Arte Moderna e Contemporanea: asta a Palazzo Ridolfi il 7 dicembre alle 10.30 e alle 16.00


La Casa d’Aste Galleria Pananti organizza per venerdì 7 dicembre 2007 alle ore 10.30 e alle 16.00 nella sua sede di Palazzo Ridolfi (Via Maggio, 15), due sessioni – di duecento lotti ciascuna - di Arte Moderna e Contemporanea. L’esposizione delle opere si terrà dal 30 novembre al 6 dicembre dalle ore 10.00 alle ore 19.00.
Dopo l’asta di Autori dell’800-900 e Pittura Toscana, è ora la volta dell’Arte Moderna e Contemporanea; anche questa esposizione, per l’alta qualità delle opere degli autori presentati, è da considerarsi come una vera e propria retrospettiva sull’arte di questo periodo. Andranno all’incanto opere dei maggiori autori del’900 italiano e straniero; si inizia con due splendidi dipinti di Ardengo Soffici, poeta scrittore e pittore toscano, “Cortile al Poggio”(stima 50.000/60.000) e “Paesaggio primaverile” (40.000/45.000), dipinto pregevole rappresentante la fioritura primaverile dei mandorli. Degni di nota “Cattedrale di Foligno” (35.000/40.000) e “Paris” (20.000/25.000) di Franco Gentilini, raffinato pittore di Faenza la cui opera è stata fortemente influenzata dai suoi numerosi soggiorni parigini; di Ottone Rosai è il dipinto “Casa sul fiume” del 1946 (35.000/40.000) opera che molto bene rispecchia la tipica tematica rosaiana. E’ di Giorgio De Chirico, principale esponente della corrente artistica della pittura metafisica, il “ Cavaliere con Cane” ( 45.000/50.000) pregevole olio su cartone telato degli anni ’40. Tra gli autori stranieri del XX secolo troviamo un importante dipinto di Sol Lewitt, artista americano recentemente scomparso, legato a vari movimenti artistici come il minimalismo e l’arte concettuale, con un “Senza Titolo” del 1988 (9.000/10.000); Zoran Music, pittore dei cavallini e della Dalmazia, con un “Paesaggio Dalmata” (15.000/16.000). Bellissimo e di struggente poesia il dipinto di Carlo Mattioli, “Nel Pineto” (37.000/40.000) del 1984 dai toni scurissimi. Di Xavier Bueno “Ragazzo con il violino” (30.000/40.000) ritratto “…sollevato nello spazio e senza sfondo in cui gli spessori sono creati dal ritmo degli oggetti…” (Quasimodo). E’ di Gerard Schneider, artista francese annoverato tra le più genuine figure della pittura informale, l’opera “Composizione” del 1977 (14.500/15.500).
Nella sezione dedicata all’arte contemporanea troviamo una stupenda maschera di Luigi Ontani, artista poliedrico che da anni esibisce il suo corpo come opera d’arte, con “Ange Lecce”­(5) (30.000/40.000) - "Attraverso la maschera vado cercando gli eredi ideali di una ritualità che nel mondo è ovunque indipende-ntemente dalle condizioni attuali" (L.Ontani); una “Composizione” del 1948 (18.000/22.000) di Alberto Burri, famoso in tutto il mondo per le combustioni e i cellotex; due opere degli anni ’70 di Mario Schifano “Al Mare” (7.500/9.000) e “Senza titolo”( 6.000/7.000) ed ancora un’opera di Enzo Cucchi “ Mondiale 2000” (35.000/40.000); una scultura in resina e mosaico di Sandro Chia del 1999 ( 10.000/15.000); di Agostino Bonalumi un grande dipinto, “Monocromo bianco” del 1978 (28.000/32.000); di Giuseppe Santomaso il “Senza Titolo” ( 15.000/17.000) tecnica mista e collage su cartone, raffinata composizione che contraddistingue l’opera di questo astrattista informale.

Redazione Nove da Firenze