Scuola: un ‘contact center’ per facilitare la scelta dell’indirizzo superiore

Per i giovani delle 3^ medie sarà in funzione dal 1 al 26 marzo.


Due grosse novità per aiutare gli studenti del territorio fiorentino ad effettuare una scelta consapevole sono state presentate stamani dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Provincia di Firenze.
Una prima iniziativa è stata presa per facilitare l’orientamento delle nuove leve nel panorama formativo dell’anno scolastico 2009/2010 dopo il riordino dell’istruzione superiore voluto dai nuovi regolamenti. Dall’1 al 26 marzo, con orario continuato 8-20, sarà attivo un ‘contact center’ che darà informazioni sulle preiscrizioni e sui nuovi indirizzi di studio a tutti gli studenti che frequentano la terza media e devono iscriversi alle scuole superiori. Il numero è lo 055055 del Centro servizi territoriale Linea Comune, e per far conoscere ai ragazzi questo servizio, sempre dalla settimana prossima sarà distribuito in tutte le scuole medie del territorio fiorentino un segnalibro-promemoria.
“La Provincia - sottolineano dall’assessorato - vuole aiutare le famiglie e i ragazzi ad effettuare la scelta più idonea alle attitudini ed alle aspirazioni degli interessati, che potranno così, attraverso una decisione consapevole, seguire il percorso di studi più soddisfacente”.
La seconda iniziativa presentata dalla Provincia è ‘L’altra scuola oltre la scuola’. Una opportunità per gli studenti per trasformare gli istituti superiori in luoghi di produzione e formazione culturale autogestita. Il progetto prevede di stimolare gli studenti ad organizzarsi in libere associazioni che potranno riunirsi nelle rispettive scuole al di fuori dell’orario di lezione. Le iniziative delle associazioni saranno sostenute attraverso l’erogazione di finanziamenti fino a 750,00 €.
“I ragazzi potranno organizzare cineforum, associazioni fotografiche, corsi per video maker, e altro – spiegano dall’Assessorato all’Istruzione - e con i finanziamenti erogati dalla Provincia i giovani potranno coprire le spese di organizzazione, promozione e acquisto di materiali”. Gli uffici provinciali delle Politiche sociali e della Pubblica Istruzione saranno a disposizione per aiutare i ragazzi nel processo di costituzione delle associazioni.
“L’altra scuola oltre la scuola – sottolineano dall’Assessorato - è un’idea sollecitata dagli studenti stessi, che giustamente rivendicano una maggiore autonomia, e una maggiore libertà di autogestirsi”.

Durante la conferenza è stato discusso anche il nuovo modello di scuola superiore proposto dalla riforma, che prevede una notevole semplificazione degli indirizzi, ridotti ed accorpati in categorie più ampie, ed una rivisitazione del percorso formativo, secondo lo schema qui proposto:

6 Nuovi licei
1. Liceo artistico (con i sei indirizzi: Arti figurative, Architettura e ambiente, Design, Audiovisivo e multimediale, Grafica, Scenografia)
2. Liceo classico
3. Liceo linguistico
4. Liceo musicale e coreutico
5. Liceo scientifico, con l’opzione scienze applicate
6. Liceo delle scienze umane, con l’opzione economico sociale


Nuovi istituti professionali: 2 settori 6 indirizzi
Settore dei servizi
1.Servizi per l'agricoltura e lo sviluppo rurale
2.Servizi socio-sanitari
3.Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera
4. Servizi commerciali


Settore industria e artigianato
1. Produzioni artigianali e industriali
2. Manutenzione e assistenza tecnica


Nuovi istituti tecnici: 2 settori 11 indirizzi
Settore economico
1.Amministrazione, Finanza e Marketing
2.Turismo


Settore industria e artigianato
1.Meccanica, Meccatronica ed Energia
2.Trasporti e Logistica
3.Elettronica ed Elettrotecnica
4.Informatica e Telecomunicazioni
5.Grafica e Comunicazione
6.Chimica, Materiali e Biotecnologie
7.Sistema Moda
8.Agraria, Agroalimentare e Agroindustria
9.Costruzioni, Ambiente e Territorio

Redazione Nove da Firenze