Venerdì sera la Notte bianca: iniziative no-stop fino alle 6 di sabato

Strade e piazze chiuse, divieti di sosta e ztl straordinaria


Inizierà venerdì 30 aprile, a partire dalle 19, e andrà avanti fino alle 6 del mattino di sabato 1° maggio. È “Insonnia creativa”, la Notte Bianca targata Firenze. Molto nutrito il programma degli eventi tra cui numerosi si svolgeranno in piazze e strade cittadine e pertanto, per consentire il regolare svolgimento della manifestazioni, saranno adottati una serie di provvedimenti di circolazione che vanno dall’estensione della ztl anche in orario notturno fino alle chiusure di strade e piazze senza dimenticare i divieti di sosta.

Odeon Firenze apre le porte alla notte bianca il 30 aprile dalle 15,30 alle 5 del mattino e un programma che spazia dalla televisione al cinema. Si parte con i due episodi di Iron Man in lingua originale (sottotitoli italiani):
- alle 15,30 Iron Man e alle 18 il nuovissimo Iron Man 2, quest’ultimo con una colonna sonora straordinaria, tutta a cura degli AC-DC. Un’occasione unica per seguire in sequenza le avventure di Tony Stark (Robert Downey Jr.), eroe al servizio del governo statunitense nei panni dell’invincibile Iron Man. (biglietti 4 euro a spettacolo);
- alle ore 20,00 una selezione di Blob, trasmissione cult di Rai Tre, con la presentazione delle ultime “blobbografie”, le puntate che raggruppano in un’ora un intero anno del programma con i momenti salienti e più ironici;
- alle 21,00 il film ‘La paura’ di Pippo Delbono, regista teatrale e cinematografico, girato interamente con un telefono cellulare per raccontare il peggio di un’Italia che – dichiara - “è un Paese di merda”. 66 minuti di denuncia, partendo da un programma televisivo sull’obesità dei bambini, dove il dottore che parla è sovrappeso ma invita i bambini a fare attività fisica, per arrivare a un confronto fra benessere eccessivo e malnutrizione, passando attraverso il funerale del giovane africano ucciso a Milano nel 2008 dai proprietari di un negozio, per aver rubato un pacchetto di biscotti. La paura, unica pellicola italiana fuori concorso all’ultimo Festival di Locarno nella sezione internazionale, svela le drammatiche realtà di extracomunitari e barboni in un’Italia che ha paura del diverso;
- a seguire Pippo Delbono incontrerà il pubblico con Leonetta Bentivoglio una delle maggiori esperte europee di teatrodanza e autrice del libro “Pippo Delbono. Corpi senza menzogna” (Barbès Editore), un testo forte che rompe le convenzioni raccontando l’Italia di oggi, secondo il pensiero dello stesso Delbono; a fare da Caronte in questa lunga notte di discesa negli inferi Enrico Ghezzi, critico cinematografico creatore di Blob e Fuori Orario, che traghetterà il pubblico in un Fuori Orario Live dialogando con Delbono e presentando Blob e i film che seguono;
- A partire da mezzanotte fino alle cinque del mattino, spazio al Giappone con il dittico del regista culto Takashi Miike con Crows Zero e Crows Zero II, in lingua originale con sottotitoli italiani, tratti dall’omonimo manga, scritto e disegnato da Hiroshi Takahashi. Crows Zero e Crows Zero II, quest’ultimo in anteprima nazionale, raccontano le vicende che accadono nella scuola superiore Suzuran dove gli studenti, divisi in bande rivali, combattono per la supremazia della scuola. Teenager violenti, divi della musica leggera giapponese e J-rock ad alto volume: azione, commedia e dramma che Miike fonde sapientemente tanto da aver realizzato con il primo episodio il suo maggior successo commerciale di sempre. La proiezione delle opere di Takashi Miike è organizzata e promossa in collaborazione con Fenice Festival di Poggibonsi (21-23 Maggio) che di Miike ha messo in programmazione anche Yattaman.
- L’Odeon Bistro, lo spazio caffetteria di Odeon Firenze, punto d’incontro e di ristoro per amanti del cinema, aperto tutti i giorni dalle 15.00, con rete wireless gratuita e aperitivo a partire dalle 19.00, rimarrà aperto eccezionalmente per la notte bianca fino alle 2 del mattino. La notte bianca di Odeon Firenze è realizzata in collaborazione con IED Firenze, Barbès Editore, Fenice Festival, Cineteca di Bologna.


