Cavalli e cavalieri: a Certaldo il Convegno internazionale

Tre giorni di studi ideati e diretti dallo storico Franco Cardini


CERTALDO– Si svolge dal 16 al 18 settembre nel Palazzo Pretorio di Certaldo la quinta edizione del convegno internazionale di studi sulla civiltà cavalleresca, che quest’anno si intitola: “Cavalli e cavalieri - Guerra, gioco, finzione” ed è organizzato dal Centro europeo di studi sulla civiltà cavalleresca con i Comuni di Certaldo, San Gimignano, Volterra. I convegni del Centro Studi, che hanno tra gli ideatori e animatori studiosi del calibro di Franco Cardini, Duccio Balestracci, Francesco Zambon – oltre al compianto boccaccista Michelangelo Picone – hanno un’apertura veramente europea, dato che affrontano autori e tematiche delle letterature romanze (italiana e francese soprattutto) e anche di quelle nordiche (inglese in particolare), e si sono avvalsi in questi cinque anni di contributi scientifici di studiosi che operano in università di tutta Europa, spaziando dagli aspetti più letterari e sociologici a quelli storici e tecnologici, per offrire una radiografia attenta e aggiornata del processo formativo ed evolutivo della civiltà e cultura europea tra Medioevo e Rinascimento. L’edizione 2010 del convegno, dal titolo “Cavalli e cavalieri - Guerra, gioco, finzione”, sposta l’attenzione sul rapporto cavallo-cavaliere. Il cavallo infatti è stato per secoli non solo simbolo di potere e forza, ma anche strumento bellico principale e stava in un rapporto inscindibile col cavaliere stesso. Il convegno affronterà quindi tutto il versante equestre della civiltà cavalleresca, analizzando la nascita del rapporto tra l’uomo combattente ed il cavallo, e tutto quel che ha comportato nei suo aspetti storici, etologici, scientifici, culturali.

L’ingresso al Convegno, dal 16 al 18 settembre dalle ore 9 alle ore 18, è libero ed aperto a tutti gli appassionati della materia.

Redazione Nove da Firenze