Rubrica — Mostre

​Astronomia e Fisica a Firenze, mostra alla Specola

Due discipline scientifiche legate alla vita e allo sviluppo culturale della città


Da Galileo a Enrico Fermi. La storia di Firenze è strettamente legata all’astronomia e alla fisica. Le tappe fondamentali di questo rapporto sono ricostruite nella mostra “Astronomia e Fisica a Firenze. Dalla Specola ad Arcetri”,che si inaugura mercoledì 21 dicembre (ore 17, la Specola, Tribuna di Galileo - I piano, via Romana, 17), con la partecipazione del rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei, del presidente del Museo di Storia Naturale Guido Chelazzi, del direttore dell’Osservatorio Astrofisico di Arcetri Filippo Mannucci e del direttore del Dipartimento di Fisica e Astronomia Alessandro Marconi.

L’esposizione - in programma fino al 19 marzo - è ospitata alla Specola dove questa appassionante storia ebbe inizio nel lontano 1775 con la creazione, per volere del granduca Pietro Leopoldo di Lorena, dell’Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale, primo esempio di museo scientifico aperto a tutta la popolazione. Qui, per opera di Felice Fontana, vennero raccolti dagli Uffizi, accanto ai reperti naturalistici, gli strumenti scientifici e di fisica sperimentale e gli antichi strumenti provenienti dalle collezioni medicee (astrolabi, orologi solari, bussole), alcuni dei quali appartenuti a Galileo, che aveva trascorso gli ultimi anni della sua vita nella vicina Villa Il Gioiello.

Ma nell’esposizione - realizzata insieme al Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, dal Dipartimento di Fisica e Astronomia e dall’Osservatorio di Arcetri-INAF – si racconta anche della nascita del primo osservatorio astronomico fiorentino, nel Torrino della Specola e del suo successivo trasferimento ad Arcetri nel 1872.

Così come del ruolo trainante delle cattedre di Astronomia e Fisica per la nascita nel 1859 dell’Istituto Superiore di Studi pratici e di perfezionamento, trasformatosi nel 1924 nell’Università di Firenze e culla - nell’Istituto di Fisica, anch’esso ad Arcetri dagli anni ’20 del Novecento – di personalità come Franco Rasetti, Enrico Fermi, Bruno Rossi, Giuseppe Occhialini, Giulio Racah.

Il percorso espositivo, che si snoda fra documenti storici, testimonianze fotografiche e strumentazioni scientifiche, si articola in tre sezioni: la Tribuna di Galileo – ottocentesco tempio laico dedicato allo scienziato -, il corridoio espositivo e il Torrino. All’iniziativa collaborano la Sezione di Firenze dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’Archivio Storico del Comune di Firenze, l'Istituto Nazionale di Ottica del CNR, la Biblioteca di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università di Firenze e il Museo Galileo.

Maggiori info sul Museo di Storia Naturale

Maggiori info sul Dipartimento di Fisica e Astronomia (pdf scaricabile liberamente)

Maggiori info sull’Osservatorio di Arcetri

Alcune immagini della mostra sono su Flickr

__________________________________________

Mostra

“Astronomia e Fisica a Firenze. Dalla Specola ad Arcetri”

Dal 22 dicembre 2016 al 19 marzo 2017

Museo di Storia Naturale - “La Specola” - via Romana, 17 - Firenze

A cura di Fausto Barbagli, Simone Bianchi, Roberto Casalbuoni, Daniele Dominici, Massimo Mazzoni, Giuseppe Pelosi

Organizzazione: Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Firenze, Osservatorio astrofisico di Arcetri-INAF, in collaborazione con la Sezione di Firenze dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’Archivio Storico del Comune di Firenze, l'Istituto Nazionale di Ottica del CNR, la Biblioteca di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università di Firenze e il Museo Galileo.

Orario di apertura: da martedì ma domenica 9.30-16.30.

Chiuso: lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio

Info: 055-2756444

http://www.msn.unifi.it/event/mostra-astronomia-fisica-firenze

Redazione Nove da Firenze