L’Enoteca Italiana apre le sue porte al Giappone

Ieri martedì 1 giugno una delegazione di giapponesi ha incontrato le aziende associate all’Ente Vini. L’evento è organizzato da Buonitalia in collaborazione con l’ufficio Ice di Tokio, Fondazione Italia Giappone e Enoteca Italiana.


VINO — L’Enoteca Italiana apre le sue porte al Giappone.
Lo storico Ente Vini ieri martedì 1 giugno ha ospitato una delegazione di giapponesi (8 importatori e 2 giornalisti) i quali nell’ambito di un workshop presso la cinquecentesca sede della Fortezza Medicea ha incontrato alcune aziende associate all’Enoteca Italiana per il vino e altre aziende del settore alimentare.

“L’obiettivo del tour – afferma Manfredi Minutelli, Responsabile Sviluppo Progetti Food di Buonitalia SpA – è quello di far conoscere i nostri prodotti di eccellenza, legandoli al territorio. Dopo Roma abbiamo scelto di proseguire il tour a Siena, esattamente presso l’Enoteca Italiana perché tra i soggetti attivi nella promozione del vino, rappresenta l’unicità sia per storia che per location”. L’evento è organizzato da Buonitalia in collaborazione con l’ufficio Ice di Tokio, Fondazione Italia Giappone e Enoteca Italiana.

Fabio Carlesi direttore di Enoteca Italiana e Minutelli hanno poi parlato del progetto Carta dei Vini nelle Ambasciate, che vedrà la prima realizzazione proprio nel paese del sol levante, presso l'ambasciata di Tokio. Questo progetto prevede la realizzazione di una carta dei vini, che sarà utilizzata per tutte le iniziative istituzionali, che sarà composta dalle migliori espressioni enologiche del vigneto Italia, dei vitigni autoctoni e delle aziende più blasonate. Un'altra novità editoriale, molto importante in lavorazione, da parte di Enoteca Italiana è il primo Atlante dei Vini Italiani, opera mai realizzata prima nel nostro Paese che sarà ancor più fondamentale alla luce della nuova Ocm che ridisegnerà il panorama e la geografia dei nostri vini a denominazione. L’atlante è un progetto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentare e Forestale, che ha affidato la realizzazione all’Enoteca Italiana – Ente Vini a riprova della competenza acquisita nei quasi 80 anni di esperienza e tradizione racchiuse nei bastioni della Fortezza Medicea di Siena.

Intanto prosegue il ricco calendario de “Le settimane di Vini”: tra Happy Wine, degustazioni ed incontri, prossimo appuntamento è quello di venerdì 4 giugno nella splendida sede di Enoteca Italiana alle 10 si terrà la “Giornata Enologica” a cura dell’istituto Tecnico Agrario mentre in serata (alle 17:30) verrà presentato il volume “La Tutela delle Dop e delle Igp”.

Alla presentazione parteciperanno gli autori, Marco Cerreto esperto di diritto Agrario e delle Comunità Europee e Laura La Torre, attuale direttore generale della vigilanza per la qualità e la tutela del consumatore presso il ministero delle Politiche Agricole Alimentare e Forestale. Dopo una disamina sulle differenze tra marchi ed indicazioni geografiche, il volume affronta la normativa che disciplina i Consorzi di Tutela e le strutture di controllo.
Sempre venerdì 4 e sabato 5 giugno (dalle ore 12 alle 20), all’Enoteca Italiana (Bastione San Francesco - Sala Mostra) grande appuntamento con il gusto con l’evento “Le guide d’Italia: primo incontro con Vini Buoni d’Italia”, un abbinamento con assaggi di carne Chianina Igp come cibo di strada. In degustazione 250 etichette abbinate a trippa, hamburger e peposo grazie alla collaborazione dell’Associazione “Amici della Chianina”.

Per maggiori informazioni è possibile telefonare al numero 0577.228811 oppure consultare il sito www.enoteca-italiana.it.

Didascalia foto da sinistra: Daniele Lizza, produttore; Manfredi Minutelli, Responsabile Sviluppo Progetti Food di Buonitalia SpA e Fabio Carlesi direttore di Enoteca Italiana.

Redazione Nove da Firenze