Abruzzo: sale a 295 il bilancio delle vittime


Il premier a Poggio Picenze inaugura la prima scuola da campo dopo il sisma che ha colpito l'Abruzzo e assicura che prima che torni il freddo dell'autunno saranno "chiuse tutte le tendopoli". "Chi vuole ricostruire la propria abitazione avrà il sostegno dello Stato". Allarme terremoto per i Beni culturali. Tutto il patrimonio mappato entro 2 anni. Dopo la devastazione in Abruzzo il ministero guidato da Bondi pensa ad una mappa nazionale per la difesa dei beni architettonici delle città italiane a rischio terremoto. La ricognizione partirà dalle regioni maggiormente interessate come la Sicilia, le Marche, l'Umbria. Anche il Papa il 1, o il 6 maggio sarà all'Aquila.
In Toscana, regione notoriamente sismica, sono 40 gli immobili in cui trovano posto gli uffici delle varie specialità della Polizia. Di questi la maggior parte sono immobili antecedenti agli anni 50. Soltanto una piccola percentuale di questi è di recente costruzione. Per questo il SILP per la CGIL Toscana ha sentito la necessità di rivolgersi al Capo della Polizia per richiedere l’avvio urgente di un monitoraggio mirato alla verifica della staticità di tutti gli edifici che ospitano attività della Polizia di Stato nella Toscana.
Il campo “Firenze” diventa struttura logistica nazionale. La base allestita a L’Aquila dalla colonna di soccorso inviata dal Comune e dalla Provincia di Firenze includerà al suo interno i tecnici e gli operatori delle polizia municipali provenienti dal resto dell’Italia. “Firenze” è il nome che è stato dato del campo allestito il 15 aprile all’interno dello stadio comunale dagli uomini che compongono la colonna di soccorso inviata dalle due Amministrazioni fiorentine. Questa base assicura il sostegno per le attività tecniche e di controllo del territorio: per svolgere queste funzioni si renderà necessario l’impiego di tecnici esperti, di operai e di addetti delle polizie provinciale e comunali. Ecco quindi che la “funzione Enti Locali” della Di.COMA.C (Direzione Comando e Controllo della protezione civile nazionale) ha chiesto al Comune e alla Provincia di Firenze di ampliare la partecipazione al Campo fino a includere tecnici e operatori delle polizie municipali dell’intero territorio nazionale. La richiesta è stata accolta e in queste ore sono iniziate le attività di potenziamento logistico al fine di predisporlo per accogliere tecnici e operatori delle polizia municipali dell’intero territorio nazionale. Con questo ulteriore impegno diventa ancora più ampio lo sforzo che stanno compiendo nelle zone terremotate le strutture di soccorso provenienti dal territorio fiorentino. La grande maggioranza dei Comuni della Provincia di Firenze, i Centri Intercomunali di Protezione Civile, la Comunità Montana del Mugello, la Comunità Montana della Montagna Fiorentina ed il Circondario Empolese Valdelsa, hanno deciso di partecipare all’iniziativa promettendo di inviare al Campo uomini e mezzi secondo turnazioni che saranno concordemente definite. Nella gestione del Campo saranno inoltre coinvolti volontari appartenenti ad associazioni operanti sul territorio provinciale e comunale fiorentino.
