Bomba d'acqua nell'empolese

Caldo: domani scatta il codice giallo


Nel pomeriggio di oggi un violento fenomeno atmosferico si è manifestato nelle prime ore del pomeriggio (dalle 15:00 circa) nel territorio del Circondario Empolese. I comuni maggiormente interessati sono Empoli, Vinci e Cerreto Guidi. Nella zona si sono registrati 18 mm/h al pluviometro di Cerreto G. e 15 mm/h al pluviometro di Empoli, gli anemometri hanno registrato raffiche di 65.88 km/h a Cerreto Guidi e 50.76 Monteboro Empoli. Sul posto sono intervenute squadre immediatamente squadre della Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze, con gli operatori forestali e della viabilità della Metrocittà, insieme ai Vigili del fuoco e del volontariato locale

"Fin dai primi momenti del fenomeno - spiega Angelo Bassi, consigliere delegato alla Protezione civile della Città Metropolitana - lo scambio di informazioni fra i tecnici della Protezione civile di zona, la Sala di Città Metropolitana e la sala 115 è stato costante ed efficace nell'organizzare sia le prime verifiche che per il coordinamento degli interventi. Le criticità maggiori sono state dovute allo sradicamento di piante adulte in maggioranza pini domestici e per la caduta o rottura di rami in maniera sparsa nei comuni".
La viabilità non è stata compromessa eccetto che per la chiusura della SR 67 fra viale Boccaccio ed il Ponte De Gasperi per la rimozione di alcune piante di pino adulte cadute in carreggiata (la strada riapre alle 19:30). Gli interventi risultano conclusi ad eccezione della rimozione di un grosso cedro caduto su una privata abitazione in Empoli via Segantini. A seguito della rimozione da parte dell'autogru dei Vigili del fuoco verrà eseguita la valutazione di agibilità dell'immobile a due piani.

Domani scatta il codice giallo per il caldo. Il bollettino della protezione civile indica invita a prestare particolare attenzione alla popolazione anziana e a limitare le attività all’aperto con temperature percepite che, secondo le previsioni, potrebbero sfiorare i 41 gradi al sole (con 14 ore di ‘disagio caldo’).
Sempre validi quindi i consigli per la popolazione, non solo anziani, bambini e soggetti fragili, che sono a disposizione sul sito della protezione civile. Tra questi uscire il mattino presto o la sera tardi, evitando di farlo nelle ore calde (ovvero dalle 12 alle 19), e di svolgere esercizio fisico o lavoro intenso; fare bagni e docce d’acqua tiepida; indossare vestiti leggeri e comodi in fibre naturali; arieggiare la casa durante le ore fresche, come la sera tardi e durante la notte per fare entrare l’aria fresca; dormire e soggiornare nelle stanze più fresche in assenza di condizionamento, evitare correnti d’aria; chiudere vetri e le persiane durante le ore calde del giorno e provvedere a schermare i vetri delle finestre con persiane, veneziane o almeno tende, per evitare il riscaldamento eccessivo dell’ambiente; limitare l’uso del forno e utilizzare gli altri elettrodomestici (lavatrice, ferro da stiro, lavapiatti, etc.) durante le ore notturne; bere almeno 2 litri al giorno, anche in assenza di stimolo sete, evitando le bevande fredde e quelle alcoliche, mangiare frutta fresca come agrumi, fragole, meloni e verdure come carote, lattuga e peperoni; consumare pasti leggeri e conservare gli alimenti deperibili (carne, latticini, dolci con creme etc.) in modo corretto.

Otto pioppi saranno abbattuti nel parcheggio di viale Malta, a Campo di Marte. Gli esami effettuati dai tecnici incaricati dall’amministrazione hanno accertato che tutte le piante rischiano di cedere. Le operazioni per abbatterle cominceranno domani mattina. I pioppi saranno sostituiti da altrettanti giovani esemplari di pero da fiore (pyrus calleriana).

Redazione Nove da Firenze