Fine settimana natalizio, il regalo resiste alla crisi, Rigiocattolo a Firenze

Il 14 e il 15 dicembre torna una delle iniziative più amate dai bambini fiorentini


TOSCANA — Feste all’insegna della sobrietà, ma il rito del regalo resiste. Secondo l’analisi di Confcommercio Firenze, le famiglie fiorentine spenderanno di media 1200 euro tra regali, spese alimentari, cenone e, per chi se lo può permettere, viaggi. Una cartolina in chiaro-scuro quella tratteggiata dall’associazione. Aumenta la percentuale di chi sostiene che le spese per il Natale siano irrinunciabili e, soprattutto, gradite (dal 49% di un anno fa siamo saliti al 51,7), ma allo stesso tempo più di due persone su tre prevedono feste un po’ più tristi del solito (lo scorso anno i pessimisti erano il 66%. Adesso sono il 70%).

I negozianti, fanno sapere da via Palagio degli Spini, rilevano che in testa ai sogni natalizi dei fiorentini c’è la tecnologia. Il 14% delle spese per i regali andrà in tablet e smartphone. Un +4% rispetto allo scorso Natale che fa ben sperare almeno i commercianti di questo settore. Bene anche il settore dei giocattoli. Da Dreoni, ad esempio, si respira aria di soddisfazione. “Sta andando piuttosto bene – affermano dallo storico negozio di via Cavour -. Vanno molto i regali innovativi come i tablet Clementoni o Oregon, ma anche il Lego, i giochi da tavolo e, in generale, i giochi creativi”. 40 euro la spesa media per i giocattoli da sistemare sotto l’albero. Si spende soprattutto per i figli, i nipoti e i parenti. I più piccoli vanno matti per Peppa Pig, mentre le bambine stravedono per Violetta.
Dai giocattoli alla moda: in questo caso, almeno per ora, la tendenza è quella di orientarsi verso articoli di fascia medio-bassa. Guanti, sciarpe. Piccoli pensieri, insomma.
Secondo lo studio di Confcommercio, il 23% della tredicesima andrà in tasse. Altrettanto verrà risparmiato. E il 54% andrà in consumi. Ma una notizia positiva c’è. Dopo due anni di contrazione dei consumi, adesso è prevista una leggera ripresa, pari al +1,4%.

Per i prodotti artigianali i fiorentini badano meno alle spese. “Chi opta per un prodotto realizzato a mano è disposto a spendere un po’ di più – afferma Sara Manetti, presidente degli orafi di Confcommercio -. La clientela del centro sa che qui trova proposte di qualità. In base alle previsioni, questo Natale andranno molto gli articoli di piccola taglia, ma tutti all’insegna della personalizzazione”. “Chi dona un gioiello regala soprattutto un’emozione. Di qui la ricerca dell’originalità”, sorride Manetti.
“Per Natale si tende sempre più a regalare cose semplici, ma utili”, non ha dubbi Andrea Angelini, vicepresidente Fipe e neo vicepresidente del consiglio Firenze centro. E per il pranzo di Natale? “A Firenze non c’è la tradizione di farlo fuori casa – risponde Angelini, ristoratore -. Chi deciderà di andare al ristorante spenderà, di media, 30-40 euro a testa”.
Tra i regali più curiosi, come fa sapere Leonardo Tulini dell’omonimo negozio di ottica, “c’è la pennina digitale grazie alla quale viene riversato su pc quello che viene scritto manualmente”. Ancora, sono molto apprezzate le macchine fotografiche a sviluppo immediato. Le moderne Polaroid, insomma. E poi i classici barometri, termometri e anche binocoli. “Qualcosa si sta muovendo, ma certo la sciopero dei bus ci ha penalizzato molto nei giorni scorsi”, sospira Tulini.
Infine, il capitolo viaggi. Il 30% dei fiorentini andrà all’estero durante le feste. Il 10% sceglierà viaggi economici, ovvero week end nelle capitali europee, oppure in Mar Rosso e in Marocco. Mille euro a persona la spesa massima. Il 20% invece si orienterà su tour un po’ più costosi. E con 4mila euro a persona volerà ai Caraibi, ma anche in Mongolia o in Africa.

