Pitti Bimbo 73: tendenze e sfilate

Gli special guest


MODA — Progetto esclusivo creato da Pitti Immagine Bimbo, la mini fashion week porta in passerella i protagonisti del childrenswear internazionale. Appuntamento imperdibile per stampa e buyer di tutto il mondo, a questa edizione le sfilate si arricchiscono anche di nuove modalità di presentazione. Le location dei fashion show di Pitti Bimbo 73 sono la Sala della Ronda e gli spazi del Rondino. Sempre ricco il parterre dei giovani testimonial delle sfilate a Pitti Bimbo. Da Miss Blumarine, fra le baby modelle che indossano le creazioni disegnate da Anna Molinari spiccano infatti delle aristocratiche: Isabella Balduino, Assia Barbolani di Montauto, Bianca Pannocchieschi d’Elci e Grace von Bismarck. Alla sfilata Fendi saranno ospiti la modella Daniela Pestova insieme al marito Pavol Habera e ai figli Yanik Butti ed Ella Habera, che sfilerà insieme agli altri bimbi. E ancora, alla sfilata Simonetta saranno presenti Agnese Landini Renzi, moglie del sindaco di Firenze Matteo Renzi, e la piccola Ester. Espressione della sensibilità contemporanea alle tematiche etiche, EcoEthic è il pianeta delle collezioni che hanno eticità e ecosostenibilità nel proprio DNA. Aziende da tutto il mondo, che utilizzano materiali organici e biologici prodotti nel rispetto della natura e secondo una filiera che tutela le produzioni locali e le piccole comunità oltre alla salvaguardia del pianeta.

Nuovo mantra: fatto a mano
Collezioni dedicate alle bimbe che hanno il loro pendant nel guardaroba delle mamme. Hanno linee pulite e sono interamente fatti a mano e rifiniti con applicazioni - di nastri valencienne, bottoni giocattolo, spille hand made - abitini, chemisier, t-shirt e piccoli accessori. Il dato artigianale si accosta a materiali preziosi come lini, crepe, voile di seta e jersey, accanto alla maglieria in cotone e cachemire iper soft, oppure riscopre antiche tradizioni, che puntano alla valorizzazione del territorio e dei saperi delle piccole comunità. Colori chiave, accanto a ecru, bianco, rosa e azzurro pastello che vengono accostati ai vari toni del blue.

Il mondo bio contamina anche lo sport
Cotone organico al 100%, jersey e fresco poplin sono i materiali d’elezione per collezioni ecofriendly che rivisitano capi sportswear. In primo piano leggings, t-shirt, shorts accanto a tute, pants da karate, morbidi pezzi knitwear, felpe e abitini con cappuccio per le bimbe: capi che vengono combinati tra di loro con un nuovo gusto della sovrapposizione.

Il puro cotone biologico è protagonista
Fibre provenienti da piantagioni gestite in modo sostenibile e coltivate, raccolte e trasformate senza sostanze nocive per l'ambiente e per l'uomo, che mettono al primo posto la salute e il rispetto dell’ambiente; filati che impiegano tinture naturali e non hanno subito trattamenti chimici. Focus sul cotone, totalmente naturale: piacevolmente morbido, più resistente nel tempo, assicura una corretta traspirazione cutanea. Le sue fibre, infatti, non avendo assorbito sostanze chimiche, mantengono inalterate le loro qualità originarie.

Focus sui trattamenti. Sempre più certificati
Grande attenzione ai trattamenti utilizzati. Sul le tinture sono Low Impact Dying, cioè prive di metalli pesanti, le serigrafie sono realizzate a mano e con colori ad acqua, il tutto in una filiera rigorosamente etica, dal campo di cotone fino al confezionamento dei capi. Jersey, interlock e ciniglia non subiscono trattamenti chimici tali da alterare le proprietà naturali della fibra.

I must- have
Per i più piccoli body, t-shirt, felpe e bavaglini in cotone 100% anallergico. Per le bimbe ma anche in versione pre-maman, abitini, chemisier in lino, t-shirt in cotone organico 100%, camicie da notte vaporose.

Con un corner ricco e colorato, Richard Ginori 1735 – esempio d’eccellenza in Italia e nel mondo nell’alta manifattura artistica della porcellana – prenderà parte, per la prima volta, alla famosa kermesse fiorentina dedicata alla moda per bambini, presentando la collezione Pinocchio e l’inedita linea Tipo e Tipa, pensate e realizzate “a misura di bambino”. Sobrio e delicato, il set pappa Pinocchio trae diretta ispirazione dalle icone e dai protagonisti della famosa favola di Carlo Collodi, tra le più amate dai bambini. Dedicata al mondo dei fumetti manga, la collezione Tipo e Tipa è declinata nei toni del rosa e dell’azzurro, per una tavola che sa di tenerezza. Entrambe le linee, sono realizzate dagli abili maestri artigiani della Manifattura in finissima porcellana, pregiato materiale che caratterizza da sempre la produzione Richard Ginori 1735, particolarmente adatto ai più piccoli per le sue proprietà: ecocompatibilità ed ecosostenibilità, facilità e profondità di lavaggio, atossicità e isolamento termico. La forma prescelta per entrambe le collezioni è Armonia, selezionata accuratamente da Richard Ginori 1735 perché capace di rispondere perfettamente sia alle esigenze delle mamme che a quelle dei bambini.

Anche per la primavera-estate 2012 il brand del vulcanico Alberto Bresci, puntuale all’appuntamento con il prestigioso salone fiorentino di Pitti Bimbo, non smentisce la sua vocazione funny-casual declinata soprattutto nel pianeta Junior dove il teschio, grazie a lavorazioni ricercate, subisce nuove metamorfosi ludiche e imprevedibili legate a una innovativa versione in 3D. E’ il caso delle applicazioni effetto spugna che decorano le felpe hooded e i pantaloni da jogging coordinati nelle tute realizzate in puro cotone. E in esclusiva da questa stagione nel guardaroba junior debuttano i bermuda, che esibiscono coulisse in vita e comode tasche laterali nel grintoso modello cargo, da abbinare a polo e t-shirt dove il logo del marchio viene riprodotto in una fantasia botanica con una tecnica flock di applicazione a caldo. Libertà, colore e ironia dominano i completi sportivi dove Hydrogen rivisita le icone dei suoi co-branding eccellenti: quello con Chupa Chups e quello con Big Babol in cui il teschio appare rispettivamente in versione rainbow e total pink. Per poi passare alle tute contraddistinte da un lavaggio speciale che conferisce al tessuto una patina vintage grazie a un’innovativa tintura a freddo. La novità assoluta per la prossima stagione calda è il footwear più colorato tradotto in sneakers, running e basket shoes che grazie al camaleontico skull acquistano un’iconica verve arricchendosi di dettagli davvero sorprendenti che saranno sicuramente apprezzati dai fan in erba del marchio. Come la cerniera laterale, pratica e funzionale, che accentua il comfort del modello basket caratterizzato da logo stampato e dal collage di colori. Sono un inno al dinamismo e all’energia pop le nuovissime sneaker per il bimbo sprint : presentano il teschio stampato sulla suola in gomma e fantasie floreali ad animare la tomaia dove il teschio campeggia lateralmente in tecnicolor. Per i giovanissimi cultori dell’outdoor lifestyle la linea Junior di Hydrogen propone le sue scarpe running, candide, floreali o mimetiche, provviste di una doppia chiusura con velcro anch’essa contrassegnata dal simpatico teschio posizionato in primo piano.

Redazione Nove da Firenze