Presentata la quarta edizione de 'Lo schermo dell'arte Film Festival'

Dal 20 novembre al 3 dicembre, al Cinema Odeon e a Cango-Cantieri Goldonetta


CINEMA — Questa mattina Silvia Lucchesi, direttore de 'Lo Schermo dell'arte Film Festival' ha presentato la quarta edizione della rassegna cinematografica che si terrà a Firenze dal 20 novembre al 3 dicembre 2011 al Cinema Odeon e a Cango-Cantieri Goldonetta. Sono intervenuti Paolo Chiappini, direttore Fondazione Sistena Toscana, Massimo Gregorini, dirigente settore valorizzazione patrimonio culturale Regione Toscana, Martino Margheri, responsabile progetto Open Studios CCC Strozzina, Carlo Sisi, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Alberto Salvadori, direttore Museo Marino Marini, e l'artista israeliano Omer Fast che sarà ospite del festival con la sua videoinstallazione Thalk Show.

Lo schermo dell’arte è uno dei più importanti Festival cinematografici internazionali dedicati unicamente alle arti visive contemporanee, e riunisce nel suo ricco programma documentari, film d’artista, video installazioni e incontri con gli autori nelle sezioni: Cinema d’artista, Sguardi, Mobiles e Festival Talks.

Inoltre, il Festival promuove il Premio Lo schermo dell’arte Film Festival, un riconoscimento volto a sostenere la produzione video dei giovani artisti italiani. Giovedì 24 novembre, serata di chiusura delle proiezioni al Cinema Odeon, verrà presentato il vincitore del premio 2010 e annunciato il vincitore dell’edizione 2011.

Il programma di Cinema d'artista si inaugura con Sarah Morris protagonista, il 21 novembre alle 21.00, della serata di apertura al Cinema Odeon, organizzata in collaborazione con il Museo Marino Marini. Saranno presentati “Points on a Line” e “Chicago”, due ritratti metropolitani caratterizzati dall'ibridazione visiva e sonora con musiche appositamente composte da Liam Gillick. La contaminazione tra immagini e musiche è parte fondamentale anche degli altri film d’artista del programma dello Schermo dell’arte Film Festival: “Alpi” di Armin Linke, un collage di immagini, suoni e situazioni emblematiche del complesso paesaggio alpino , e “1395 Days Without Red” di Anri Sala che ci riporta ai drammatici giorni dell'assedio di Sarajevo.

Ancora al Cinema Odeon, nella sezione Sguardi vengono presentati film lungometraggi sui protagonisti dell'arte di oggi quali l’acclamato “Gerhard Richter Painting” di Corinna Belz; “Over Your Cities Grass Will Grow” di Sophie Fiennes su Anselm Kiefer, “Urs Fischer” di Iwan Schumacker, “How Are You” di Jannick Splidsboel sul duo scandinavo Elmgreen & Dragset, “William Kentridge” di Susan Solinas e Charles Atlas, “Tinguely” di Thomas Thümena; e documentari su storie del presente e del passato quali “The Treasure Cave”di Bahman Kiarostami sul Museo di arte contemporanea di Teheran, “The Desert of Forbidden Art” di Amanda Pope e Tchavdar Georgiev sulla figura del collezionista russo Igor Savitsky e “Art and Oligarchs” di Tania Rakhmanova su quelle dei nuovi ricchissimi mecenati russi. Con Mobiles il festival dà vita ad un nuovo programma espositivo che in luoghi diversi dalla sala cinematografica presenta opere dei maggiori artisti internazionali che si esprimono con le moving images.

Dal 20 novembre al 3 dicembre ai Cantieri Goldonetta sarà visibile la video-installazione “Talk Show” dell’artista israeliano Omer Fast incentrata sul potere mediatico e sulla relazione tra verità, descrizione e narrazione della realtà (2009, 65’, lingua inglese, sottotitoli italiani). In collaborazione con Cango.
Lo Schermo dell’arte Film Festival 2011 è arricchito dal programma dei Festival Talks, momenti di approfondimento che prevedono incontri e lectures con gli artisti Omer Fast (20 novembre ore 11, Cango), Sarah Morris (21 novembre ore 21.45, Odeon Firenze), Armin Linke ( 22 novembre ore 16.00, Odeon Firenze) .

Inoltre, giovedì 24 novembre all'Odeon Firenze, si terrà la proclamazione del progetto vincitore della seconda edizione del Premio Lo schermo dell’arte Film Festival 2011 per la produzione di un video rivolto a artisti italiani emergenti. Il film sarà prodotto nel 2012 e proiettato nel corso della quinta edizione del Festival. I dieci artisti, selezionati da Cecilia Alemani, Federica Bueti, Alfredo Cramerotti, Ilaria Gianni e Simone Menegoi, sono: Alterazioni Video, Anna Franceschini, Riccardo Giacconi, Francesca Grilli, Christian Niccoli, Valerio Rocco Orlando, Giulio Squillacciotti, Santo Tolone, Luca Trevisani e Nico Vascellari.

Seguirà alle ore 21.30 l’anteprima del film Ladies and Gentlemen di Luca Bolognesi, opera vincitrice della prima edizione del Premio 2010. Il video del giovane artista ferrarese si propone quale documento divulgativo dei principali temi affrontati da Sir James Ephraim Lovelock, scienziato indipendente, celebre per aver formulato la teoria di Gaia che dimostra come il pianeta Terra sia l’unico superorganismo vivente.

Il programma del Festival include poi nove video interviste ad artisti toscani realizzate nell'ambito del progetto OpenStudios 2 curato dal CCC Strozzina: martedì 22 novembre, ore 17.30 Andrea Ferrara, Luciana Majoni e Robert Pettena; mercoledì 23 novembre, ore 17.30 Kinkaleri, Giovanni Ozzola e Andrea Lunardi; giovedì 24 novembre, ore 17.30 Francesco Carone, Ursula Ferrara e Caterina Sbrana.

Infine, in collaborazione con il Museo Luigi Pecci, si terrà un Omaggio a Mario Mariotti, a cui il museo pratese dedica in questi giorni per la prima volta una personale. Nel foyer dell'Odeon si potranno vedere quattro video realizzati tra la fine degli anni Ottanta e i primi Novanta dall'artista che è stato anima e spirito dell'Oltrarno.

Redazione Nove da Firenze