Sabato 14 e domenica 15 dicembre 2013, su iniziativa della Comunità di Sant'Egidio e in collaborazione con il Comune di Firenze, torna il 'Rigiocattolo' in via Calimala, accanto a Piazza della Repubblica, dalla mattina alla sera. Il ricavato della vendita dei giocattoli usati, divenuti 'Rigiocattoli', andrà a sostenere il progetto Dream, programma internazionale per la cura dell'Aids in Africa a partire dalle madri e i bambini.
Per informazioni e contatti: tel. 055.234.27.12. Mail: santegidio_firenze@hotmail.com

Domenica 15 dicembre ore 16.45 al teatro Puccini. Il celebre racconto di Dickens in una messa in scena che ne esalta il sapore gotico e fiabesco: una fiaba natalizia ricca di humor, calore e suspence. Il vecchio Scrooge è un uomo ormai consumato dall’avarizia: inacidito, scorbutico nemico del mondo intero, la sua vita sembra votata alla solitudine, quando proprio nella notte della vigilia di Natale, gli appare il fantasma del suo defunto socio Marley preannunciandogli la visita di tre misteriosi spiriti che lo condurranno in un viaggio nella memoria alla ricerca di se stesso. Comincia così l’avventura di Scrooge, trasportato in volo nella fredda notte londinese dagli spiriti dei Natali passati, presenti e futuri che gli mostrano in un viaggio nel tempo, la sua infanzia, il presente delle persone che dovrebbero esseregli care, e infine le ombre delle cose che ancora non sono. Attraverso questo viaggio iniziatico Scrooge riscoprirà il senso e il sapore della vita da tempo dimenticati. Uno spettacolo ricco di soluzioni sceniche sorprendenti, giochi di ombre e luci che evocano spiriti giocosi e fantasmi di un passato pieno di vitalità e di pathos; un ritmo sostenuto scandito dalle canzoni e dalle coreografie in uno spazio scenico che si trasforma a sorpresa in ambienti sempre nuovi.
Età consigliata: da 3 a 99 anni
Posto unico non numerato
Intero € 7,00 + diritti di prevendita
Ingresso gratuito per i bambini sotto i 3 anni

Continua la voglia di Natale a Fiesole. Domenica 15, dalle 9.30 alle 20, in piazza Mino si tiene il mercato “Merry Christmas”. In vendita oggetti di artigianato per addobbare la casa in occasione della Santa Festa del 25 dicembre: decori natalizi, personaggi per il presepe, fiori di carta, candele, applicazioni per abbellire i mobili e ancora tanti altri oggetti fatti a mano.

Biblioteche, teatri, circoli, piazze. Ogni spazio è buono per catturare i desideri dei più piccoli. Vagando di collina in collina un ‘papà in missione speciale bussa alle porte del Chianti. E’ Babbo Natale alla guida di un’allegra carovana di eventi. Anche per questo fine settimana si moltiplicano le occasioni di pregustare le atmosfere natalizie nei Comuni di Barberino, San Casciano e Tavarnelle. Laboratori, addobbi, letture animate, mercatini, concerti e pranzi di solidarietà. Il programma delle iniziative è per tutti i gusti e tutte le età. Senza confini di tempo e di spazio.
Un tuffo nel passato è quello che propone il secondo appuntamento di “Natale nel borgo”, in programma domenica 15, organizzato tra le architetture medievali del castello di Barberino Val d’Elsa. Una domenica speciale, dalle ore 12 alle ore 20, per visitare lo straordinario borgo che dal 2004 si fregia del marchio di qualità turistico ambientale Bandiera Arancione rilasciato dal Touring Club Italiano, e allo stesso tempo lasciarsi ispirare dalle tante idee regalo del mercatino natalizio. Per la seconda edizione “Natale nel borgo”, promosso dal Comune, gli operatori economici di Barberino con il contributo di Pam e Maury’s, mette insieme circa trenta espositori nei settori dell’artigianato, dell’oggettistica e dell’enogastronomia. Tra i banchi stoffe, ricami, oggetti realizzati con la tecnica del decoupage, fiori, cesti, ceramiche, bigiotteria artigianale, pelletteria, bambole di pezza, cuscini, ghirlande e palline natalizie, libri per bambini. L’iniziativa pensa al divertimento della famiglia con un ricco programma di eventi per i più piccoli. Domenica 15 alle ore 15 ci sarà la consegna delle letterine a Babbo Natale e una merenda per tutti a base di ghiottonerie natalizie. Nel cortile di Palazzo Corsini alle ore 14 sarà allestito un presepe vivente animato a cura dei ragazzi della parrocchia. In varie aree del centro storico saranno in funzione stand e punti enogastronomici con la possibilità di degustare prodotti tipici locali. Ad arricchire l’iniziativa una mostra di costumi medievali organizzata tra le sale del Palazzo Spedale dei Pellegrini a cura dell’associazione Happy Days. Ingresso libero. Info: 055 8052214.
La carovana natalizia si diverte ad esplorare San Casciano e la sua campagna. Da appassionato affabulatore Babbo Natale inforca gli occhiali e legge ai più piccoli. Sabato 14 negli spazi della biblioteca di San Casciano i bambini potranno liberare la fantasia con le letture animate “Un libro una storia….. sotto l’albero”, in programma dalle 10 alle 12. L’iniziativa è a cura della Cooperativa Nuvole. Anche la biblioteca di Chiesanuova propone un pomeriggio per i più piccoli (dalle 15 alle 19) con il laboratorio di addobbi per il Natale. I bambini dell’oratorio della parrocchia di San Casciano sono i protagonisti dello spettacolo “Il Princ”, ispirato al libro per bambini di Theodor Seuss Geisel “Il Grinch” che il Cinema Teatro Everest ospiterà sabato14 alle ore 16. Ingresso libero. Si potrà donare un’offerta e contribuire al Centro di Ascolto della Parrocchia di San Casciano. Info: 055 8290345.