Una serata unica quella organizzata dai commercianti di via Del Corso in occasione della Notte Bianca di venerdì 30 Aprile. Tanti eventi in programma per questa lunga notte fiorentina in cui tutti i negozi resteranno aperti fino alla mezzanotte. Fra le diverse iniziative il Bar Sedici accoglierà i propri clienti con tavoli all'aperto e la degustazione del loro famoso "Espresso Italiano Certificato", l'esclusiva boutique L'Essentiel offrirà un piacevole drink, musica lounge selezionatissima per l'esclusiva proiezione di foto storiche tratte dal ricchissimo archivio di Foto Locchi sul tema "Cinema e Sport". La profumeria Le Vanità offrirà sessioni di make-up dal vivo per strada mentre snack e bevande saranno offerte dai bar " Gli stuzzichini del Corso" e "Chiaroscuro" e per i più golosi non potranno mancare i famosi bomboloni che "cascano dall'alto" dello storico bar "Il Cucciolo". Per chi invece ama mangiare rustico potrà fermarsi ai tavoli organizzati da "I Vinattieri", sotto la volta di Dante che ahimè per lui, non potrà assaggiare la loro porchetta annaffiata da buon vino! Ma potrà pure cenare all'aperto con i tavoli del ristorante "Il paiolo". Il Bar Coronas e il Festival del gelato saranno aperti per gustare il loro famoso gelato. Spazio inoltre alla creatività con le performance organizzate dalla famosa scuola "Comix": in tempo reale si potrà assistere alla creazione di un grande graffito ad opera di un professionista del settore e sarà allestita un'esibizione di alcuni allievi della scuola all'angolo in via De Conti. Anche la moda sarà protagonista in questa lunga notte: ci saranno gli spazi allestiti all'aperto davanti alla boutique "Quintessence" e "Sara Pacini", "Ginger" esibirà un piccolo banco di vendita abbigliamento il cui ricavato andrà in beneficienza. Per i più piccoli il negozio di abbigliamento Monnalisa accoglierà i propri clienti con tante iniziative, sconti speciali per Les Lolitas calzature e per i tifosi della Fiorentina sarà aperto Alè Viola. E infine non mancherà la musica che farà ballare tutti al ritmo delle melodie brasiliane del gruppo "Tamandua".

“Sapete, oggi ero felice: camminavo, cantavo; ero stato fuori città; fino allora non avevo mai vissuto attimi così felici.”( tratto da Dostoevskij, Le notti bianche). San Pietroburgo, un giovane di 27 anni si aggira per la città, in una delle notti bianche. Si chiama Fedor Michajlovic Dostoevskij: sarà uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi. In clima di stessa insonnia creativa, la notte fra il 30 aprile e il 1 maggio 2010 dalle ore 23 alle 2 presso la sala Grande al piano terra della Biblioteca delle Oblate (via dell’Oriuolo 26) i NEM - Nuovi Eventi Musicali in collaborazione con il Comune di Firenze presentano “Le Notti Bianche. Dostoevskij_Schumann_Chopin”, il reading musicale intorno a “Le notti bianche. Dalle memorie di un sognatore” racconto sentimentale di Dostoevskij, che, per l’occasione, verrà interpretato da volti noti del mondo dell’arte e della cultura di Firenze, cari ai NEM per vicinanza al percorso artistico decennale dell’Associazione. Insieme a illustri lettori fiorentini e non (da Giorgio Van Straten a Paolo Hendel) ci sarà il popolo della notte bianca, di tutti quelli che vorranno dare il proprio contributo all’evento. Le letture verranno intervallate dall’esecuzione dei Notturni di Chopin ed i Nachtstucke di Schumann, alcuni dei più bei brani di musica per pianoforte della storia della musica. Ad interpretarli, rendendo così omaggio ai due compositori nell’anno del bicentenario dalla nascita (1810-2010), saranno musicisti conosciuti a livello internazionale, vicini al percorso NEM, come Matteo Fossi, Marco Gaggini, Pier Paolo Vincenzi, e molti altri. A metà del percorso una breve pausa per un caffè, una cioccolata calda, per il silenzio, per la riflessione.

"Condividiamo la considerazione dell'assessore Da Empoli in merito alla data della "notte bianca": una scelta non felice il 30 aprile visto che "sconfinerà" nella festività del 1° Maggio." Questo è quanto hanno dichiarato i consiglieri di centro destra Emanuele Roselli e Francesco Torselli che spiegano: "nella commissione cultura e sport di oggi l'assessore Da Empoli non ha nascosto le sue perplessità sulla scelta della data del 30 aprile per la prossima notte bianca. "In effetti - sottolineano i due esponenti del centrodestra - difficilmente i dipendenti comunali che termineranno il loro turno alle sei del mattino potranno godersi a pieno il 1° Maggio. Non solo: così l'amministrazione dovrà pagare non solo gli straordinari, ma anche la festività non goduta. Un costo che si sarebbe potuto evitare scegliendo un qualsiasi altro giorno. Resta inteso comunque che la "notte bianca" rappresenta un'occasione importante per la città e i fiorentini e guardiamo positivamente ad alcune novità introdotte dall'assessore sopratutto in merito alle modalità di assegnazione dei finanziamenti e ai criteri introdotti per la selezione dei soggetti coinvolti nell'iniziativa."

Redazione Nove da Firenze