Bauman mercoledì a Firenze per una Lectio Magistralis

Lunedì 20 all’Istituto francese un nuovo format tra teatro e letteratura. Appuntamento con Marumi Kado, coordinatore di ATLAS al CERN di Ginevra, il 21 ottobre al dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa​


FOTOGRAFIE — Mercoledì 22 ottobre, dalle 10.00 alle 12.00, Zygmunt Bauman terrà a Firenze una lectio magistralis sul temaEducation/Globalization. L’incontro con l’intellettuale polacco di fama mondiale, noto al grande pubblico per le sue tesi sulla “società liquida”, è stato organizzato dalla IUL – Italian University Line in collaborazione con l’INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) e l’Università degli Studi di Firenze. Interverranno il Rettore della IUL, Prof. Alessandro Mariani, il Presidente di INDIRE, Prof. Giovanni Biondi, e per l’Università degli Studi di Firenze il Rettore Prof. Alberto Tesi, il Prof. Luca Toschi e il Prof. Carlo Bordoni, che è coautore con Bauman del volume State of Crisis (Polity, 2014) di prossima pubblicazione per Einaudi e che introdurrà il tema della globalizzazione in rapporto alla comunità. L’evento si svolgerà nella sede della IUL a Firenze, in Via Michelangelo Buonarroti 10, nel Salone Giuseppe Lombardo Radice di Palazzo Gerini. La lectio magistralis è aperta al pubblico. Per motivi organizzativi è necessario confermare la partecipazione entro le ore 12.00 di martedì 21 ottobre. Per informazioni e conferme si prega di contattare la segreteria organizzativa al numero telefonico 055.2380568, oppure tramite l’indirizzo email: segreteria@iuline.it.


Martedì 21 ottobre alle 15, nell'aula Gerace del Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa in Largo B. Pontecorvo 3, si terrà un incontro col professor Marumi Kado, coordinatore dell’esperimento ATLAS, sulle nuove prospettive della ricerca dopo la scoperta del bosone di Higgs, avvenuta grazie agli esperimenti ATLAS e CMS condotti al CERN di Ginevra con l’accelleratore di particelle Large Hadron Collider (LHC). A due anni di distanza, nella primavera 2015, l’accelleratore sarà infatti riavviato potenziato sia nell'energia che nell'intensità per dare il via ad una nuova fase di sperimentazioni. Marumi Kado, nato da padre americano (di origine giapponese) e madre italiana, si è formato a Parigi, dove ha studiato conseguendo la laurea e il dottorato in fisica presso il laboratorio di Orsay (Università Paris 11) . Ha partecipato agli esperimenti Aleph sul collisionatore elettrone positrone al CERN negli anni ‘90, successivamente all'esperimento D0 al collisionatore protone-antiprotone del Fermilab a Chicago, e, da ultimo, all'esperimento ATLAS a LHC del CERN, dove è stato prima il coordinatore della fisica del bosone di Higgs e, successivamente, è stato nominato coordinatore generale della fisica di ATLAS.



Lunedì 20 ottobre ore 18 all’Institut français Firenze debutta un nuovo progetto tra teatro e letteratura, in collaborazione con l’ENS-Ecole normale supérieure de Paris: un format già collaudato e molto apprezzato in Francia, che accoppia sul palco un grande attore e un docente universitario per leggere e commentare insieme pagine indimenticabile della letteratura francese. Per il primo appuntamento del ciclo, intitolato La voce di un testo - 20 ottobre 2014, ore 18 - sarà protagonista Victor Hugo letto da Nicolas Lormeau, della celebre Comédie Française e commento da Guy Rosa, Université Paris 7. “Grazie al partenariato con l’ENS-Ecole normale supérieure de Paris - spiegaIsabelle Mallez - l’Institut français Firenze inizia un nuovo programma di teatro, dal titolo La voce di un testo. Creato e portato avanti da tre anni dagli studenti del’ENS, coordinati da Delphine Meunier, Anne Duguet e Béatrice Devevey, questo ciclo di letture commentate unisce un professore ed un attore intorno ad un autore maggiore della letteratura francese. Il dialogo tra l’attore che legge e interpreta i testi e lo specialista crea un approccio al testo che differisce dalla pratica academica abituale, un rapporto più diretto che amplifica il piacere stesso della lettura. Il commento completa la lettura mettendo in risalto la voce che trasmette il testo e lo rende unico. Questo doppio approcciopermette di capire e di apprezzare ancora di più le opere che amiamo, di scoprire o riscoprire i classici che non conosciamo mai così bene come pensiamo. Il partenariato con l’ENS di Parigi permette all’Institut français Firenze di raggiungere un pubblico più ampio e corrisponde perfettamente allo spirito che è alla base della nascita del progetto “La voce di un testo”. Per iniziare, abbiamo scelto un monumento della nostra letteratura, Victor Hugo, con la voce di Nicolas Lormeau della Comédie Française !”. Prossimo appuntamento: 16 gennaio 2015, ore 18, Marguerite Yourcenar letta daMarie-Sophie Ferdane, attrice, e commentata da Anne-Yvonne Julien, docente all’Università di Poitiers

Redazione Nove da Firenze