Domenica 15 le piazze di San Casciano, Mercatale, Chiesanuova e La Romola si animeranno con mercatini natalizi e iniziative di solidarietà. Oggetti d’antiquariato, collezionismo e artigianato condividono la scena con i sapori della tradizione nel centro storico di San Casciano (dalle 9 alle 20). Per le vie del paese si terranno anche perfomance musicali e di danza itinerante a cura degli allievi della Accademia musicale e del Centro Danza Chianti. Il Gruppo di Solidarietà della Misericordia organizza un pranzo presso la Casa del Popolo di Mercatale (ore 12,30), mentre alla Romola sono i genitori e le associazioni del paese ad allestire un mercatino natalizio e l’addobbo dell’albero nel Parco della Rimembranza. Natale a San Casciano vola sulle note dei concerti del gruppo Nuove Trasparenze nella Chiesa di Santa Maria a Mercatale (ore 17,30) e del Coro Gospel Marcialla alla Chiesa di Santa Maria alla Romola (ore 11). Info: www.sancascianovp.net.
Ultima tappa del tour di Babbo Natale è a Tavarnelle dove il Comune, la Pro Loco, Di Bottega in Bottega e ChiantiBanca promuovono per il 15 una domenica da vivere nel centro storico in occasione della Fiera di Santa Lucia. Questa volta saranno le Nataline (dalle ore 15) a correre sui pattini e far felici i più piccoli con dolcetti e doni per le vie del paese. A farla da padrone in piazza Vecchia è il teatro con un doppio appuntamento. La compagnia “Nuvole in viaggio” del Teatro Regina Margherita di Marcialla propone un laboratorio di teatro per ragazzi e la messa in scena dello spettacolo “Buone teatrale”. Info: www.tavarnellevp.it.

