Nardella anticipa il ''Winetown'' che si terrà a Firenze a settembre

Organizzato dal Comitato Wine Town Firenze prevede degustazioni, workshop, spettacoli, giochi, convegni scientifici: mille eventi in pochi giorni che si svolgeranno all’interno di chiostri, nei cortili dei palazzi, nelle piazze.


VINITALY 2010 — Oggi il vicesindaco e assessore allo sviluppo economico Dario Nardella ha fatto visita al Vinitaly, il salone internazionale dedicato al vino in corso a Verona, dove un grande spazio è dedicato alla produzione toscana.

Una presenza, quella di Nardella, per “testimoniare l’attenzione dell’amministrazione comunale per un segmento fondamentale dell’economia dell’area fiorentina – ha detto il vicesindaco – che rappresenta anche un veicolo di grande promozione del nostro territorio. E i segnali che vengono dal Salone sono di una ripresa del settore”. Ed infatti sono molti gli eventi di livello internazionale nel settore enogastronomico che la giunta fiorentina sta sostenendo e organizzando: su tutti “Winetown”, incontro internazionale con i produttori del vino di grande qualità in programma dal 30 settembre al 3 ottobre, che nel suo spazio al Vinitaly sta riscuotendo un grande interesse da parte degli addetti ai lavori e non solo.

“Si tratta di un evento innovativo che diventerà un appuntamento annuale permanente – ha spiegato il vicesindaco – realizzato anche in collaborazione con le grandi famiglie fiorentine produttrici di vino, che porterà a Firenze i rappresentanti delle capitali mondiali del settore, legando economia e cultura, turismo e professionalità, ma valorizzando anche la presenza di operatori qualificati”.

Organizzato dal Comitato Wine Town Firenze, presieduto dal marchese Gondi, con la consulenza dell’Associazione Italiana Sommelier, Winetown prevede degustazioni, workshop, spettacoli, giochi, convegni scientifici: mille eventi in pochi giorni che si svolgeranno all’interno di chiostri, nei cortili dei palazzi, nelle piazze, con il vino che dovrebbe ‘abbracciare’ il centro storico per tutta la durata della manifestazione, sempre comunque con grande attenzione al versante economico specializzato. Ma per celebrare il rapporto di Firenze con la grande enologia non c’è solo Winetown: momenti dedicati al vino sono previsti per la Notte Bianca del 30 aprile e nei programmi del Maggio fiorentino; nella Biennale della gastronomia; con ‘Calici sotto le stelle’ che si terrà per la prima volta in agosto; con il Florence Wine Event in Oltrarno. (ag)

Redazione Nove da Firenze