Teatro e le sponde del Lago di Bilancono, Barberino ospita il Piccolo Festival del Racconto "Dimenticanza": 3 serate dedicate alle storie nate dal laboratorio di scrittura narrativa condotto da Anna Meacci al Corsini che s'intrecceranno ai Diari di Chiara Calda e Teresa Luongo, due donne del Novecento che hanno vissuto il periodo della migrazione italiana narrati da Giorgia Calandrini e Dafne Tinti ne "Lammerica", e ai canti del progetto musicale per voce e chitarra "Eva_La vita tenace. Storie di Resistenza" a cura di Benedetta Manfriani e Sandro Bertieri. Ultimi due appuntamenti di luglio nella piazza di Cavallina giovedì 30 con le Fiabe al tramonto seguite dal Circo_Teatro di Daniele Giangreco con "Strudel Circus&Fun" e venerdì 31 con la prima parte del "Decaneurone" di Riccardo Rombi che rilegge le novelle più popolari del Boccaccio, venerdì nei Giardini del Corsini e domenica 2 agosto alle 19 nella scenografica cornice di Villa il Palagio sotto gli alberi monumentali affacciati sulle sponde del Lago di Bilancino. Ad agosto la programmazione prosegue ininterrottamente per tutto il mese: giovedì 6 per i più giovani, la "Corrida" capitanata da Giulivo Clown, venerdì 7 il secondo appuntamento con Calvino al Castello di Barberino affidato a Ciro Masella che interpreta "Le Città invisibili", mentre domenica 9 tocca al talento di Letizia Fuochi riempire di musica i Giardini di Galliano con "Avevamo gli occhi troppo belli. Artiste, Partigiane e Resistenti". Pausa solo per la settimana di ferragosto per riprendere giovedì 20 da Cavallina con "Senza remi" monologo ispirato a Tre uomini in barca di Jerome, diretto da Matteo Cecchini e interpretato da Matteo Timori; venerdì 21 tocca alla compagnia Il Piccolo animare i giardini del Corsini con le musiche e le atmosfere Novecentesche del "CaffèSonoro", mentre domenica 23 quarta tappa a Galliano con la seconda parte del progetto di Benedetta Manfriani dedicato alla musica popolare. Da Galliano a Barberino con lo spettacolo tout public "Der Monolog" con Gabriele Stoppa e Sarah Georg giovedì 27 e l'unico evento a pagamento del cartellone venerdì 28 con lo spettacolo di Daniela Morozzi creato appositamente per la suggestiva cornice del Lago di Bilancino. Settembre si apre con gli All Circo nei giardini di Galliano con "1, 2, 3... Cabaret" e il 4 e 6 settembre al Castello e a Barberino, il terzo e quarto capitolo del "Decaneurone" con Riccardo Rombi. L'ultima settimana inizia con le "Bolle d'aria" di Ruinart a Cavallina e l'atteso ritorno di Elisabetta Salvatori al Teatro Corsini, venerdì 11 settembre, in occasione della Liberazione di Barberino, evento in collaborazione con l'Anpi. A chiudere il sipario sulla stagione estiva, "Vieni via con me..." una vera e propia festa musicale che vedrà uniti molti degli artisti protagonisti del cartellone in un ideale staffetta artistica con la futura stagione autunnale.

L'"Estate Frascolana" c'è. Dopo il lockdown, riprendono progressivamente attività e iniziative e, nel rispetto delle misure anti-Covid, Dicomano propone la sesta edizione della rassegna estiva che si svolge nell'area archeologica di Frascole, con appuntamenti al calar del sole (inizio ore 18,30). Ad organizzarla anche quest'anno il Comune con il Museo Archeologico Comprensoriale, in collaborazione con il Gruppo archeologico dicomanese e col contributo di ToscanaEnergia. Sono 5 gli appuntamenti in programma: 4 luglio, 12 luglio, 19 e 25 luglio (questi nell'ambito della rassegna "Le notti dell'archeologia" promossa dalla Regione Toscana), ed infine, 8 agosto. L'edizione numero 6 della "Estate Frascolana" si apre con la conferenza "Noi e gli Etruschi", a cura del Gruppo archeologico dicomanese, con relatore il Luca Cappuccini dell'Università degli Studi di Firenze. L'appuntamento successivo, il 12 luglio, è col teatro: sul palco Carlina Torta e Riccardo Tesi in "A cercare insieme i fiori", dall'opera di Clara Serena. "In viaggio tra confini" è il titolo dei due spettacoli sul tema dei percorsi, dei conflitti, degli scambi tra cultura di ieri e di oggi che vengono proposti nell'ambito della rassegna regionale "Le notti dell'archeologia": il 19 luglio lettura scenica di Archeologia Narrante "Dai Velasna a Marte-Martino" e il 25 luglio concerto per tre voci, chitarra e fisarmonica, "Me voglio fa' na casa a mmiezz'o mare..." a cura di Vincanto.

