Premio letterario nazionale Ceppo Pistoia: ai finalisti 10.000 euro

Il testimone a 21 giovani: leggeranno, incontreranno e voteranno.


LIBRI — Liceali, universitari, giovani imprenditori, impiegati, liberi professionisti: sono i ventuno giovani giurati nominati dall’Accademia del Ceppo in rappresentanza di istituzioni, scuole, associazioni e categorie produttive del territorio che sostengono la 54a edizione del Premio Letterario Nazionale “Ceppo Pistoia”. Il prossimo 20 marzo, durante la cerimonia di premiazione, saranno loro a decretare il vincitore assoluto del 54° Ceppo”: le tre opere finaliste, selezionate dalla Giuria del Premio a partire dalla rosa dei dieci candidati al podio, vengono adesso sottoposte all'insindacabile giudizio della Giuria dei Giovani Lettori, che avrà dunque un mese di tempo per scegliere il loro preferito tra La memoria dei vivi di Rossella Milone (Einaudi), La casa madre di Letizia Muratori (Adelphi) e Grotteschi e arabeschi di Vitaliano Trevisan (Einaudi).

Ecco i nomi dei 21 giovani giurati: Sara Biagioni (Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia), Benedetta Bruni (Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia), Caterina Fedi (Provincia di Pistoia), Chiara Sforzi (Comune di Pistoia), Lia Tosi (Camera di Commercio), Luisa Maggini (Confesercenti), Carlotta Giaconi (Associazione Industriali), Claudia Geri (Lions Club), Giulia Marini (ACI), Elena Garognoli e Marco Landucci (Liceo Classico-Pedagogico “Forteguerri-Vannucci”), Elena Trallori (Liceo Scientifico “Duca d'Aosta”), Sara Lampiasi (Istituto d'Arte “Petrocchi”), Rachele Buttelli (Istituto Tecnico “Pacini”), Giulia Cotichini (Istituto Suore Mantellate), Valentina Gelli, Elena Girardi, Matilde Moretti (studentesse universitarie), Cristiana Petrucci Rossi (casalinga), Chiara Biagioli (docente universitaria), Alice Trippi (libreria “Lo Spazio di via dell'Ospizio”).

Il Ceppo, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e della Regione Toscana, ha tra gli sponsor anche l’Azienda Agricola Piante Mati, che finanzia interamente il premio Ceppo Cultura del Verde, il Centro Congressi “Villa Rospigliosi” di Lamporecchio; Comune di Pistoia; Provincia di Pistoia; Camera di Commercio di Pistoia; Coldiretti; Confartigianato; Confesercenti; Associazione Industriali Pistoia; Lions Club Pistoia; Aci.

Da questa edizione il Ceppo ha stretto una collaborazione con tre prestigiose associazioni culturali che sostengono soprattutto il “Ceppo internazionale Piero Bigongiari”: “Semicerchio. Rivista di poesia comparata”, Centro Studi Jorge Eielson, Edizioni Via del Vento.

“Sarà un’annata eccezionale”, ha dichiarato Vittorio Brachi, presidente della Giuria: “I tre vincitori del Premio Ceppo Selezione Racconto dialogheranno con i tre vincitori dei premi speciali, voluti dal direttore artistico, che l’Accademia è fiera di poter presentare nel ciclo delle manifestazioni chiamato Il Tempo del Ceppo, dal 18 al 21 marzo”. Ha sottolineato Paolo Fabrizio Iacuzzi, vicepresidente della Giuria: “Tra New Italian Epic, nuovo realismo e tradizione del racconto filosofico, le tre tendenze attuali del racconto in Italia, la terna dei finalisti rappresenta quanto di meglio possa offrire il panorama narrativo contemporaneo. Ci sono due donne su tre: questa è una piacevole sorpresa, che si affiancherà ai nomi dei tre scrittori e poeti dei premi speciali, ancora sotto votazione da parte della Giuria del Premio: Ceppo cultura del Verde, Ceppo Infanzia e Adolescenza, e il nuovo Ceppo Internazionale Piero Bigongiari”.

