I Chille de la balanza mettono in scena ''La pazza morale''

A San Salvi lunedì 26 luglio ore 21:15 ultimo appuntamento di "Libri… e non solo", una coraggiosa iniziativa dell’estate dei Chille de la balanza che ha presentato i lunedì di luglio alcuni libri in maniera del tutto originale.


TEATRO A FIRENZE — A San Salvi lunedì 26 luglio ore 21:15 ultimo appuntamento di "Libri… e non solo", una coraggiosa iniziativa dell’estate dei Chille de la balanza che ha presentato i lunedì di luglio alcuni libri in maniera del tutto originale.
In scena… "La pazza morale", un breve romanzo di Stefano Berni, docente di filosofia e scienze sociali presso il liceo Cicognini-Rodari di Prato e dottorando presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Siena. Berni lavora da molti anni sui temi della soggettività, della corporeità e del potere a partire da posizioni scettico-relativistiche di Nietzsche, della Scuola di Francoforte e di Foucault. In particolare il suo intento principale è di elaborare un’antropologia culturale che rimetta al centro dell’interesse il corpo, un corpo non ridotto a mero oggetto di consumo ma capace di riappropriarsi delle pratiche di piacere connesse ad una visione non riduzionistica o trasgressiva ma olistica. Da un lato dunque critica della società dei consumi ma anche critica della concezione ebraico-cristiana occidentale che di fatto ha alienato l’uomo.

“La pazza morale”, edizioni Polistampa, è l’appassionante storia di un amore impossibile.
I veri protagonisti però sono i pazzi. L’autore ci conduce in un mondo parallelo al nostro, apparentemente distante e straordinario, in verità molto simile a quello reale, con le sue passioni, i desideri, le sofferenze: un viaggio della mente. Così presenta il libro il filosofo Giuseppe Panella: "Non è soltanto una storia d’amore, è anche un roman philosophique, cioè di storia delle idee, sulla dimensione repressiva e sociale della 'nuova psichiatria' di liberare i malati di mente dalle catene e di curarli come esseri umani ammalati. Il suo protagonista, il neo-laureato in medicina Luigi Ber(ti)ni, incontra nella clinica psichiatrica di Bonifazio in via San Gallo una sua antica fiamma, Laura, ivi ricoverata per “pazzia morale”, così come viene teorizzata dal primario della clinica: la totale caduta dei freni inibitori dal punto di vista della condotta sessuale. In parole più crude, quando Laura è eccitata si concede a tutti quelli che la vogliono penetrare".

La serata sansalvina vede presente, oltre l’autore, Ubaldo Fadini, docente di estetica all’università di Firenze, mentre il compito di rendere vivo lo scabroso, ma ineluttabile incontro tra il protagonista e Laura, la pazza morale, è affidato a Claudio Ascoli e Chiara Macinai, che ha già interpretato controverse figure femminili, tra cui Sibilla Aleramo.

L’ingresso è libero.
Per ulteriori informazioni: telefono 055.6236195, mail a chille_@libero.it o www.chille.it.

Redazione Nove da Firenze