La Lunigiana vuole bene all’Abruzzo. Sarà questo lo slogan di Legambiente Sabato 18 aprile per l’appuntamento di Voler bene all’Italia in Provincia di Massa-Carrara: per dare un sostegno alle zone terremotate i Piccoli Comuni della Lunigiana daranno il via al gemellaggio con la frazione di Castelnuovo nel comune abruzzese di San Pio delle Camere (L’Aquila), dove è gia impegnata la Regione Toscana con le associazoni di volontariato. In occasione di Piccola Grande Italia inizierà la raccolta dei fondi e di materiali da inviare, attivando una “banca delle richieste” in cui ogni piccolo comune abruzzese potrà comunicare le effettive esigenze di materiali e fondi a cui far fronte in modo mirato. Verrà inoltre istituito un Patto con i sindaci dei piccoli comuni abruzzesi per garantire impegno e assistenza anche nel corso della ricostruzione, su cui vigilerà l’Osservatorio Ambiente e Legalità di Legambiente. Da ogni parte della Toscana si conferma un boom di adesioni con 103 Comuni che hanno aderito a Voler Bene all’Italia, campagna a sostegno dei Piccoli Comuni promossa da Legambiente con il patrocinio della Regione, nata sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Un ricco e variopinto mosaico di iniziative con cui i Piccoli Comuni toscani festeggeranno la loro identità, tradizione e bellezza dando voce ai campanili, promuovendo prodotti tipici, artigianato artistico ma anche innovazione e sperimentazione. A Podenzana (MS) Sabato 18 Aprile presso il Santuario del Gaggio si terrà l’iniziativa di punta regionale con tutti i 13 Piccoli Comuni della Lunigiana e importanti rappresentanze della Regione Toscana, dell’UNCEM e dell’ANCI ResTipica che quest’anno s’intitolerà “La Lunigiana vuole bene all’Abruzzo”. Dalle ore 10.30 subito dopo il corteo di apertura con i gonfaloni dei Piccoli Comuni ‘listati a Pace’ e tutti i ragazzi delle scuole di Podenzana seguirà l'incontro pubblico “Il Futuro abita qui: beni culturali, paesaggio e comunità. Il vero patrimonio dei piccoli comuni da preservare e ricostruire”. Durante la manifestazione saranno allestiti gli stand dei piccoli comuni della Lunigiana e dei produttori di Lunigiana Amica, la spazio di animazione per bambini e ragazzi a cura del laboratorio territoriale dell'educazione ambientale di Massa-Carrara, ed i rinomati panigacci di Podenzana per tutti. Sarà presente inoltre lo stand per il sostegno all’Abruzzo colpito dal terremoto.
Da Abbadia San Salvatore arriva una risposta forte e concreta alle necessità dell’Abruzzo. I fondi per l’edizione 2009 del TeleP@B, il progetto di partecipazione democratica promosso dalla Regione Toscana e attuato in Amiata per il secondo anno consecutivo, infatti, saranno destinati ad aiutare la popolazione abruzzese gravemente colpita dal sisma nei giorni scorsi. In occasione della recente assemblea per definire i progetti da votare, come prevede il regolamento del progetto, le associazioni presenti, con maturità, sensibilità e profondo senso di solidarietà, hanno ritirato la propria proposta, di comune accordo, e hanno deciso di sostenere, tutti insieme, un progetto di aiuto per la popolazione di San Pio delle Camere, con una particolare attenzione ai più giovani. Il piccolo paese, di circa 600 abitanti, ha riportato danni ingenti e gravi perdite ed è stato uno dei luoghi dove sono intervenuti i volontari della Misericordia di Abbadia San Salvatore e del nucleo della Protezione civile dell’Amiata Val d’Orcia. La decisione assunta ad Abbadia San Salvatore dalle associazioni che avevano aderito al progetto del TeleP@B – Associazione Formula Nuova Arcadia, Associazione Nove Novembre, Associazione Uni-Verso Amiata, Associazione Castel di Badia, Associazione La Clessidra, Pro Loco, Filarmonica G. Puccini e Cinema teatro Amiata – dimostra, quindi, il forte principio solidaristico alla base del progetto che si fonda sulla partecipazione popolare e su una condivisione delle scelte che riguardano la comunità. Il nuovo progetto sarà inserito subito nel bilancio come unica proposta del TeleP@B e sarà monitorato e rendicontato con i criteri previsti dal progetto. Nei prossimi giorni il sindaco di Abbadia San Salvatore e quello di San Pio delle Camere si incontreranno per definire le priorità e iniziare ad attuare gli interventi. La proposta badenga è quella di ospitare in campi estivi i ragazzi del piccolo paese, coinvolgendoli nelle programmazioni estive promosse dalle associazioni che hanno aderito all’edizione 2009 del TeleP@B, con attività musicali, ludiche e didattico-culturali.
Ma c´é anche chi fa polemica. Per i Verdi Toscani il 5 per mille rimanga al volontariato. Per finanziare il sostegno alla Regione Abruzzo si rinunci ad opere inutili come il Ponte di Messina, si socializzino i profitti dei monopolisti dell'energia, o si smetta di finanziare le scuole confessionali.

Redazione Nove da Firenze