Un piccolo dono per aiutare il prossimo. Anche la Toscana, con la sua rete di mercati e Botteghe di Campagna Amica, aderisce all’iniziativa promossa da Coldiretti, Codacons e Caritas per sostenere le persone meno abbienti attraverso il dono di pacchi alimentari: i “Pacchi buoni”. Da domani, sabato 14 dicembre e fino al 31 dicembre, sarà possibile “donare” prodotti che insieme a quelli offerti dagli agricoltori di Coldiretti andranno a riempire i pacchi di Natale che saranno distribuiti alle famiglie bisognose dalla Caritas. I "pacchi buoni" conterranno prodotti di prima necessità come pasta secca, legumi, formaggi, vino, frutta e verdura prodotti da forno al 100% italiani. Aderire è facile: i prodotti e gli alimenti saranno raccolti presso i “punti di raccolta” che in Toscana saranno attivi a Pistoia, Pisa, Firenze e Grosseto e che saranno riconoscibili attraverso una apposita segnaletica.
In Toscana sono stati 155mila i nostri concittadini che si rivolti nel 2013 alle organizzazioni no-profit per ricevere pacchi alimentari o pasti gratuiti con un incremento, rispetto al 2010, del28%. Dei 155mila indigenti, 15.585 sono bambini tra i 0 ed i 5 anni (fonte Dossier “Le nuove povertà nel Belpaese. Gli italiani che aiutano”). 5milioni sono invece gli interventi assicurati nel 2013 tra pasti gratuiti in mensa o in residenza e distribuzione di pacchi di prodotti alimentari: il 23% mangia alla mensa dei poveri, il 75% usufruisce dei pacchi alimentari come forma di aiuto.
Ecco i “Circoli dei Buoni”: A Pistoia presso mercato in Via dell’Annona, 191 (14, 21 e 28 dicembre); Pisa presso mercato Consorzio Agrario in Via Aurelia Nord, 4 (21 e 28 dicembre); Firenze presso “Bottega Italiana”, Via Lungo l’Affrico, 88/C (dal 14 al 31 dicembre); Greve in Chianti presso mercato in Via Cesare Battisti (14, 21 e 28 dicembre); Grosseto presso “Bottega di Campagna Amica”, Via Repubblica Domenicana, 123/125 (dal 14 al 31).

SARTEANO – Sabato 14 e domenica 15, nella piazza XXIV giugno di Sarteano, un ricco mercatino natalizio delle colline toscane offrirà idee originali e creative da regalare agli amici più affezionati. Bevande calde e assaggi di prodotti locali, musica e canti, riscalderanno i viandanti. In questo modo il “magico villaggio” allestito a Sarteano grazie all’associazione Nonsolomamme, al Comune di Sarteano e alla collaborazione di tanti sarteanesi si arricchisce di un ulteriore appuntamento per divertirsi in famiglia e vivere l'atmosfera natalizia. Il villaggio e la casetta degli elfi saranno aperti dalle 15 alle 19, oltre al mercatino, per accogliere tutti i bambini che vorranno scrivere con i folletti la letterina per Babbo Natale e spedirla nel magico macchinario fino a Rovaniemi, in Lapponia. E, ancora, tanto divertimento con gli spettacoli dei burattini in officina e quelli di strada degli Shabernack.
Il villaggio degli elfi è anche solidarietà e dolcezza: il comitato dei genitori delle scuole sarteanesi ha organizzato una pesca di beneficenza “elfettosa” con i giochi dei bambini il cui ricavato servirà per migliorare l'attività didattica dei nostri bambini; gli elfi accoglieranno con orgoglio la luce di Betlemme, simbolo di pace e di fratellanza da diffondere in tutti i cuori dei bambini!
Gli elfi aspettano genitori e bambini, in un luogo magico. Ci sarà modo di divertirsi e giocare nell'officina degli elfi falegnami, intagliatori e inventori; affrontare prove canore con l'elfogallo itinerante; assaporare una pausa golosa nella cucina di Mamma Natale; timbrare, scrivere, spedire le letterine nell'ufficio postale della casetta degli elfi.
Per tutti i bambini che vogliono un regalo unico dagli elfi, il villaggio propone appuntamenti imperdibili: laboratori all'officina per creare un elfo personalizzato insieme all'elfa Paola, lanterne e sonagli, il vero completo degli elfi del Natale e l'attestato di miglior elfo per chi partecipa a uno degli itinerari speciali alla faggeta (dove nascono gli elfi), o alla foresta degli alberi parlanti (dove vivono i folletti dispettosi). E, soprattutto, il diploma di bravo bambino, con il timbro folletto rilasciato dall'elfo cerca nome che troverà il nome di quelli più buoni in un grande librone.
Il magico villaggio si sviluppa tra le vie nascoste del borgo di Sarteano. Ad accogliere i visitatori c’è un arco, che si regge da solo come per magia, realizzato con cassette della frutta, poi un corteo di alberi realizzati dagli elfi con i bancali di legno e decorati con maestria, estro e creatività dai bambini piccolissimi delle scuole. Cappelli rossi, barbe lunghe, bacchette magiche di bolle di sapone scapperanno da dietro ogni angolo per divertire e far giocare tutti i presenti.

Redazione Nove da Firenze