Gli sponsor
Il Ceppo, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, dalla Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia S.p.A., dal Comune e dalla Provincia di Pistoia, dalla Regione Toscana e da numerosi sponsor rappresentativi delle forze economiche del territorio e dalle realtà culturali dell’area Pistoia-Firenze: Azienda Agricola Piante Mati di Pistoia, Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura di Pistoia; Centro Congressi “Villa Rospigliosi” di Lamporecchio (Pistoia); Coldiretti Pistoia; Confesercenti Pistoia; Confartigianato Pistoia; Associazione Industriali Pistoia; Lions Club Pistoia; Aci; Semicerchio. Rivista di poesia Comparata, Centro Studi Jorge Eielson, Edizioni Via del Vento.

Gli autori finalisti

Rossella Milone (Napoli, 1979)
Vive e lavora a Napoli. Ha pubblicato “Prendetevi cura delle bambine” (Avagliano 2006, menzione al Premio Calvino) e numerosi racconti su quotidiani, settimanali, riviste letterarie e antologie. Conduce laboratori di lettura e scrittura presso scuole pubbliche, e collabora con la scuola di scrittura creativa Lalineascritta di Napoli. Presso Einaudi ha pubblicato “La memoria dei vivi” (2008).

Letizia Muratori (Roma)
Si divide tra la passione per la narrativa e la sua professione di giornalista. Collabora con quotidiani, mensili, riviste di cinema («Il Riformista», «Capital», «Primissima», «Close-up»). Ha scritto e scrive poesie rigorosamente in rima, e scrive di cinema. Il suo libro d'esordio è stato “Luce Intermedia” (Fermenti, 1999), seguito dal racconto “Saro e Sara” uscito nell'antologia femminile “Ragazze che dovresti conoscere”, 2005, il breve romanzo “Tu non c'entri” (Einaudi, 2006) e “La vita in comune” (Einaudi, 2007).

Vitaliano Trevisan (Sandrigo, 1960)
Scrittore, sceneggiatore, attore, drammaturgo e regista teatrale. Raggiunge il successo nazionale nel 2002 con il romanzo “I quindicimila passi”. Nel 2003 è il protagonista, nonché attore e co-sceneggiatore, del film “Primo amore” di Matteo Garrone, girato a Vicenza, in concorso al 54mo Festival di Berlino. È attore nel film “Il riparo” di Marco Simon Puccioni (miglior film al festival di Annecy nel 2007), oltre che nel film “Dall'altra parte del mare” di Veronica Perugini. I suoi testi teatrali sono stati messi in scena da Valter Malosti e Toni Servillo; di recente pubblicazione per Einaudi i “Due monologhi”, portato in scena nel Festival delle Mura 2007 da Roberto Herlitzka.


La giuria del Premio
L’attuale giuria del Premio è composta da 10 membri: Martino Baldi, Alberto Bertoni, Vittorio Brachi, Martha Canfield, Milo De Angelis, Paolo Fabrizio Iacuzzi, Giuliano Livi, Benedetta Livi, Andrea Mati e Giusi Quarenghi.

L’Accademia Pistoiese del Ceppo
L’Accademia Pistoiese del Ceppo, fondata nel 1954 tra gli altri da Vittorio Brachi (presidente onorario dell’Accademia del Ceppo e della Giuria del Premio), ha compiuto nel 2009 i suoi 55 anni, festeggiati con il Premio internazionale Ceppo a Mario Vargas Llosa. Ha dato vita a numerose iniziative, istituendo premi letterari e giornalistici, convegni, spettacoli, conferenze, mostre d’arte, pubblicazioni. L’iniziativa più longeva e che ha caratterizzato l’attività dell’Accademia fino ad oggi è senza dubbio il Premio letterario nazionale Ceppo Pistoia, istituito nel 1955 su proposta di Vittorio Brachi, Silvano Gestri, Fabrizio Rafanelli e Nardino Nardini. L’attuale presidente dell’Accademia è Giuliano Livi. Giurati illustri del premio sono stati negli anni Carlo Bo, Geno Pampaloni, Luigi Baldacci, Margherita Guidacci, Mario Luzi, Piero Bigongiari, Carlo Betocchi, Nicola Lisi, Leone Piccioni.

Redazione Nove da Firenze