La riconquista dello spazio per le bici comincerà da Novoli?

Una petizione chiede il ricongiungimento delle piste di viale Redi e di via di Novoli


FIRENZE — L'associazione Città Ciclabile di Firenze e la Sezione Soci Coop di Novoli hanno oggi consegnato all'Assessore alla Mobilità oltre 1.500 firme della petizione che chiede il ricongiungimento delle piste di viale Redi e di via di Novoli in modo da creare il collegamento ciclabile col Centro Commerciale Novoli, i nuovi insediamenti abitativi e direzionali, il Polo universitario, il Palazzo di Giustizia.

Dall'indagine IRPET risulta che durante i Mondiali di Ciclismo le bici in circolazione sono aumentate dal 10 al 15%: le limitazioni al traffico al motore avevano infatti indotto tanti cittadini, che si sentivano più sicuri perché c'era meno traffico, a tirare fuori le bici, e i vantaggi sono stati enormi per la salute e la vivibilità. Proprio in questi giorni di sforamento dei limiti per il PM10 sono tornati alla ribalta i drammatici risultati del recente studio ESCAPE che ha provato il collegamento diretto fra smog e cancro al polmone, tanto che l'Agenzia per la Ricerca sul Cancro ora considera le polveri sottili la seconda causa di cancro al polmone subito dopo il fumo.

Anche per migliorare la qualità dell'aria occorre redistribuire lo spazio per le strade, più che saturato negli anni dai mezzi a motore tanto che basta un nulla per bloccare il traffico, in modo da permettere alle bici di muoversi in sicurezza collegando i vari pezzi di piste e creando una RETE al posto dell'attuale serie di monconi. L'assessore ha dimostrato molto interesse per la richiesta.

Redazione Nove da Firenze