Venerdì 17 luglio parte Eliopoli Summer 2020, la rassegna di eventi estivi nella piazza di Calambrone che si terrà dal 17 luglio al 30 agosto. Si parte con l’evento clou di MOGOL racconta MOGOL che, tra l’altro vedrà anche la consegna all’incredibile artista di fama mondiale del Premio alla Carriera Eliopoli summer 2020 che sarà consegnato dall’Assessore al turismo del Comune di Pisa Paolo Pesciatini. Per poi proseguire con tutti i venerdì successivi fino alla fine di agosto con TALK SHOW di vario genere e con tanti personaggi famosi condotti da Massimo Marini. Quest’anno è stato scelto di dare molto spazio alla leggerezza e al sorriso. Ci saranno tanti appuntamenti di questo genere. Dal talk show con Aria Fresca e Nazione del 24 luglio con Graziano Salvadori, Katia Beni e Davide Pratelli dove si ride di sicuro ma al tempo stesso parleremo della piccola Jo, a quello del 14 agosto con Gianfranco Butinar , del 21 agosto con tutto il Bar Lume a partire da Roan Johnson, o al 28 agosto con Ubaldo Pantani, tanto per dirne alcuni. Leggerezza ma anche tanti talenti giovani insieme a piacevoli e importanti personaggi affermati al grande pubblico. Grazia Di Michele e Matteo Becucci il 31 luglio e Paola Minaccioni, Marco Ligabue e Manuela Bollani il 28 agosto. Ma anche la serata con Ronn Moss (indimenticato Ridge di Beautiful) insieme a Raffaello Zanieri saranno ospiti il 7 agosto, oppure il 22 agosto con la serata La Nazione Sanremo con Aleandro Baldi e Le Dolce Vita. Tutte occasioni in cui ai personaggi famosi sono affiancate giovani e consolidati artisti come Valeria Iaquinto, Marco Biuler, Alice Cignoni, Silvia Spagnoli, Manuela Zero, Marco Martinelli, Erica Volpi, Martina Niccolai, Serena Rigacci. Grande spazio alla musica che quest’ anno non vedrà concerti particolari per le norme che dobbiamo rispettare. Ci saranno comunque diversi Tribute band il sabato dedicati a Pink Floyd il 18 luglio, Renato Zero il 29 luglio, Abba il 1 agosto, Tiziano Ferro il 8 agosto, 80-90 Ballads il 15 agosto, La migliore musica italiana degli anni 70-80-90. Ci saranno comunque tre spettacoli per i bambini – Eliopoli KIDS – per 3 domeniche. 19 luglio con Mago Chico e Federico Pieri spettacolo di magia e giochi di ombre, il 2 agosto con Andrea Vanni e la sua giocoleria comica e Vesta con la ruota di metallo e i bastoni infuocati, oltre al 23 agosto con Fabio Saccomani in Bolle per adulti. Come sempre, comunque, ci saranno gli appuntamenti con l’attualità grazie al Tirreno che il 9 agosto organizzerà un evento a sorpresa…Il Tirreno incontra e 3 serate di Eliopoli incontra con la Cantieristica navale Speciale Navicelli il 26 luglio e il 27 agosto il libro di Giuseppe Meucci Il Canale dei Navicelli con l’autore, Francesca Pacini editore e ing Salvatore Pisano di Navicelli spa oltre alla serata conclusiva del 30 agosto nella quale si confronteranno i due sindaci di Pisa e Livorno Michele Conti e Luca Salvetti. In questa edizione per partecipare agli eventi bisogna obbligatoriamente prenotare online. La prenotazione è molto semplice. Si accede al sito eliopolisummer.it e nell’apposito riquadro si puo’ prenotare la partecipazione. Si seleziona la data dell’evento che interessa e si riempiono i dati che vengono chiesti. Si puo prenotare per se o al massimo fino a 4 persone. La prenotazione è valida solo se si riceve conferma via mail dallo staff. Le prenotazione di ogni evento si aprono il sabato precedente il weekend interessato alle ore 8 e si chiudono 48 ore prima della data dell’evento stesso. Alla chiusura lo Staff organizza i posti in sala e invia le conferme via mail a chi poi potrà accedere la sera dell’evento. Gli eventi iniziano tassativamente alle ore 22 e sono, come sempre, gratuiti.

Ai blocchi di partenza l’estate sarteanese, con circa ottanta tra eventi e laboratori in calendario fra luglio e settembre che vanno ad aggiungersi alla straordinaria offerta museale e alle caratteristiche di vivibilità che da sempre contraddistinguono il borgo spartiacque tra la Val di Chiana e la Val d’OrciaWake Up (sveglia) Sarteano è il nome scelto da amministrazione, associazioni e attività economiche per caratterizzare l’estate post-emergenza Covid-19. Un calendario delle manifestazioni estive 2020 che sono state ripensate ed adattate ai canoni del post emergenza sanitaria con un lavoro di squadra che, seppur dovendo rinunciare all’evento di punta, la Giostra del Saracino, ha prodotto una serie di appuntamenti da non perdere. In un piccolo Comune, che non arriva a cinquemila abitanti, un’organizzazione di questo tipo è possibile solo grazie all’apporto di cittadini e associazioni, a chi ha scommesso sulla rinascita di Sarteano con donazioni cospicue, che hanno liberato le risorse necessarie per organizzare questi eventi.

Redazione Nove da Firenze