In linea il nuovo portale Rea.net, Biblioteche lungo l’Elsa e l’Arno

Il nuovo portale della rete Rea.net. Biblioteche e archivi diventano 2.0 con il nuovo sito internet progettato da Var Group


INNOVAZIONE TECNOLOGICA —
Obiettivo del nuovo portale è dare maggiore visibilità alle biblioteche e agli archivi dei tredici comuni dell'Empolese e del Medio Valdarno che aderiscono a Rea.net e migliorare ancora il rapporto con gli utenti e i cittadini, utilizzando tutti gli strumenti di dialogo che oggi sono a disposizione grazie al cosiddetto web 2.0: dai blog ai social network come Facebook, Twitter, Linkedin, dalle chat a Skype, dai feed ai form da compilare on line.

Gli utenti potranno così partecipare attivamente alla vita delle biblioteche comunicando e interagendo attraverso il nuovo sito, che vuol essere un nuovo punto di scambio e di discussione, oltre a continuare a fornire tutte le informazioni utili su orari e servizi. Attraverso la sezione “La parola all’utente”, infatti, ogni cittadino collegato potrà accedere ad un blog, condividere su Facebook, Twitter o Linkedin le notizie relative alle iniziative organizzate da biblioteche e archivi. E' inoltre possibile iscriversi al portale attraverso i “feed Rss” per essere aggiornati in tempo reale su tutte le novità. Grazie ai feedback degli utenti, la redazione del portale Rea.net potrà effettuare un continuo aggiornamento e miglioramento del sito, attribuendo agli utenti finali quel ruolo attivo che ormai fa parte integrante del web 2.0.

Il nuovo portale è visitabile all’indirizzo http://reanet.empolese-valdelsa.it, ha un’interfaccia semplice e intuitiva, e si articola in alcuni menù principali con le notizie relative alla rete Rea.net, a cui si aggiungono le pagine che le singole biblioteche e gli archivi hanno a disposizione per promuovere i loro servizi e le iniziative: presentazioni di libri, incontri con l’autore, eventi culturali, attività di promozione della lettura.

Dall’home page del portale si può accedere a:
informazioni sui vari servizi della rete: prestito interbibliotecario e fornitura dei documenti, la tessera di rete, “Pronto in biblioteca” (il nuovo servizio di prestito a domicilio di prossima attivazione) e il reference on-line di rete, che mette a disposizione a livello di sistema le risorse e le professionalità presenti nelle varie biblioteche della rete Rea.net;
catalogo collettivo della rete Rea.net;
calendario, grazie al quale sono visibili le iniziative organizzate dalle biblioteche della rete Reanet;
pagina dei link utili: un repertorio di risorse web curato dallo staff Rea.net;
ultimi acquisti delle biblioteche;
libri e dvd consigliati dai bibliotecari Rea.net;
libri più richiesti.

Le sezioni del portale dedicate alla singola biblioteca o archivio hanno una propria articolazione interna, strutturata in modo tale da agevolare il più possibile la navigazione e ridurre i tempi di ricerca delle informazioni riguardanti i contatti, gli orari di apertura, i servizi, la descrizioni delle collezioni.

Attraverso le pagine degli “Archivi” sono accessibili le informazioni relative ai fondi e alle serie conservati presso gli archivi storici dei comuni dell’Empolese e Medio Valdarno. Per alcuni di essi è presente anche il link al catalogo online.

Per l’architettura del portale è stato usato il content management system di Joomla!, un software open source per la gestione di siti web che consente un alto grado di interattività con l’utente.

Questa scelta è stata fatta da Var Group, in particolare dai consulenti della sua agenzia di comunicazione iMama. Il progetto del portale Rea.net è frutto di una strategia che ha nel connubio tra web e tecnologia la sua caratteristica principale. Un connubio che ha permesso di valorizzare un patrimonio così importante come quello delle biblioteche di sette comuni dell'Empolese e del Medio Valdarno (oltre a quelle del Liceo Virgilio di Empoli, dell'Agenzia Formativa della USL11, della Casa Boccaccio di Certaldo e dell'Associazione storica della Valdelsa di Castelfiorentino) rendendolo sempre più vicino ai cittadini.

Da oltre 35 anni la filosofia Var Group (Gruppo Sesa) è quella di fornire agli imprenditori e alle realtà locali l'innovazione tecnologica portando sul territorio le eccellenze dei grandi produttori di informatica, come Cisco, IBM, Microsoft, integrandole alle competenze sviluppate in settori tipici dell'economia locale. In questo caso sono state utilizzate le ultime novità in termini di in comunicazione web per ampliare la diffusione di una cultura che fa parte del nostro territorio. La Toscana diventa perciò un laboratorio di sviluppo di competenze che vengono esportare in tutta Italia.



Redazione Nove da Firenze