Autostrada del Sole: ieri a Roma la Conferenza dei Servizi

In progettazione l'ampliamento della A1: attenzione ai problemi dell'inquinamento acustico e atmosferico


VIABILITÀ — La Conferenza dei servizi sulla Terza Corsia dell'A1 del 21 giugno 2010 si è svolta ieri a Roma, dalle 11 e alle 15. Presenti le rappresentanze dei Comuni di Bagno a Ripoli (Sindaco Luciano Bartolini e dall'Assessore alle Politiche di governo del territorio Claudio Tonarelli), Incisa in Val d'Arno (Sindaco Fabrizio Giovannoni) e Rignano sull'Arno (Sindaco Gianna Magherini).

“La Conferenza dei Servizi per la Terza Corsia dell'A1 si è tenuta – hanno dichiarato il Sindaco Luciano Bartolini e l'Assessore alle Politiche di governo del territorio Claudio Tonarelli - assenti il Ministero per l'Ambiente e della Difesa, ma non mancavano gli altri enti interessati (Comuni, Ministeri delle Infrastrutture e dei Beni Culturali, che ha parlato anche per conto della Soprintendenza di Firenze, Provincia di Firenze, Regione Toscana, Anas, Telecom, Toscana Energia, Enel, Snam, Consorzio di Bonifica, Ferrovie, Autorità di Bacino). La riunione è stata molto lunga (4 ore) ed ha analizzato i punti critici del tracciato. Fra questi, la messa in sicurezza dell'Isone, soprattutto nel tratto attorno all'ospedale di Ponte a Niccheri, per la quale l'Autorità di Bacino ha tra l'altro proposto l'ipotesi di realizzare casse di espansione a monte. C'è poi l'attraversamento dell'autostrada proseguendo su via Romanelli, della cui complessità tutti sono consapevoli: la Sovrintendenza ha espresso forti perplessità anche sul percorso alternativo studiato con Società Autostrade. La stessa Sovrintendenza ha fatto invece un apprezzamento positivo sull'autogrill, testimonianza importante di un periodo (è opera dell'architetto Fagnoni): da salvaguardare. I tre Comuni sono tornati a chiedere forte attenzione ai problemi dell'inquinamento acustico e atmosferico, costruendo barriere lungo tutto il tracciato. Due problemi di parcheggi. Il parcheggio scambiatore nell'area ex-Montecchi (nel Comune di Rignano, che può avere indirettamente riflessi sul traffico di Bagno a Ripoli) risente del fallimento della vecchia proprietà: l'area è da bonificare, la Società Autostrade la vuole libera da ogni impegno e il Comune di Rignano non può accollarsene l'onere. Inoltre, abbiamo evidenziato con energia la necessità di un parcheggio attorno al casello Firenze Sud, per le esigenze di chi utilizza quel casello. Una questione ancora non affrontata dal Consiglio Comunale di Bagno a Ripoli, chiamato a discutere del progetto definitivo collegato alla Valutazione di Impatto Ambientale (Via), ma della quale il Consiglio dovrà comunque occuparsi. È stata in ogni caso una riunione fruttuosa, che ha messo a fuoco i problemi ancora in essere e i nodi da sciogliere prima di passare dalle carte ai lavori. Bagno a Ripoli e le altre amministrazioni comunali, presenti anche stavolta al massimo grado delle delegazioni, continueranno nella loro linea di condotta di tramite propositivo delle esigenze dei territori che rappresentano. I tempi – hanno concluso il Sindaco Bartolini e l'Assessore Tonarelli – saranno ancora lunghi”.

Redazione Nove da Firenze